Utente 439XXX
Buonasera,
a otto mesi dall'intervento di resezione parziale della prima costa di destra, mi ritrovo ad avere dolori al braccio destro che prima dell'intervento non avevo. L'operazione a detta del chirurgo è riuscita bene, quello che invece mi crea dolori, sono anche i piccoli movimenti come scrivere, leggere, guardare la televisione, ecc. (soprattutto quando sono seduto) che interessano principalmente la parte interna del braccio destro (tricipite) e in parte la zona ascellare. Il chirurgo nei vari consulti, l'ultimo dei quali circa 2 mesi fa, mi dice di portare pazienza che il tutto si dovrebbe risolvere e mi ha dato il toradol e il nicetile (integratore) ma non mi hanno portato benefici. Ultimamente mi sto rivolgendo ad un osteopata e cerco di evitare qualsiasi sforzo e attività fisica (golf) che possa peggiorare la situazione, ma per ora non ci sono miglioramenti. Potete consigliarmi qualche soluzione? Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Luzzana
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
per meglio capire la situazione le chiederei se i disturbi che segnala non erano già presenti prima dell'intervento e quale stato il motivo dell'intervento stesso.
Mi faccia sapere
Saluti
[#2] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Innanzitutto grazie per la risposta tempestiva.
I dolori descritti sono apparsi SOLO dopo l'operazione e l'intervento di resezione parziale della prima costa è dovuto ai dolori "canonici" della tos (parastesie alle mani, torpore, ecc), causati a detta dei 2 chirurghi (toracico e vascolare) che mi hanno operato, dalla forma a spatola della mie coste, oltre che alla ipercifosi che ho.
Grazie.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Luzzana
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
le chiedevo il motivo dell'intervento proprio perchè, come le sarà stato spiegato, è gravato da disturbi postoperatori molto frequenti (in letteratura si va dal 15 al 30%) D'altra parte quel distretto del nostro corpo è attraversato da nervi e vasi importanti che potenzialmente possono "irritarsi" dopo un intervento di resezione costale.
Il mio consiglio è sempre quello di "ragionare" con il chirurgo che l'ha operato per tentare di trovare le migliori soluzioni possibili. Terapia medica, fisioterapia o altro possono darle una mano ma è sopratutto il chirurgo che la segue che può aiutarla a risolvere il problema. Quindi, benevolmente ma con fermezza, lo coinvolga al fine che si trovi una soluzione al problema.
Mi faccia sapere