Utente 113XXX
sono una ragazza di 16 anni, una settimana fa,dopo diversi giorni di dolore e gonfiore sempre maggiore, mi è stata riscontrata dal mio medico una cisti pilonidale nella zona sacro-coccigea..e subito mi è stata drenata(un male pazzesco)ma solo in parte, il medico mi ha consigliato di continuare a schiaccarla per farla spurgare..e intanto mi ha somministrato un antibiotico per sei giorni.
Dopo 2 giorni in cui tutti sembrava andare meglio,ho dovuto tornare in ambulatorio perchè non riuscivo a stare seduta e la cisti si era ingrossata nuovamente,mi è stata schiaccaiata nuovamente ma questa volta era uscito per la maggior parte sangue rispetto alla prima volta in cui era presente soprattutto del pus.
Nei giorni successivi la cisti è rimasta sgonfia,sono inoltre riuscita da sola e aiutata a farla spurgare nuovamente,ed infatti la situazione è migliorata notevolmente,si è rimpicciolita tantissimo.
Oggi però al termine della cura antibiotica della durata di 6 giorni sono tornata dal medico che mi ha consigliato di prolungare la cura per altri 6 giorni,dicendomi che comunque la situazione era nettamente migliorata.
Inoltre mi ha detto che se la cisti dopo il termine della cura antibiotica scompare da sola, è inutile ricorrere ad un intervento chirurgico,al quale ha indirizzato solo pochi pazienti.
aDESSO però essendomi informata insieme ai miei genitori anche su internet su questo argomento ho notato che la maggior parte delle volte è stato consigliato di esportare la cisti,anche perchè da sola è impossibile che scompaia.
Vorrei sapere da voi qual'è la cosa giusta perchè non ci sto capendo più niente..!!e noltre vorrei sapere se in caso di intervento dove posso rivolgermi considerando che vivo in provincia di Milano,nei pressi di Monza.
Spero risponderete..vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
L'intervento chirurgico è purtroppo inevitabile e va eseguito quando i fenomeni infiammatori saranno completamente regrediti. Utile in questa fase, oltre l'antibiotico, l'applicazione di borsa calda.
[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003

Gentile utente,
in effetti una cisti che già si è infettata deve essere asportata chirurgicamente.
Saluti
Dott.Claudio Bernardi
www.claudiobernardi.it
[#3] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
L'indicazione all'intervento chirurgico è precisa. In tutti casi sarebbe meglio eseguirlo in assenza di infiammazione ed infezione. L'intervento può essere fatto in anestesia loco-regionale ed in day-surgery. La tecnica da attuare la deciderà il suo chirurgo di fiducia anche se quella preferibile e la chiusura immediata della ferita chirurgica.
Dott. Attilio Nicastro
[#4] dopo  
Dr. Paolo Bruschelli
20% attività
0% attualità
0% socialità
MONTECOSARO (MC)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
consulti www.cistipilonidale.it
auguri
[#5] dopo  
Dr. Paolo Bruschelli
20% attività
0% attualità
0% socialità
MONTECOSARO (MC)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
consulti www.cistipilonidale.it
auguri