Utente 600XXX
Buongiorno a tutti e grazie per questo servizio.
Sono un ragazzo di 23 anni e, da sempre, ho notato che il mio pene è poco sensibile. In questi 6 anni dal mio primo rapporto sessuale sono riuscito quasi sempre a raggiungere l'orgasmo, e ad avere rapporti sessuali di modesta durata con svariate partner, rapporti sessuali che però sono sempre stati frustrati da una instabilità dell'erezione, ovvero almeno 2 volte durante il rapporto l'erezione spariva proprio in quanto non sentivo nulla.

Mi vergogno ad ammetterlo ma mi masturbo da anni spesso (troppo) e regolarmente.

Nonostante l'eccitazione e il piacere del momento, proprio per il fatto che non sento nulla l'erezione non riesce mai a durare a lungo, mentre ci sono stati casi (ahimè rari) in cui durante un rapporto l'erezione sia stata continuativa dall'inizio alla fine.

Da cosa può dipendere e, soprattutto, vi è una soluzione?

Non ho mai subito interventi nè ho avuto malattie genitali (non ne sono state rilevate nè alla visita di leva nè quest'estate quando sono stato sottoposto a un controllo di routine prima di un intervento al rene)

vi ringrazio si da ora per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la masturbazione,se non e' accanita e nevrotica,non produce nessun effetto negativo,ne' fisico ne' psichico.La ridotta sensibilita',peraltro non costante,cosi' come la saltuaria disfunzione erettile,vanno inquadrate da un andrologo esperto,in quanto possibili sintomi di una patologia dell'apparato uro-genitale e/o di un non coretto stile di vita (obesita',alcool,fumo etc.),di cui fa cenno nel post.Cordialita'.