Utente 438XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni, premetto che soffro di ansia e attacchi di panico da tanti anni e da circa 7 anni di emicrania con aura,ed ho girato diversi specialisti tra cui neurologi e pschiatri , ho effettuato una visita neurologica (risultata negativa )che non si presentano tutti in una volta ma in modo casuale : senso di svenimento ( da tanto tempo ), confusione mentale ( a volte ), cefalea, fotofobia, demenza ( a volte ), tachicardia, dispnea, palpitazioni, vertigini, formicolii agli arti, ho effettuato una tac con il seguente referto : Regolare la sede e la morfologia del quarto ventricolo, ampia la cisterna magna, in asse il terzo ventricolo, asimmetrici I ventricoli laterali con il destro che appare inferiormente assottigliato e di ampiezza ridotta rispetto al controlaterale , mentre invece alcuni anni fa ho effettuato una tac con un esito simile cioè avevo sempre l'assimetria ventricolare e la cisterna magna ampia, il neurologo non ha dato grande peso a queste perché mi ha detto che possono essere cose congenite che si riscontro spesso quando uno da una tac o una risonanza, ho effettuato anche l'E.E.G con il seguente referto : Tracciato E.E.G di base occipitale a 11-11,5 c/s , medio-voltato , simmetrico , a morfologia lievemente irregolare e a tratti aspra , ma discretamente organizzata.Presente la reazione d'arresto.Numerosi artefatti muscolari e da movimento oculare. L'iperpnea e la s.l.i non modificano sostanzialmente il reperto di base.
Conclusioni: Tracciato E.E.G nella norma. Visita oculista risultata negativa, campo visivo risultato negativo, elettrocardiogramma risultata negativa ed analisi del sangue compresa la tiroide risultati negativi, l'oculista mi ha consigliato una nuova visita neurologica per quanto riguarda l'emicrania e la fotofobia, e le settimana scorsa ho effettuato una nuova visita neurologica il medico l'ha fatta in modo accurato ho visto gli esami e non ha riscontrato nulla e mi ha dato l'almogran quando inizia il mal di testa mentre invece per l'emicrania con aura non ha ritenuto opportuna una terapia di prevenzione in base alla frequenza degli attacchi uno ogni 12-18 mesi oppure c'è stato un periodo che è speriata per più di 2 anni e quando mi viene quella con l'aura mi ha detto di prendere il farmaco quando inizia il mal di testa , per quanto riguarda l'ansia ho girato diversi pschiatri ho preso tanti antidepressivi SSRI e ssri ma non ho concluso nulla al momento prendo solo l'alprazolam, riguardo ai miei sintomi riferiti possono divenire da una componente ansiosa? E poi l'almogran è buono per l'emicrania? Vi ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi pare di potere condividere ciò che Le ha detto il neurologo, infatti con aura che si manifesta ogni 12-18 mesi non è indicata la terapia di prevenzione.
Riguardo l'almogran, non esistono farmaci "buoni" e "meno buoni", infatti uno stesso farmaco può essere efficace in un soggetto e molto meno in un altro.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo la ringrazio per la risposta, mi scusi se ancora la disturbo va volevo chiederle delle cose:
1) L'alprazolam che ha un emivita intorno alle 24 ore preso in 3 somministrazioni come mi è stato indicato dal neurologo 20 gocce per tre volte al giorno, riesce a caprire per l'intera giornata?

2)L'EN (che mi è stato consigliato sia dal neurologo e dal medico curante in alternativa al alprazolam), che ha un emivita maggiore rispetto l'alprazolam significa che il suo effetto dura di più? E poi è vero che non è molto efficace sugli attacchi di panico rispetto all'alprazolam ?

3)Il Pasaden (consigliAto dal psichiatra dove sono stato un mese fa) che ha un emivita breve significa che il suo effetto svanisce in fretta? È indicato per gli attacchi di panico o solo per ansia?
4)In generale quando un medico prescrive un ansiolitico da prendere tutti i giorni è vero che dapprima possono manifestarsi effetti collaterali come agitazione o tachicardia per poi fare l'effetto vero e proprio dopo un paio di giorni? Mi scusi per le domande ma vorrei solo una semplice informazione , la ringrazio ancora Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, la mia domanda gli ha creato qualche problema? Nel senso che è vietato dalle linee guida del sito? Mi scusi ancora per il disturbo Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo le emivite dei farmaci che cita ma ovviamente non Le posso dare nessuna indicazione su quale assumere.
Sono tutte benzodiazepine.

<<è vero che dapprima possono manifestarsi effetti collaterali come agitazione o tachicardia per poi fare l'effetto vero e proprio dopo un paio di giorni?>> con questa classe di farmaci generalmente questo non succede.

Buona serata
[#5] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, ho provato a prendere una volta sia l'en , il lexotan e il pasaden e diazepam ho ottenuto l'effetto contrario cioè mi sono sentito più agitato da cosa potrebbe essere provocato questo? Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Farmaco di questo tipo se ne prende SOLO uno.
[#7] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore ne ho preso solo uno nel senso che un giorno ho provato il lexotan, e dopo 2 mesi circa l'en e alla prima assunzione ho ottenuto l'effetto contrario può essere stata una sindrome da astinenza dall'alprazolam? Perché quando il pschiatra mi ha detto di sostituire l'alprazolam con il pasaden non stavo bene mi sentivo strano come fuori dal mondo
Cordialmente
[#8] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni e mi scusi se ancora la disturbo, le scrivo perché le volevo chiedere: in base ai referti riscontrati nei miei esami come Tac ed elettroencefalogramma ed altri accertamenti elencati da me in precedenza e con visita neurologica negativa eseguita una settimana fa presso un neurologo esperto in cefalee e con la mia sintomatologia , con i limiti del consulto a distanza che capisco che è difficile formulare diagnosi e ipotesi lei come impressione generale si sentirebbe di escludere malattie importanti? Come tumori lesioni importanti oppure stati ischemici o ictali? Stamattina mi sono fatto controllare pressione sanguigna frequenza cardiaca e ossigenazione ed erano normali , perché non mi sentivo tanto bene avevo disturbi alla testa come una sorta di peso in testa e una lieve confusione mentale , possOno essere somatizzazioni d'ansia? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con le visite e gli esami diagnostici effettuati con esito negativo non vedo motivi di preoccupazione.
Anche gli ultimi disturbi possono esser di tipo psicosomatico.

Buon fine settimana
[#10] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio tanto per la risposta è per il consulto le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana anche a Lei
[#12] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi ancora una volta per il disturbo, ieri sera ho avuto un aura visiva che è durata 20 minuti ed ero assolutamente lucido ho avuto solo l'aura visiva e nessun altro sintomo per esempio afasia, e come è passata ho avuto mal di testa con dolore in sede unilaterale, quello che le volevo chiedere è :
1)Potrebbe essersi trattato del classico episodi di emicrania con aura?
2)Un attacco di emicrania con o senza aura può dare segni premonitori 2 giorni prima,con sintomi del tipo confusione mentale, nausea e sentirsi come scombussalati o spossati?
3) In un anno l'emicrania con aura può presentarsi per ogni tre mesi per poi scomparire per un anno intero?
4)L'aura visiva può essere un segno di tumore celebrale? O di qualche problema vascolare a livello neurologico? Può divenire oppure da un periodo di forte ansia e stress?
Mi scusi per le domande, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Molto probabile.
2. Raramente è possibile.
3. Certamente, qualsiasi combinazione può essere possibile.
4. Esistono delle forme secondarie a problemi organici cerebrali ma sono molto rare.
5. Periodi di forte ansia e stress possono rappresentare dei possibili fattori scatenanti in soggetti predisposti ma non sono la causa.

Buona domenica
[#14] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio come sempre per la risposta, il neurologo durante la visita ha menzionato due farmaci, l'aspirinetta oppure il topomax, sono due farmaci efficaci sia sull'aura che sulla fase dolorosa? Ovviamente è solo un'informazione la mia ,le auguro una buona domenica Cordiali saluti
[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il topamax è indicato per entrambe le condizioni, sull'aspirinetta ho dei dubbi a meno che non intendesse come antiaggregante.

Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore , sull'aspirinetta non lo so lui ha fatto ipotesi nel caso in cui l'amogran non dovesse funzionare oppure se fare una terapia di prevenzione
Cordiali saluti
[#17] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi ancora una volta ma le volevo chiedere un consulto su una cosa, ovviamente le chiedo solamente un'informazione, c'è differenza tra lo xanax classico e quello a rilascio prolungato che è uscito dopo? L'effetto di quellp prolungato dura di più oppure impiega di più ad agire?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le forme a rilascio prolungato durano di più nel sangue per cui, secondo il farmaco in questione, si può ridurre il numero delle assunzioni giornaliere.

Cordialmente
[#19] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti
[#20] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni se la disturbo ancora, ma volevo un suo consulto, stasera mi è successo di nuovo di avere l'aura visiva per 20 minuti circa e poi dopo mal di testa con dolore unilaterale, in 10 giorni mi è già successo 2 volte e sto iniziando a preoccuparmi seriamente ho paura di avere qualcosa a livello neurologico grave come tumori o ischemie o aneurismi oppure ictus , da quando prendo almogran sembra che la frequenza del mal di testa sia aumentata ,sono preoccupato perché nessuno mi scrive la risonanza magnetica perché ritengono che nella tac non c'è nulla, ho intenzione di chiamare il neurologo e dirgli la situazione, volevo chiederle l'almogran può aumentare la frequenza della cefalea? Devo preoccuparmi di avere qualcosa di brutto? L'emicrania può avere questa frequenza?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'almogran può aumentare la frequenza degli attacchi emicranici se si abusa, altrimenti non sono riportati casi di questo tipo.
In ogni caso è caratteristica dell'emicrania con aura avere un decorso irregolare con periodi di maggiore frequenza alternati a periodi anche lunghi di quiescenza.
Nel periodo di maggiore frequenza è indicata la terapia di prevenzione per cui contatti il neurologo e riferisca il problema.

Cordialità
[#22] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, seguirò il suo consiglio è vediamo cosa mi dice , riguardo le patologie da me indicate devo preoccuparmi? Le auguro una serena notte, Cordiali saluti
[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le visite e gli esami diagnostici effettuati con esito negativo sono in tal senso tranquillizzanti.

Buona giornata
[#24] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio veramente tanto per la risposta, posso farle sapere cosa mi dira' il neurologo?
Cordiali saluti
[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, mi faccia sapere.

Cordiali saluti
[#26] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta e per la sua disponibilità, ho contattato il neurologo e mi ha detto che mi vuole vedere tra due settimane perché non ha escluso la possibilità della terapia di profilassi credo che sia quella di prevenzione se non erro
Cordiali saluti
[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, sono sinonimi. Mi faccia poi sapere cosa Le dirà il collega in seguito alla visita.

Cordialmente
[#28] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, le farò sapere l'esito della visita, la ringrazio ancora per la risposta le auguro una buona giornata, Cordiali saluti
[#29] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni se la disturbo, volevo solo chiederle una cosa sul emicrania con aura, può capitare di avere attacchi ogni 12-18 mesi e poi scompaiono per un anno, e poi si manifestano ogni 3 mesi in un anno oppure di avere per un periodo 2 attacchi nel giro di 10 giorni? E la risonanza o Tac risultano negative? Dimentico a dire che il medico curante mi ha prescritto il magnesio oggi ne ho preso una compressa e dopo un paio di minuti ho avuto un po' di plurito e sensi di soffocamento i sintomi sono stati a tratti per 2 ore circa e poi sono spariti, il magnesio si utilizza nell'emicrania? I miei disturbi possono essere reazioni allergiche? In passato ho preso qualche integratore di magnesio ma non ho avuto questi disturbi, La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il decorso irregolare, per es. quello che Lei menziona, è una delle caratteristiche dell'emicrania con aura.
La RM e la TC in questi casi sono quasi sempre negative.
Alcuni colleghi utilizzano il magnesio come prevenzione dell'emicrania ma con risultati non sempre brillanti.
La sintomatologia odierna teoricamente potrebbe essere di tipo allergico, non tanto al magnesio quanto a qualche eccipiente.
Di questo deve informare il medico che ha prescritto il farmaco.

Cordialità
[#31] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio come sempre per sua risposta puntuale e precisa, le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#32] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott.Ferrarolo, ho effettuato nuovamente la visita neurologica, e il neurologo mi ha detto che in base alla frequenza dei miei attacchi di emicrania con e senza aura siamo al momento al limite della terapia di profilassi, cioè lui ha voluto evitare farmaci come il topamax e lamotrigina e i betabloccanti perché mi ha detto che non sono farmaci leggeri , e mi ha prescritto neoxerogen 2 compresse al giorno e la risonanza magnetica con è senza mezzo di contrasto e l'angio Rm , quello che le volevo chiedere è questo farmaco può aiutare sia per l'emicrania che per l'ansia? Sulla risonanza magnetica mi ha detto che me la sta facendo fare per farmi stare tranquillo, ma io sono un po' preoccupato a farla devo preoccuparmi secondo lei di patologie importanti? Mi ha detto che dopo la risonanza vedremo come agire e nel frattempo vuole vedere come va il farmaco.La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il farmaco in questione è un integratore che in base ai suoi componenti può aiutare sia per l'ansia che per l'emicrania.
Ovviamente consideri che è soltanto un integratore.
Faccia serenamente la RM, infatti Le è stato detto di effettuarla solo per Sua tranquillità.

Cordiali saluti
[#34] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il consulto, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti
[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana anche a Lei
[#36] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott.Ferrarolo, mi scusi se la disturbo ancora, le volevo chiedere una cosa, il neoxerogen alle prime assunzioni può provocare effetti collaterali come tachicardia, lievi vertigini e senso di svenimento e soprattutto può aumentare l'ansia ? Può avere delle iterazioni con lo xanax? Può essere una reazione allergica la mia?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i componenti dell'integratore in questione generalmente non causano effetti collaterali particolari ma, considerato che ogni soggetto reagisce ai farmaci in maniera assolutamente individuale, teoricamente potrebbero starci.
Interazioni negative con lo xanax non sono segnalate.
Reazione allergica? Non sembrerebbe ma Le dico questo con i soliti limiti del consulto a distanza.
Se la sintomatologia dovesse persistere si rivolga al medico curante o al neurologo che La segue.

Cordialmente
[#38] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per i consigli, vedremo come va nei prossimi, le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#39] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott.Ferrarolo, mi scusi se la disturbo, ma le volevo chiedere alcune cose:
1)Il mezzo di contrasto della risonanza magnetica è pericoloso? Può portare reazioni allergiche gravi? Mi hanno chiesto di fare alcune analisi tra cui creatinemia e azotemia.
2)Il medico curante mi ha dato per l'aura emicranica un integratore chiamato aurastop da assumere durante l'aura, questo farmaco può aiutare durante l'aura?
3)Esistono dei farmaci per bloccare l'aura visiva? Ovviamente è solo un'informazione sulla categoria di farmaci nulla più
4)Se vado dal neurologo dopo la risonanza magnetica può prescrivere una cura che dia giovimento sia all'ansia che all'emicrania? O meglio ci sono neurologi che si occupano di queste cose?Riguardo il neoxerogen prescritto dal neurologo l'ho dovuto sospendere perché sono stato male
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti .
[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1) "Il mezzo di contrasto della risonanza magnetica è pericoloso? Può portare reazioni allergiche gravi?" Pericoloso no, può dare reazioni allergiche ma queste non sono frequenti col gadolinio.

2)"Il medico curante mi ha dato per l'aura emicranica un integratore chiamato aurastop da assumere durante l'aura, questo farmaco può aiutare durante l'aura?" Potrebbe aiutare, consideri però che è un integratore.

3) "Esistono dei farmaci per bloccare l'aura visiva?" È più efficace, in tal senso, una terapia di prevenzione ove indicata.

4) "Se vado dal neurologo dopo la risonanza magnetica può prescrivere una cura che dia giovimento sia all'ansia che all'emicrania?" È certamente possibile.

"O meglio ci sono neurologi che si occupano di queste cose?" La maggioranza.

Cordialità
[#41] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, le volevo chiedere un altra cosa quanto dovrebbe durare la risonanza senza e con mezzo di contrasto integrata ad angio rm senza mezzo di contrasto ?
Cordiali saluti
[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
30-40 minuti.
[#43] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il consulto, le auguro una Buona Pasqua Cordiali saluti
[#44] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott.Ferrarolo, mi scusi se la disturbo ancora, ma le volevo chiedere un consulto, e' da 3 giorni circa che ho la sensazione di campo visivo ridotto però è solo una sensazione perché vedo bene e poi è come se si irradia al braccio destro il braccio però lo posso muovere tranquillamente e a volte lievi vertigini , questa sintomatologia può divenire dall'ansia? Ho paura che si tratta di un tia, potrebbe esserlo? poi ho parlato con un medico riguardo alcuni miei sintomi e gli ho fatto vedere tutte le elettroencefalogramma e mi ha detto che potrei avere un piccolo male cioè delle assenze ,sono cose gravi? Le aure visive possono divenire fa questa cosa?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Cosa s'irradia al braccio destro?
[#46] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, mi sono spiegato male mi scusi, no che si irradia al braccio destro e come se fosse un pochino più debole , è una solo una sensazione
Cordiali saluti
[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia sembrerebbe di origine ansiosa, non penso che si possa parlare di TIA solo in base a sensazioni.
Per quanto riguarda un eventuale piccolo male, non visionando gli EEG, non è possibile sbilanciarsi.
Ne parlerei con un esperto epilettologo.

Cordiali saluti
[#48] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta mi hanno detto di andare da un bravo neurologo dopo la risonanza per definire meglio la situazione, per quanto riguarda il piccolo male può causare aure visive? Cordiali saluti
[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, il piccolo male non si manifesta con disturbi visivi, quando i disturbi visivi sono di natura epilettica si definiscono "crisi parziali semplici".

Cordialmente
[#50] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta, ho paura che tutta questa sintomatologia descritta sia la spia di qualche tumore o di qualche altra cosa a livello neurologico grave e ho paura a fare la Risonanza magnetica per l'esito.
Cordiali saluti
[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Vada tranquillo e non pensi negativo.

Buona serata
[#52] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore la ringrazio tanto ancora una volta e speriamo bene, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti
[#53] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, ho effettuato la Risonanza magnetica e l'angio Rm però senza mezzo di contrasto, con il seguente referto : Esame eseguito con seguenze FSE T2-SE T1 pesate, DWI, FLAIR, e GE T2 sui tre piani ortogonali e con sequenze 3D-TOF e 3D T1-FSPGR con ricostruzioni MPR e MIP.
Ventricoli laterali di dimensioni lievemente aumentate e modicamente asimmetriche per sinistro maggiore del destro.
||| e |V ventricolo di normali dimensioni, in asse.
Regolare lo sviluppo del corpo calloso.Assenti alterazioni di segnale a carico del parenchima encefalico. Si segnala il maggior ampliamento della cisterna magna a livello di entrambi i versanti. Regolare la rappresentazione degli spazi corticali della base e della convessita celebrale e cerebellare bilateralmente.
Le sequenze Angio-Rm in fase arteriosa non evidenziano alterazioni morfo-strutturali e/o del segnale da vuoto di flusso a carico del poligono di Willis e dei suoi principali rami; si segnala solo lieve tortuosita' del decorso dei tratti intra-cranici delle aa. Vertebrali.
Sfumate alterazioni di segnale da mastodite cronica si riconoscono bilateralmente e modico ispessimento della mucosa dei turbinati nasali di sinistra. Secondo lei queste cose che hanno trovato nel angio rm possono provocare vertigini e mal di testa? Ho la cervicale? Come Rm c'è qualcosa di patologico? Un'ultima cosa riguardo i miei disturbi visivi alle luci e agli scontomi possono essere delle cose a livello epilettico visto che il radiologo non le ha escluse del tutto? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che la lieve tortuosità dei tratti intracranici delle arterie vertebrali non siano all'origine delle vertigini, peraltro da escludere anche il mal di testa.
Anche a livello encefalico non sembrano esserci problematiche da attenzionare ma ovviamente le immagini dell'esame le deve visionare il neurologo per dare un parere diretto.

Il disturbo visivo potrebbe teoricamente avere un'origine epilettica ed essere inquadrato come crisi parziale semplice, capisce bene però che questa è solo un'informazione generale a distanza.
Anche un'aura visiva senza cefalea potrebbe essere un'altra ipotesi.

Cordialità
[#55] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta alcuni miei disturbi come senso di svenimento, vertigini confusione mentale potrebbero essere somatizzazioni d'ansia? La tortuosita dei tratti intra-cranici è una patologia grave?
Cordiali saluti
[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i sintomi sopra menzionati in generale possono essere somatizzazioni ansiose.

La lieve tortuosità......ecc......non è di nessuna gravità.

Cordiali saluti
[#57] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta è per il consulto, le auguro un buon fine settimana Cordiali saluti
[#58] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi per l'ennesima volta se la disturbo ma le volevo chiedere alcune cose.
1)In base al referto della Risonanza potrei avere la cervicale?
2)Se avessi la cervicale può portare cefalea, disturbi dell'udito, e disturbi della vista?
3)Prima del mal di testa possono presentarsi sintomi premonitori come senso di svenimento e vertigini? In questi casi può essere emicrania? Oppure cefalea tensiva?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Lei ha effettuato la RM encefalica e non cervicale per cui non è possibile sapere se abbia problematiche a questo livello.

2. In generale, la cefalea è possibile, gli altri sintomi poco probabili.

3. Sì. Entrambe, non si può stabilire a distanza.

Cordialmente
[#60] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#61] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, ho effettuato la visita neurologica, il neurologo sostiene che non ho epilessia, ma un sistema neurovegetativo fragile, con emicrania con aura e sindrome ansiaosa e mi ha prescritto xanax a rilascio prolungato per 2 volte al giorno relpax come iniziano i disturbi visivi quando ho l'aura, e dopraxin gocce per tre volte al giorno, quello che le volevo chiedere è questi disturbi visivi che lui li collega ad emicrania possono essere la conseguenza del fatto che ho un sistema neurovegetativo fragile? La terapia prescritta è in linea con la diagnosi?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quello che il collega Le ha detto non è una diagnosi ma probabilmente Le ha voluto spiegare un po' la problematica.
In base alla terapia prescritta ritengo che si sia orientato su un disturbo d'ansia con somatizzazioni varie.
In tal senso la terapia è congrua con questa ipotesi.

Cordialità
[#63] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta riguardo ai miei disturbi visivi e la cefalea con questa terapia potrei avere dei giovimenti?
Cordiali saluti
[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Teoricamente sì, poi ogni soggetto risponde in modo individuale alle varie terapie.

Cordiali saluti
[#65] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio ancora per la risposta è per il consulto le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#66] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dott. Ferrarolo mi perdoni se la disturbo ancora, ma le volevo chiedere una cosa, il neurologo mi ha prescritto lo xanax a rilascio prolungato una compressa da 1mg per 2 volte al giorno, mentre invece nel foglietto illustrativo c'è scritto che si consiglia una singola assunzione giornaliera , secondo lei si possono prendere 2 compresse in un giorno? Oppure rischio effetti collaterali pesanti? Io per ora prendo lo xanax quello normale 1,5 mg al giorno
Cordiali saluti
[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo non si può valutare a distanza, il dosaggio dipende dal singolo caso e da eventuali effetti collaterali.
Lo specialista se ha preso questa decisione ha avuto i suoi motivi che io non posso conoscere.
Se poi Lei ha problemi di sonnolenza o altro lo riferisca al medico che prenderà gli opportuni provvedimenti.

Cordialmente
[#68] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il consulto Cordiali saluti
[#69] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott.Ferrarolo, mi scusi se la disturbo ancora, ma le volevo chiedere una cosa, ieri pomeriggio ho iniziato ad avvertire sensazioni strane come riduzione del campo visivo era come una sensazione più che altro ed avevo confusione mentale, dopo 5-10 minuti circa ho iniziato avere l'aura visiva di più all'occhio destro dopo 10-15 minuti mentre avevo ancora l'aura visiva è partito il mal di testa sopra l'occhio sinistro, passato il disturbo visivo che è durato 20 minuti circa in totale ho avuto afasia , che è durata 10-15 minuti finita l'afasia ho preso il relpax ,dopo l'assunzione di relpax mi sentivo scompussolato avevo un po di vertigini e il mal di testa non mi è passato e soprattutto sonnolenza , dopo 2 ore dall'assunzione di relpax il mal di testa mi è peggiorato è diventato più forte e sono dovuto andare in guardia medica, pressione ossigenazione e frequenza cardiaca erano normali e mi hanno fatto una puntura di voltaren , il mal di testa è passato durante la notte poi, le volevo chiedere è possibile che il relpax mi abbia peggiorato il mal di testa perché l'ho preso dopo un'ora? I sintomi che le ho riferito possono essere avvertiti prima o durante un attacco di emicrania? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#70] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ha avuto un tipico attacco di emicrania con aura.
L'accentuazione del mal di testa non è stato causato dal relpax preso dopo un'ora ma dall'inefficacia dello stesso farmaco per il ritardo dell'assunzione, cioè il relpax non è stato efficace.
Questa categoria di farmaci, i triptani, vanno assunti subito, ai primi segni dell'aura perché, se assunti in ritardo o durante l'aura, oltre ad essere inefficaci sull'attacco doloroso, possono anche prolungare l'aura stessa.
I sintomi a cui si riferisce, quelli visivi e afasici, tipicamente precedono l'attacco emicranico, solo in rari casi, ovviamente atipici, possono manifestarsi anche durante la fase dolorosa.

Cordialità
[#71] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta il neurologo mi aveva detto di assumere il relpax ai primissimi segni dell'aura visiva e io non l'ho fatto quindi è stato questo ad aggravare il mal di testa da quanto ho capito? Cordialmente
[#72] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, è più probabile che l'accentuazione del mal di testa facesse parte della sua evoluzione naturale, sarebbe accaduto anche senza il relpax che assunto in ritardo non ha sortito gli effetti sperati, cioè come se non l'avesse assunto, non so se sono stato chiaro.
Il farmaco va preso, come giustamente indicato dal collega, all'inizio dell'aura.
[#73] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, si ho capito quello che ha voluto dire mi sono informato stamattina in guardia medica e mi hanno detto in pratica la stessa cosa che ha detto lei il farmaco va assunto subito , Cordiali saluti
[#74] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, mi perdoni se la disturbo ancora ma le volevo chiedere una cosa, ieri in seguito all'ennesimo attoci di emicrania con aura sono al pronto soccorso e mi hanno chiesto se io avevo effettuato l'eco transesofageo oppure l'ecocolordoppler, perché il sospetto del medico era forse il farome ovale pervio, io ho effettuato l'elettrocardiogramma e l'ecordiogramma( alcuni anni fa) e non c'èra nulla quello che le volevo chiedere questa cosa che ha detto il medico può causare l'emicrania con aura? È una cosa grave? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#75] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile una correlazione tra forame ovale pervio (PFO) ed emicrania con aura, anche se non c'è alcuna certezza in tal senso. Il PFO è una condizione frequente, non grave, presente in circa il 25% della popolazione e spesso asintomatico.
Le allego alla fine di questo post un link esplicativo.

In ogni caso, nei periodi di maggiore frequenza degli attacchi è indicata una terapia di prevenzione, in tal senso si rivolga ad un neurologo esperto in cefalee.

http://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/1440-pervieta-forame-ovale-ed-emicrania-parere-neurologo.html

Cordiali saluti
[#76] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la sua risposta puntuale e precisa, le auguro una buona giornata Cordiali saluti
[#77] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi perdoni e mi scusi per l'ennesima volta, le scrivo perché ho prenotato una visita neurologica da un'altro neurologo l'emicrania con aura perché vorrei inquadrare bene la situazione perché col precedente neurologo si è fatto un po' di confusione e a detta di altri medici poteva essere trattata meglio perché sto avendo attacchi frequenti e ravvicinati, le volevo chiedere con tutti i limiti del consulto a distanza che capisco che è difficile , leggendo il mio referto della Risonanza magnetica e degli altri esami a livello neurologico potrebbe esserci qualche patologia importante associata a questa cefalea con aura ? La risonanza magnetica e l'angio Rm anche se fatte senza mezzo di contrasto se c'è qualcosa di patologico lo vedrebbero? Nel mio caso l'angio Rm anche senza contrasto avrebbe visto un'eventuale aneurisma? O comunque qualcosa a livello vascolare? Il neuroradiolog non l'ha ritenuto opportuno farlo perché non ha visto nulla di sospetto e poi perché io ho l'ho rifiutato perché stavo soffrendo di claustrofobia e non c'è la facevo più purtroppo, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non sono state rilevate, agli esami che menziona, alterazioni che possano correlarsi all'emicrania con aura che pertanto viene definita primaria, cioè a causa non nota.

"La risonanza magnetica e l'angio Rm anche se fatte senza mezzo di contrasto se c'è qualcosa di patologico lo vedrebbero?" Certamente, altrimenti sarebbero esami inutili.

Anche un eventuale aneurisma, all'Angio-RM, sarebbe stato rilevato.

Come Le dicevo precedentemente, nei periodi di maggiore frequenza degli attacchi è indicata la terapia di prevenzione.

Cordialmente
[#79] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, infatti ho prenotato una nuova visita neurologica da un'altro neurologo per affrontare bene questo problema dell'emicrania con aura perché ad oggi non è stato affrontato nel modo più appropriato, Cordiali saluti
[#80] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile, dottor Ferrarolo, mi scusi ancora una volta per il disturbo oggi sono stato dal neurologo e mi ha consigliato di fare l'elettroencefalogramma in sonno e veglia e in più mi ha sostituito lo xanax a rilascio prolungato con quello standard perché quello a rilascio prolungato non stava dando gli effetti sperati e mi ha dato un integratore chiamato klamaton, quello che le volevo chiedere è il passaggio da xanax a rilascio prolungato a quello standard può avvenire subito? Cioè io stamattina ho preso quello a rilascio prolungato 1 mg e stasera 0,75 mg di quello standard rischio particolari effetti collaterali? Riguardo questo integratore potrebbe aiutarmi nelle aure visive e nella cefalea? Mentre invece riguardo al dropaxin mi ha detto che si può aumentare,la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#81] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'integratore prescritto è un "rilassante", non ha azione diretta sulle cefalee né sull'aura.
La sostituzione nella stessa giornata dello xanax a rilascio prolungato con quello a rilascio immediato potrebbe causare soltanto un po' di sonnolenza.

Cordialità
[#82] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta quindi anche questo neurologo da quanto ho capito si è orientato sul versante ansioso della cosa
Cordiali saluti
[#83] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sembrerebbe proprio così.
Ma l'emicrania con aura, quando gli attacchi sono frequenti, andrebbe curata diversamente, con farmaci specifici per la prevenzione.
Vediamo comunque quali effetti sortirà questa terapia.

Cordiali saluti
[#84] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, parlerò anche col medico curante e vediamo cosa mi consiglia e se mi darà qualcosa
Cordialmente
[#85] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi ancora una volta, ieri sono stato dal medico curante e mi ha consigliato di andare da un'altro neurologo, e mi ha detto che un buon farmaco per l'emicrania è la flunarizina, le volevo chiedere la flunarizina agisce solo sulla fase dolorosa? Oppure anche sull'aura? Lui vorrebbe affiancare l'aurastop l'integratore, riguardo la flunarizina agisce anche a livello vascolare cioè migliora la circolazione celebrale e cardiovascolare? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#86] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la flunarizina agisce prevalentemente sull'emicrania, in qualche soggetto ha anche un'azione sull'aura.
Essendo un calcioantagosnista ha un effetto anche sulla circolazione.

Cordialmente
[#87] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il chiarimento, le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#88] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, mi scusi ancora una volta per il disturbo,le volevo chiedere il dropaxin può portare come effetto collaterali cefalea e sudorazione? Da quando l'ho preso ho avuto un aumento sia della cefalea che della sudorazione in questo casi cioè con questo tipo di effetti parlo in generale ovviamente il farmaco deve essere sospeso? Ovviamente so che devo parlare col medico perché non si possono consigliare farmaci volevo solo sapere cosa si dovrebbe fare in questo casi,le volevo anche chiesere se durante la gravidanza si è colpiti da toxoplasmosi questo da adulti può lasciare delle tracce come disturbi visivi? Cioè questa cosa può centrare con i miei disturbi visivi?
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#89] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente i sintomo riferiti potrebbero essere effetti collaterali del dropaxin, di solito regrediscono dopo alcune settimane di trattamento, se ciò non dovesse avvenire si valuta l'entità del problema e come procedere.
Ne parli col neurologo.
Riguardo i disturbi visivi legati all'emicrania con aura, non sono correlati ad eventuale infezione da toxoplasma in gravidanza.

Cordialità
[#90] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, le auguro una buona domenica Cordiali saluti
[#91] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo mi perdoni e mi scusi ancora una volta, le scrivo perché le volevo chiedere una cosa su un disturbo, da circa 2 mesi e mezzo ho un senso di riduzione del campo visivo però è una sensazione vedo bene ma è come se avessi questo tipo di disturbo , ho effettuato come lei sa Risonanza magnetica Angio-Rm, Tac , visita oculista e campo visivo e sono risultati negativi da cosa potrebbe dipendere questo disturbo? Ho prenotato un elettroencefalogramma con privazione del sonno ,se avessi qualche crisi parziale semplice potrebbe portare questo tipo di disturbo? In generale da cosa può dipendere? So che a distanza è difficile gli e lo chiedo magari per avere delle indicazioni on generale su quello che potrei fare anche se quando assumo lo xanax sembra che la sintomatologia diminuisce, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#92] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il disturbo è continuativo non ha nulla a che vedere con crisi parziali semplici che hanno una durata di pochi minuti.

L'esito negativo delle visite e degli esami finora effettuati associati a miglioramento dopo assunzione dell'ansiolitico deporrebbero per un problema psicosomatico.

Cordiali saluti
[#93] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la risposta è per il consulto le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#94] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi per l'ennesima volta se la disturbo, oggi ho effettuato l'elettroencefalogramma in privazione del sonno risultata negativa e la visita neurologica, il neurologo sostiene che i miei disturbi visivi possono essere aure visive senza cefalea e mi è stato prescritto in aggiunta al dropaxin e lo xanax il topamirato da 25 mg la sera per poi aumentarlo a 50 mg al giorno e lo xanax mi ha detto di ridurlo , le volevo chiedere il farmaco in questione potrebbe funzionare sia per l'emicrania con aura che per l'ansia? È un farmaco che provoca forti effetti collaterali? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#95] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il topiramato è un buon farmaco di prevenzione dell'emicrania ma non ha indicazione per l'ansia.
Riguardo gli effetti collaterali, questi sono molto individuali per cui non è possibile ipotizzarli a priori.

Cordialmente
[#96] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#97] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi se la disturbo, la volevo aggiornare sulla mia situazione,come le ho detto nel precedente consulto, mi è stato prescritto il topiramato per quanto riguarda la cure dell'emicrania con aura, il medico curante non convinto del farmaco perché l'ha considerato pesane e con troppi effetti collaterali anche perché all'ospedale dove mi hanno prescritto il farmaco mi hanno detto che doveva vedermi un centro cefalee cioè il neurologo che mi ha prescritto il farmaco(topiramato ) in attesa della visita del centro cefalee, l'altro ieri ho effettuato una visita neurologica stavolta in ambulatorio che si occupa di cefalee in modo più approfondito e mi è stata prescritta una cura con lyrica da 50 mg una volta al giorno, e il clevia e in più mi è stato cambiato il dropaxin col daparox e infine lo xanax per 3 volte al giorno, le volevo chiedere la lyrica e il clevia sono farmaci che possono fare effetto sull'emicrania e sui disturbi visivi? Riguardo il passaggio da dropaxin a daparox può creare effetti collaterali pesanti? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#98] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

inizio col dirLe che il clevia è un integratore.
Il dropaxin e il daparox sono la stessa molecola, paroxetina, cambia la concentrazione ma non risentirà di questa sostituzione.
Il lyrica è indicato anche per i disturbi d'ansia generalizzata. Non ha in scheda tecnica l'indicazione dell'emicrania ma alcuni colleghi lo utilizzano in tal senso come profilassi.

Cordialità Cordialità
[#99] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta, il clevia pur essendo un integratore ha indicazione per l'emicrania? Riguardo la lyrica potrebbe aiutarmi nei disturbi visivi anche quando non ho l'aura emicranica? Per esempio negli scontomi scintillanti provocate da alcune luci?
Cordialmente
[#100] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nell'aura emicranica il Lyrica può essere efficace, sempre come indicazione al di fuori della scheda tecnica, per il resto sinceramente non so.
Il clevia è un integratore anch'esso utilizzato per le cefalee.

Cordiali saluti
[#101] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per il consulto le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#102] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi e mi perdoni se la disturbo ancora, ho iniziato ad assumere 3 giorni fa il daparox da 20 mg dopo pranzo al posto del dropaxin gocce che ne prendevo 20 gocce per 2 volte al giorno , oggi ho preso il daparox di mattinata e mi sento più ansioso e agitato come se prendessi il farmaco per pa prima volta , mentre nei 2 giorni precedenti ho avvertito sonnolenza, vertigini, confusione mentale e lieve cefalea, secondo lei questi effetti possono essere dovuti al daparox? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#103] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una cpr da 20 mg di daparox corrisponde a 40 gocce di dropaxin, prendendo Lei la paroxetina (lo stesso principio attivo dei due farmaci) prima in due somministrazioni da 10 mg ciascuna e adesso 20 mg in un unica somministrazione probabilmente l'organismo deve abituarsi a questa nuova condizione. Consideri pure che possono cambiare gli eccipienti.
Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza e non è detto che sia quella corretta.

Cordialmente
[#104] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta parlerò col medico curante e vediamo cosa mi dira' , le auguro una buona serata Cordiali saluti
[#105] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi se per l'ennesima volta la disturbo, ma volevo chiederle il dropaxin e la lyrica possono causare come effetti collaterali cefalea? Perché ho notato che da quando assumo dropaxin la frequenza del mio mal di testa sembra aumentata e anche le aure visive sembrano aumentate, riguardo la lyrica volevo porle le seguenti domande: 1 Può causare svenimento? Visto che è tra gli effetti non comuni 2 Quanto tempo impiega all'incirca a fare il suo effetto? Parlo sia riguardo l'emicrania che l'ansia 3 Ho notato che quando assumevo la lyrica un anno fa prescritta dal psichiatra ho avuto un solo attacco di emicrania con aura all'inizio e poi per quasi tre mesi non ho avuto attacchi di emicrania con aura può essere stato l'effetto della lyrica? Perché poi l'ho interrotta
La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti
[#106] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la cefalea è un effetto collaterale comune di entrambi i farmaci che menziona, capisce però che non è possibile stabilire se sia questo il Suo caso, infatti potrebbe anche essere indipendente dalla loro assunzione.
1. Lo svenimento non è un effetto collaterale comune del lyrica.
2. 2-4 settimane mediamente.
3. È possibile l'effetto del lyrica come può essere stata una coincidenza in rapporto al decorso irregolare dell'emicrania stessa.

Cordialità
[#107] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore, la ringrazio per la risposta è per i chiarimenti le auguro una buona domenica Cordiali saluti