Utente 438XXX
VENTRICOLO SX DI NORMALI DIMENSIONI E SPESSORI. CINESI GLOBALE E SEGMENTARIA CONSERVATA (FE 65% ALLA VALUTAZIONE SIMPSON E MAPPE =19 MM)
FUNZIONE DIASTOLICA NELLA NORMA ALLA VALUTAZIONE DOPPLER DEL FLUSSO TRANSMITRALICO (E/A =1,4, IVRT=76 MS, DT=140 MS) E DEL DOPPLER TISSUTALE ( EM =19, E/EM=3,84). LEMBI DI NORMALE ECOSTRUTTURA E NORMALE ESCURSIONE DIASTOLICA, NO STENOSI (GRAD 1 MMHG), RIGURGITO TRASCURABILE. ATRIO SX DIMENSION NELLA NORMA( DIAMETRO ANTERO-POSTERIORE =34 MM, VOLUME /BSA=21 M1/M2). BULBO AORTICA DI NORMALI DIMENSIONI (34MM). VALVOLA AORTICA TRICUSPIDE CON NORMALE SEPARAZIONE SISTOLICA DELLE CUSPIDI NO STENOSI RIGURGITO ASSENTE. AORTA ASCENDENTE DI DIMENSIONI AUMENTATE (40 MM). ARCO AORTICO DI NORMALI DIMENSIONI 32 MM. AORTA DISCENDENTE PER QUANTO ESPLORABILE APPARE DI NORMALI DIMENSIONI (21MM). AORTA ADDOMINALE PER QUANTO ESPLORABILE APPARE DI NORMALI DIMENSIONI (16 MM). VENTRICOLO DX DI NORMALI DIMENSIONI (DIAMETRO SETTO-PARETE =32 MM) E CONTRATTILITA' (TAPSE =25 MM). ATRIO DX DI NORMALI DIMENSIONI (VOLUME/BSA=18 M1/M2). FUNZIONE DIASTOLICA DEL VENTRICOLO DX NORMALE ALLA VALUTAZIONE DOPPLER DEL FLUSSO TRANSTRICUSPIDALE (E/A=1,3) E DEL DOPPLER TISSUTALE (EM=12). RIGURGITO TRICUSPIDALE TRASCURABILE. ASSENTE RIGURGITO POLMONARE. VENA CAVA INFERIORE DI NORMALI DIMENSIONI (14 MM), NORMOCOLLASSABILE CON GLI ATTI DEL RESPIRO. NON VERSAMENTO PERICARDICO.

Buongiorno Egregi Dottori....vi ho allegato il mio referto ecocolordoppler eseguito per controllo e mi è stato riscontrato l'aorta ascendente che misura 40mm. Allora vi chiedo: è grave? Quant'è la misura massima di un aorta ascendente? E a che misurazione va eseguito un intervento chirurgico? E se è un intervento rischioso...Grazie
Premetto che non ho glicemia, no colesterolo, ma sono ipotiroideo e assumo eutirox 175mg, sono iperteso e assumo coverlam 10/5mg, sono ipertrigliceridemico e assumo esapent 1000mg 3 volte al giorno. Ultime analisi fatte tre mesi fa per trigliceridi 248 su 170. Pressione media 115/120 su 75/80 e 55/60 battiti al minuto. Sono una persona molto ansiosa e ipocondriaca. Ho eseguito nel 2008 al San Filippo Neri di Roma un ablazione transcatetere per 5 episodi di fibrillazione atriale idiopatica, dal 2008 ad oggi non ho più avuto nessun'altro episodio di fibrillazione ed assumo sotalex 80mg due volte al giorno e la cardioaspirinetta. Tengo a precisare che mi sono messo drasticamente a dieta da un nutrizionista e mi faccio la mia corsetta moderata di 30/40 minuti al giorno. Grazie e attendo cortesemente un vostro parere....Cordialissimi Saluti!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Intervento chirurgico ???
Ma non c'è alcuna indicazione...
40 mm di aorta ascendente non sono un valore critico e lei non ha altre potenziali cause di dilatazione oltre l'ipertensione arteriosa, che comunque non va sottovalutata e i valori devono essere ben controllati. A tal proposito le consiglio di eseguire una volta/anno nel periodo invernale un Holter pressorio delle 24 h al fine di stabilire l'efficacia della terapia osservata. Potrebbe esserle di aiuto a comprenderne i motivi la lettura dell'art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille Dottor Rillo per la sua gentile risposta....le dicevo questo perché purtroppo c'è chi mi dice di controllare la misurazione dell'aorta tramite un angiotac per avere conferma, e chi mi dice di poter stare tranquillo e di tenere solo sotto controllo pressione e peso corporeo....infatti mi sono messo drasticamente a dieta e la pressione sempre sui 115/120 su 75/80 e 55/60 battiti al minuto. Quindi lei mi sta dicendo che posso stare tranquillo? Grazie e Saluti!
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Una TAC va fatta quando si vuole dettagliare le misure anche al fine di dirimere il dubbio su un eventuale terapia chirurgica, ma nel suo caso le confermo che di chirurgia non si parla e se l'eco è stato ben fatto non ha bisogno di altro.
[#4] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille Dottor Rillo per la sua esauriente risposta...Volevo chiederle anche se carotidi e coronarie hanno qualcosa in comune nel senso di ostruzioni....le dico questo perché ho visionato le carotidi ed ho una microplacchetta che come mi ha detto il medico non desta preoccupazioni, e siccome sono a dieta e tutti i giorni mi faccio la mia lieve corsetta di 45/50 minuti, oggi ho sentito un paio di piccole pressioni al petto e dalla paura mi sono fermato, dopo circa 10 minuti ho ripreso e non ho più sentito nulla....cosa può essere? Premetto che esattamente un anno fa ho fatto un ecg da sforzo e non è risultato nulla a parte qualche extrasistole sopraventricolari benigne....lei pensa che oggi questo disturbo che ho avuto potrebbe interessare le coronarie? Grazie ancora e mi scusi ma sono una persona molto ansiosa ed ipocondriaca.....Saluti!