Utente 262XXX
Salve, ho 26 anni e quasi un mese fa sono stato sottoposto ad intervento di cataratta all'occhio sinistro.
Dopo una settimana dall'intervento, ho effettuato la visita oculistica di controllo, nella quale l'oculista mi ha detto che l'operazione tecnicamente è riuscita perfettamente. La vista ad una settimana dall'intervento era di 6/10 (prima dell'intervento era 2/10, che non migliorava con le lenti) e l'astigmatismo -1,75 (prima dell'intervento avevo un astigmatismo di -1,5). Con le lenti comunque arrivavo a 11/10. La pressione dell'occhio era un po' più alta del pre-intervento (16 mmHg p misurata una settimana prima dell'intervento, mentre 19 mmHg dopo una settimana dall'intervento).
Sicuramente la mia vista è migliorata rispetto a prima, però devo dire che a distanza di un mese, alcuni fastidi persistono: ho una sensazione di pesantezza sulla tempia sinistra, soprattutto la notte ed in posizione orizzontale. Sempre di sera mi capita di vedere aloni di luce intorno agli oggetti luminosi, anche se in maniera minore rispetto ai primi giorni.
Inoltre nella coda dell'occhio la visione è un po appannata, e devo quindi ruotare l'occhio per vedere bene lateralmente a sinistra. Un'altra sensazione strana è lo sfarfallio dell'occhio quando fisso un oggetto da molto vicino (sono stato miopizzato di 1 grado, non so se questo può influire).
Infine, raramente e molto lievemente, mi è capitato di vedere come dei filamenti che "fluttuano" all'interno dell'occhio quando guardo dalla finestra (credo siano le cosiddette mosche volanti).
So che molti di questi "fastidi" sono comuni dopo un intervento di cataratta, ma mi chiedo se è normale che continuino (seppur in maniera leggera) dopo un mese dall'intervento, e se qualcuno di questi sintomi (come lo sfarfallio dell'occhio, o la pressione sulla tempia) che sono meno comuni siano normali.
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mio caro e giovane
Amico
direi che i SUOI sono tutti i tipici disturbi TRANSITORI del post intervento di cataratta


buona serata

LUIGI MARINO MD PhD

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Veda per piacere le nostre Linee Guida per l’uso dei consulti online.
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della celere risposta.
Secondo lei questo "sfarfallio" a cosa può essere dovuto?
Spiego meglio la situazione. Ad esempio se metto il palmo della mano davanti l'occhio, ad una discreta distanza, non succede nulla. Se avvicino la mano all'occhio, tenendo lo sguardo fisso sulla mano, è come se mi entrassero in ripetizione delle gocce d'acqua dentro l'occhio, ed è una sensazione tanto maggiore quanto più la mano si avvicina all'occhio, ma dura qualche secondo, dopodiché tutto torna normale.
Infine un'altra domanda, secondo lei quando potrei ricominciare a svolgere attività fisica agonistica?
Grazie anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
sue domande
1) Secondo lei questo “sfarfallio” a cosa può essere dovuto?

risposta
VITREO ?
IOL ancora non ben SALDA?

2)secondo lei quando potrei ricominciare a svolgere attività fisica agonistica?

risposta
dipende dallo sport , in genere deve trascorrere almeno un MESE, ma questo devo chiederla a chi l’ha visitata ed operata


buona giornata

UIGI MARINO MD PhD

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Veda per piacere le nostre Linee Guida per l’uso dei consulti online.