Utente 900XXX
Salve a tutti cari medici...
Sono un ragazzo di 19 anni.
Il mio problema è l erezione durante il rapporto sessuale...
diciamo che questo rapporto non inizia mai.. Sono tuttora vergine.
Ieri sera.. mi sono appartato con la mia ragazza con l intenzione di farlo per la prima volta ( per me la prima volta ) , dopo un po di preliminari durante l inserimento del preservativo... il mio pene perde tonicità...
Causando la fine del rapporto... è la seconda volta che mi succede.. ( non con la stessa ragazza ) io Non so piu dove sbattere la testa!!!! moralmente sono a terra... capisco possa c entrare la tensione... l emozione... ma andrà avanti cosi per sempre? presto , non so di preciso.. ci riproveremo... ho paura dottori.. ho paura di fallire di nuovo.. e questa tensione mi porterà a far male di nuovo... Aiutatemi vi prego.. non so davvero che fare..
la caduta dell erezione avviene durante la pausa di inserimento preservativo tra i preliminari e il rapporto vero e proprio... vi prego...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,una strada potrebbe essere quella di...evitare di indossare il profilattico,privilegiando il petting ed altri tipi di rapporti.Una volta riappropriatosi della propria eccitazione sessuale "riprovi" il coito vaginale...
Non esiste una terapia medica o un "consiglio sicuro",tranne quello di augurare una partner che adoperi la pillola anticoncezionale.Infine,consulterei il medico curante per farsi consigliare una visita andrologica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

può essere abbastanza normale che si manifestino problemi erettili in concomitanza con i primi rapporti sessuali, tanto più se organizzati ed aspettati da tempo ( può esistere una certa ansia prestazionale....),
E' vero che possono essere presenti e manifesti anche problemi organici, vascolari, capaci di impedire il mantenimento di una adeguata rigidità e che potrebbero rendere difficile la penetrazione.
Cerchi di avere ancora attività sessuale con la sua ragazza, lasciando la penetrazione come conclusione naturale ma non obbligata.
Se i fenomeni si manifestano ancora, allora un parere dello specialista potrebbe essere utile
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 900XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la velocità di risposta.. ammetto che solo un vostro consulto a parole per me è tantissimo! :)
Signori.. preciso una cosa importante : quando abbiamo provato l altro ieri eravamo in macchina... e come prima volta non è il massimo! ( questo pero conta poco visto che la prima volta con un altro partner eravamo sul letto)
Il mio glande non si "scappella" tutto , ma solo un 30%! puo essere la causa? ho bisogno di un intervento forse?
La mia partner.. è un po delusa.. ho paura che questo influenzi il nostro rapporto... e cio mi porta a una tensione altissima.. giovedi riproveremo.. e non posso fare altro che pregare.
Grazie per ulteriori risposte... siete i migliori, grazie grazie grazie. un abbraccio.