Utente 417XXX
Salve, dato che ho fatto il tampone nasale e faringeo e solo il primo è risultato Positivo ( sia Dx che Sn ) , vorrei sapere il vostro parere, dato che sono rimasto a dir poco sconcertato sulle differenze di "opinione" di vari dottori, il mio medico generico dice che è un commensale e quasi sembrava scocciato quando facevo domande su questo batterio.
Il test dice questo ( sia per una narice che l'altra ) : "POSITIVO per safilococco coagulasi negativo. Negativo per altri germi comuni e/o miceti."
Che tipo di stafilococco è poi? Aureo?? non capisco perchè non viene descritto!

Ho fatto anche emocromo, VES ( 2 quando i margini sono 2-12) e PCR ( 0,7 ) e non ci sono cose fuori dalla norma, ( specialmente i globuli bianchi sono tutti nei parametri) però vorrei sapere se è da matti non curare questa situazione oppure se è normale e giusto così. Non ho pustole strane o cose del derma che ho letto in rete riguardo lo stafilococco, voi cosa dite? Non capisco se sto perdendo tempo e dovrei iniziare una cura o se è giusto così lasciar perdere , è già da 3 mesi che ho fatto il test....da mesi sto cercando di capire se soffro di reflusso asintomatico o rinite dato che al mattino ho sempre un pò di muco trasparente che mi fa tossire e se faccio sforzi aerobici il muco non mi permette di respirare in modo "perfetto" ma con un fischio dato da questo "catarro-saliva densa" che rimanendo nella zona della laringe/corde vocali certe volte fa un leggero fischio ( come quando si ha il naso umido nell'influenza e a volte fischia al passare dell'aria ) ....vorrei capire se potrebbe essere proprio lo stafilococco coagulasi negativo a creare questa sintomatologia....Grazie per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
dare un referto microbiologico con scritto "Stafilococco coagulasi negativo" non ha nessun senso ed è poco qualificante per il laboratorio.
Dato che non è indicata la carica batterica e non è stato effettuato l'ABG.
Sicuramente è il referto emesso da un "macchinario" che valuta e identifica i germi sulla base del loro metabolismo.
Tali di stafilococchi in genere sono commensali scarsamente patogeni (la pelle per esempio ospita quasi costantemente lo Staplylococcus Epidermidis) e solo raramente causano sintomatologia.
Se il tampone faringeo è negativo per germi comuni, vanno considerate altre cause capaci di favorire una faringite cronica, come ad esempio il reflusso gastrico.
La bonifica del naso può essere tentata, spesso con successo, con l'applicazione topica di Mupirocina Calcica, che è molto attiva su tutti gli Stafilococchi, anche sui ceppi Meticillino resistenti.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio dottore, infatti anche a me puzzava di superficialità quella risposta ( 40 euro tra l'altro l'esame per le 2 narici ), fermo restando che domani farò il PEP test per vedere il reflusso, vorrei sapere se secondo lei è bene prendere questa "Mupirocina Calcica" oppure se prima di prenderla, dato che è un medicinale, è bene rifare un tampone nasale, magari da un altro laboratorio che da risposte più precise? ( dovrò purtroppo personalmente chiarire se il risultato del test da le informazioni che lei mi ha detto carica batterica e antibiogramma )
la ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
La Mupirocina calcica è un unguento che si applica nel naso.
E che agisce localmente.
Se vuole effettuare un nuovo tampone presso un laboratorio che ritiene più affidabile nulla in contrario.
Mi faccia sapere novità, se lo desidera.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la sua opinione, rifarò il tampone nasale e se c'è ancora prenderò sicuramente questo unguento/antibiotico.
Inoltre, da circa 8 mesi, al mattino devo dare qualche colpo di tosse perchè ho del muco trasparente che mi fa strozzare ( fintanto che sto sdraiato non succede nulla) e gola un pò più stretta con sibilo leggero mentre espiro sopratutto siccome ho fatto gastroscopia ( tutto ok), emocromo ( tutto ok) spirometria semplice ( tutto ok) esame con sonda dall'otorino ( tutto ok ) e se faccio anche le scale magari con buste della spesa o comunque uno sforzo leggermente più inteso tipo una camminata veloce o corsetta ( con i pesi stranamente non succede nulla) respiro più a fatica e sento la gola ancora più stretta. Questa situazione mi fa pensare ormai solo ad un reflusso, ha qualche consiglio e indicazione su altri esami da fare? ( vorrei evitare raggi x ) avevo pensato ad una risonanza... ho preso Maalox reflu rapid per 1 settimana e non è cambiato niente. Ho notato un leggero miglioramento con i lavaggi nasali ipertonici ma nulla di eclatante ( tipo un 20% di riduzione dei sintomi massimo ). Vorrei evitare gli inibitori di pompa perchè ho letto che hanno un sacco di effetti collaterali, addirittura osteoporosi.. ci sono altri farmaci che riducono l'acidità o muco e con effetti collaterali accettabili ? ho sentito della ranitidina.. Grazie per l'attenzione
[#5] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Mi sono ricordato inoltre che nel laboratorio dove ho fatto il tampone nasale e faringeo, la persona addetta a fare i prelievi, ha appena sfiorato con una specie di cotton fiock la lingua, proprio 1 attimo quasi sembrava non aver nemmeno impregnato il tester... mi domando se questo modo di prelevare il campione può aver intaccato i risultati ( dove infatti risulta tutto a posto )... avevo letto da qualche parte che bisogna fare die movimenti circolari e cercare di toccare la parte più in fondo della bocca, cosa che garantisco non è stata fatta.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i retropensieri servono a poco.
Rifaccia i tamponi, faringeo e nasale, e potremo vedere de il risultato sarà confermato o sarà modificato.
Faccia sapere, se vuole.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Fermo restando che ripeterò il test, in un altro laboratorio, per appunto confermare o meno la presenza, anche in questo laboratorio che ho contattato telefonicamente adesso, mi hanno detto che nei tamponi non si fa la carica batterica?!?! L' antibiogramma loro se lo trovano positivo lo fanno di routine, ma la carica batterica appunto mi ha risposto che "nei tamponi non si fa"..inoltre nella mia zona ci sono 2 laboratori di analisi e non ho altre possibilità per cambiare ulteriormente.La aggiornerò sicuramente appena avrò il referto.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Le colonie batteriche che si sviluppano sulla piastra dopo lo strisciamento del tampone e l'idonea incubazione, hanno la stessa valenza della carica batterica.
Se si sviluppa una colonia isolata è ovvio che l'attendibilità del risultato è minore che se si sviluppino 50 colonie batteriche.
Quindi carica batterica o numero di colonie bisogna che il medico sappia sulla piastra cosa in che numero è cresciuto.
La ia espressione nella fretta di scrivere in #1 può essere impropria e me ne scuso.
Ma scrivere un referto così:
"POSITIVO per safilococco coagulasi negativo. Negativo per altri germi comuni e/o miceti."
non ha nessun significato.
Scrivere
"sviluppo di numerose o numerosissime colonie di XY" è un referto corretto.
Cordialità e a presto,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dottore, ho novità:
Inspiegabilmente nel nuovo test del tampone nasale non c'è traccia di nulla...mentre 3 mesi fa c'era quel famoso "stafilococco coagulasi negativo"..
Tampone faringeo negativo esattamente come 3 mesi fa.
Inoltre ho fatto PEP test : negativo pepsina...
Non so più dove sbattere la testa. Ieri ho iniziato il riopan perchè il medico non sa nemmeno lui dove andare a parare e in prima linea ha pensato al reflusso forma atipica..l ORL ( mesi fa ) ha scritto dopo aver usato la sondina transnasale : Minima presenza di muco rappreso nelle fosse nasali ed in rinofaringe. Poi ha banalmente sminuito tutto dicendo che è stress.. Insomma io non so come togliermi questo fastidio e nessuno tra otorino, pneumologo , gastroenterologo, allergologo trovano nulla e sono passati 8 mesi da quando è iniziato il problema.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
meglio così.
Adesso faccia una gastroscopia così valutiamo se abbia una MRGE e non facciamo supposizione bizantine che non servono a nulla ai fini pratici.
Se sarà evidenziato il reflusso dovrà assumere gli IPP che non hanno fatto mai morire nessuno.
Se ovviamente li vorrà assumere.
Mi faccia sapere, se ne avrà piacere.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Salve, la gastroscopia l ho già fatta e tutto risulta normalissimo.. Non so che altri esami o ipotesi tirare fuori, calcolando che sono stato dal medico 3 giorni fa e mi ha dato riopan anche avendo letto il referto della gastroscopia nella norma. Calcolando che al tempo che ho fatto la spirometria (nella norma) lo pneumologo non mi aveva dato una impressione di professionalità, forse devo rifare una spirometria globale con metacolina? Altrimenti non so davvero a cosa pensare.. Oppure rimane una Rinite che con lo scolo crea tutto questo..
[#12] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Non ho mai usato broncodilatatori ma ho pensato, e il medico 3 giorni fa me lo ha confermato, di provare a fare 1 puff di ventolin, quando mi compaiono i sintomi, cosicché si riesce a capire al 100 % se è un sintomo di natura asmatica (perché se così fosse con il ventolin dovrebbe andare a posto) altrimenti si esclude l'asma.. Fermo restando che magari una bronchite più essere silente senza febbre e con spirometria regolare..
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
lei ha un post nasal drip.
Ciò assodato, e assodato che può essere associato a tosse stizzosa e a crisi asmatiche, lei ha avuto crisi asmatiche documentate?
Diversamente deve curare lo scolo retronasale con spray nasali e altri farmaci opportuni: la prova del Ventolin non sta nè in cielo nè in terra.
A meno che auscultandola non sia stato rilevato un quadro suggestivo di broncocostrizione.
Ma io questo non lo posso sapere. Forse il suo Curante.....
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio, sarebbe un ENORME sollievo sapere se quello che ha detto è ciò che ho da 8 mesi! rispondo subito alle sue domande, non ho mai avuto crisi asmatiche, ho sempre fatto sport, nuoto, corsa , salto in alto, palestra e nessun problema.Non fumo, ricordo che ai tempi delle medie ho fatto 1 esame ( forse lo chiedeva la scuola ) delle allergie ( quelli che graffiano la cute delle braccia ) e avevo allergie al pelo degli animali e altre, ma ricordo bene, che mi era stato detto, che se non avevo sintomi, mai avuti, non c'era da presatarci troppa attenzione. E infatti non ho mai avuto nulla, se non qualche starnuto quando proprio mi avvicinavo alla polvere, ma proprio quando era molta magari sopra scaffali o sotto i letti. Ricordo però anche che mesi fa starnutivo molto, senza febbre ne nulla...ci sta a questo punto che siano collegate.. So solo che tra tutte le cose fatte in questi mesi di tentativi alla cieca dato che nessuno mi sapeva dare un indirizzo ( fluibron, GERDOFF, NASONEX, AERIUS, clenil, MAALOX, lavaggi nasali Ipertonici) l'unico che mi ha leggermente migliorato la situazione sono stati questo ultimo ( ipertonico semplice ). Però, il punto, è che migliorato un tot, dove prima praticamente tossivo tutto il giorno, dopo aver usato lo spray, sono arrivato a tossire di rado, e solamente al mattino ( sempre con presenza di muco/gel trasparente ).. ma da mesi è stazionario, non migliora più e mediamente sento appunto la gola "acciaccata e stretta" non pulita da muco nelle pareti.. quale esame, può scoprire questo "post nasal drip"? come mai l'ORL non ha detto nulla?
[#15] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dottore, ho fatto visita ORL con annesso esame di "citologia nasale" per confermare la presenza di riniti, mi ha detto la dott.ssa che ha fatto la visita che loro capiscono anche se è di origine allergica o vasomotoria o altro...non so bene le altre varie tipologie, ha trovato un leggerissimo scolo retronasale, inoltre non ha visto nemmeno lei segni di reflusso..Vedendo i vari fogli, e le mie allergie ( che ho sempre avuto, senza avere nessun sintomo, vale a dire qualche starnuto occasionale e basta in presenza di polvere eccessiva) ha detto che essendo allergico a graminacee, olivo e acari della polvere, secondo lei potrebbe già bastare a darmi questa sintomatologia, io ho manifestato dei dubbi dato che non ho mai avuto nulla e lei ha detto che se non si "curano" questi stati, negli anni, le cellule, le mucose, e altro possono peggiorare nel senso diventare più reattive fino a dare sintomi del genere e cronici.
Mi ha prescritto Nasir docce nasali 1 volta al giorno x 10 giorni
e Zhekort spray nasale 2 puff per narice 1 volta al giorno x 3 mesi!

Vorrei sapere cosa ne pensa e la sua opinione..
Grazie
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
non è che le abbia dato chissà quale terapia la Collega.
Una soluzione salina ipertonica e uno spray cortisonico che agisce a livello topico.
Penso che possa provare: se la terapia funziona in fondo si tratta di farmaci che possono essere assunti anche a lungo senza problemi.
cari saluti,
Dott. Caldarola.