inail  
 
Utente 439XXX
Buongiorno.

Circa un mese fa' a causa di una caduta mentre mi recavo a lavoro ho subito la frattura di tibia e perone con conseguente intervento chirurgico. A breve avro' la mia seconda visita all'INAIL dove probabilmente estenderanno la mia inabilita' al lavoro. La mia domanda e' la seguente:
Se decidessi di chiudere l'infortunio INAIL e di lavorare da casa (svolgo la mia attività lavorativa prevalentemente al computer) questo provocherebbe una riduzione di eventuali benefici economici (rimborso tutore, fisioterapia, calcolo danno biologico, etc...) di cui avrei diritto? Ovvero potrei avere qualche tipo di svantaggio in futuro nel caso in cui a seguito di ulteriori visite mediche si dovesse riscontrare un aggravamento della mia situazione, un allungamento del periodo di guarigione?

Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

Cordiali Saluti,
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

è l'Inail che deve chiudere l'infortunio solo quando la situazione è stabilizzata (non prima) Poi può decidere , in accordo con la ditta, di lavorare anche a casa.

Cordiali saluti