Utente 121XXX
Buongiorno,
volevo avere un consulto per la possibilità di fare un vaccino per le allergie.

Soffro fin da giovane di svariate allergie, moltissime alimentari (anche con sindrome LTP) ed altrettante a praticamente tutti i tipi di polline. Quest'ultima cosa mi porta ad assumere farmaci da febbraio a novembre con quotidianità. Sia spray nasali cortisonici che antistaminici per via orale.
Ho scoperto di avere queste allergie perché sono stato ricoverato 3 volte in ospedale durante l'adolescenza per via di fortissime reazioni di orticaria. Ho eseguito prick e RAST test che hanno confermato il tutto. Ho eseguito l'anno scorso anche il test ISAC 112 con il seguente risultato:

Presenza di IgE per graminacee, ambrosia, fagales (betulacee) e acari domestici.
Le IgE per Cyn d 1 dell'erba canina e Phl p 1 della codolina possono cross-reagire.
Elevato livello di IgE specifiche per allergeni specie-specifici e cross-reattivi (tropomiosina) di crostacei.
Sensibilizzazione a tropomiosina, tipico allergene cross-reattivo tra molluschi, crostacei ed acari, responsabile anche di allergia al parassita anisakis.
Positività per allergeni Bet v 1-like della famiglia PR-10, termo- e acido-labili, tipicamente associata a sindrome orale allergica.
Sensibilizzazione ad allergeni alimentari della famiglia proteica LTP (termo-acido-stabile) di noce, pesca e nocciola, platano, potenzialmente associata a reazioni anche gravi all’assunzione del vegetale corrispondente o di vegetali con esso cross-reattivi.
Generalmente i livelli di IgE specifiche correlano con la probabilità di sintomi allergici.

Ho chiesto l'anno scorso ad un allergologo di poter fare il vaccino per i pollini per riuscire almeno a togliermi di dosso i 9 mesi all'anno in cui devo assumere farmaci in continuazione ma non ha voluto consigliarmeli perché sostiene che in una situazione delicata come la mia fare il vaccino potrebbe in qualche modo scombinare qualcosa e peggiorare altre allergie che ora riesco a tenere sotto controllo.
E' vera questa cosa? Volevo avere anche un vostro parere prima di andare a fare altre visite perché non vorrei precludermi la possibilità di stare bene senza farmaci solo perché magari un medico non era abbastanza aggiornato o non se la sentiva di fare un vaccino.

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, le rispondo, anche se la sua situazione non è facile. In linea di massima il collega che ha consultato non le ha detto cose inesatte. Ma forse ha avuto un eccesso di prudenza.
Non è controindicato fare dei vaccini desensibilizzanti ma ci vuole prudenza. Io da lontano le direi che se la dovessi trattare userei due vaccini: uno per le graminacee e uno per gli acari. Quello per le graminacee userei il Grazax che al momento è l'unico rimborsabile in Italia, e per gli acari utilizzerei un Lais compresse.
Naturalmnete la mia risposta ha i limiti di una consulenza a distanza. Ma a Milano può per esempio rivolgersi ai colleghi del Niguarda , nel reparto di immunoallergologia della professoressa Pastorello che sapranno come indirizzarla al meglio.