Utente 428XXX
Egregio dottore ,
ho 70 anni e stamattina mi sono svegliata spaventata per un disturbo all'occhio dx. Un esile filamento nero con una mosca (sembra) che sale e scende appena giro l'occhio a dx ma la paura l'ho avuta avvertendo dei lampi sia al buio che alla luce. Parlandone con qualche amico mi ha spaventato dicendo che forse era un problema di distacco retina, e mi ha fatto controllare da un suo amico oculista ( non so se posso fidarmi). Questi mi ha messo le gocce, la pupilla non si dilatava e me li ha rimessi per ben tre volte,alla fine mi ha visitato dicendomi che la pressione degli occhi andava bene e non era niente di grave,non era problema di retina ma solo di circolazione e mi ha detto di prendere per due mesi Mirtivit bustine e di andare dal cardiologo e sicuramente dovro' prendere la cardioaspirina . Poiché la visita e' stata sotto forma di cortesia, non ho approfondito il problema e sono andata via. Adesso chiedo a lei puo' essere vero questo? Circolazione cosa intendeva dire la pressione alta? Ma allora il problema che mi e' sorto e' stato causato da un momento di pressione alta?Non sono un'ipertesa ma diciamo che a volte la mattina ho 150- 145 e non prendo niente. Desidero se questo disturbo a questo punto mi rimane in eterno o piano piano svanisce . Io sono contraria a prendere medicine . . A cosa serve effettivamente la cardioaspirina per il problema occhi.Comunque a giorni andro' dal cardiologo per fare visita e parlero' anche di questo. Desidero solo che il problema scompaia al piu' presto.
Grazie in anticipo della risposta e scusi se ho ripetuto forse piu' volte le stesse cose ma ho tanta paura quando si parla di problema occhi e circolazione.
martina dalla Sicilia
[#1] dopo  
Dr. Giulio Bamonte
36% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Salve,
è probabile che non si tratti di disturbi circolatori ma di un distacco di vitreo. Il distacco del vitreo si verifica normalmente verso i 65 anni di età ed è un evento fisiologico. Ha fatto bene a recarsi dall´oculista che avrà sicuramente esaminato la retina escludendo patologie a suo carico come una rottura retinica o peggio un distacco. Il vitreo una volta staccato rimane all´interno dell´occhio e gallegga nell´acqua interna dell´occhio stesso; Per questo lo vede muoversi su è giù. I primi giorni sono i più terribili, successivamente il fastidio tendde a diminuire non scomparendo pero´del tutto. In genere non c´è bisogno di fare alcuna terapia. Tantomeno a base di integratori, che servono a poco e sicuramente a niente per il vitreo. Il tempo e l´abitudine sono l unica cura efficace. Se tuttavia dopo 6 mesi il fastidio persiste si puo´pensare a una soluzione chirurgica del problema. Importante è recarsi dall´oculista se questi sintomi compaiono improvvisamente anche nell´altro occhio. Spero di esserle stato utile. cari saluti,