Utente 437XXX
Gentili dottori non so se ho scelto la sezione giusta per il mio quesito. Da cinque giorni prendo l'antistaminico robilas. Il primo giorno assunto verso le 16, nei giorni seguenti la mattina verso le 10. Oggi l'ho scordato e al posto della mattina l'ho assunto a mezzanotte. Possono eserci problemi? E se dimenticassi una compressa in futuro?
Inoltre assumo la pillola anticoncezionale yaz (oggi alle 18) e quindi ho distanziato i farmaci di qualche ora e ho da un giorno terminato il cortisone. Spero possiate rassicurarmi. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Anche se in ritardo, posso rassicurarle che nulla è successo con la dimenticanza nell'assumere il farmaco in questione o con la non precisione sull'orario di assunzione della compressa. Certo, come per ogni farmaco, sarebbe bene essere piu' diligenti e precisi sugli orari.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore approfitto ancora delle sue competenze .
Assumo la pillola anticoncezionale yaz (24+4) da 3 mesi. Questo ultimo mese ho assunto 4 pillole più per paura di aver assunto quella abituale non correttamente. Quindi ho assunto non 24 pillole attive ma 28 in 24 giorni e due in concomitanza con la pausa. Da quando ho iniziato ad assumere la yaz mi è capitato di sentire la gamba e il piede doloranti e intorpiditi e ho paura possa trattarsi di un trombo. Se ho assunto queste pillole in piu in giorni consecutivi posso aver aumentato il rischio di trombi? Inoltre in questo periodo la mia alimentazione non è molto sana per cui temo per la mia salute. Spero in una tempestiva risposta perché sono terrorizzata e ho sentito tante storie sula yaz. Grazie mille dottore
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Fermo restando che ha fatto male nell'autogestione del dosaggio del farmaco, credo che non sia successo nulla con il sovradosaggio, altrimenti si sarebbero già verificati i primi sintomi. Quindi, si puo' tranquillizzare. Per quanto riguarda l'alimentazione, cerchi di riprendere un regime sano: è importante!
Buon fine settimana
[#4] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore assumo yaz da 3 mesi e da circa 2-3 giorni noto che il seno è più gonfio è sensibile. La pillola non mi ha mai dato questo problema ed è già passato un pò da quando ho assunto le pillole in piu per cui non penso sia riconducibile a questo. Da oggi inizio l'assunzione delle placebo e poi dovrò sospendere la pillola.
Cosa può essere questa tensione al seno? Inoltre se dopo le placebo non inizio un nuovo blister i rapporti avuti nella terza settimana dell'ultimo blister sono sicuri o dato che non ricomincio posso essere a rischio gravidanza? Grazie ancora dottore
[#5] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore ho un ulteriore dubbio che spero possa chiarire. Ieri ho assunto l'ultima pillola e da adesso la devo sospendere come le dicevo prima. Tuttavia dopo due ore dall'assunzione ho mangiato una pizza e ho iniziato ad avere dolori da diarrea e fitte, ma non sono andata in bagno. Questi dolori sono continuati per un pò e poi sono andata a dormire. La mattina seguente immediatamente dopo essermi alzata ho avuto di nuovo dolori e sono andata in diarrea. La scarica è Avvenuta dopo 11 ore dall'assunzione ma i dolori sono iniziati quando erano passate più o meno due ore dall'assunzione e poi ho dormito. Questi dolori che poi hanno portato alla diarrea possono aver causato malassorbimento? Io non ho assunto una pillola in più dato che la devo sospendere. Spero possa chiarire questo dubbio. Grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo che i dolori addominali possano essere riconducibili all'assunzione del farmaco in questione. Le consiglio di sentire in merito il suo Ginecologo , anche per decidere il proseguimento della cura ed il dosaggio. A distanza, senza conoscerla di persona, non posso fare prescrizioni o dare consigli specifici sul suo caso.
Cordialità