volo  
 
Utente 439XXX
Buonasera,
È la prima volta che scrivo su MediciItalia.
Ho 23 anni.
Il 5 Gennaio di questo anno ho avuto un pneumotorace spontaneo al polmone sinistro risolto dopo 15 giorni di drenaggio e aspirazione. Il ricovero è stato molto lungo perché inizialmente il pnx era di circa 7 cm ridotto dopo pochi giorni a 1.5 cm di aria rimasta nella parte apicale e che non si decideva ad andarsene. Per questo motivo,dopo 10 giorni, sono stata 5 giorni con l'aspirazione. Ho fatto anche una TAC in ospedale dove non hanno riscontrato, al momento, la presenza di altre bolle.
Mi rivolgo a voi perché a fine aprile dovrei andare in Scozia a trovare degli amici e questo significa dover prendere un aereo. Volevo sapere se nel mio caso è possibile prenderlo o se è ancora troppo presto.
Mi scuso per il linguaggio poco specifico.
Vi ringrazio molto e spero in una vostra risposta in quanto sono molto in pensiero.
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Luzzana
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
la sua descrizione è chiarissima!
La possibilità che possa avere un nuovo pneumotorace volando in aereo è remota ma non può essere esclusa. Per i piloti o per chi viaggia spesso è consigliato un test in camera iperbarica ma, in questo caso mi sembrerebbe assurdo.
Quello che invece Le conviene comunque fare è informare la compagnia aerea (di solito forniscono una modulistica sanitaria) di modo che da una parte loro siano informati e dall'altra Lei non incorra in nessuna grana burocratica non avendoli informati.
A parte questo, buon viaggio!!

Se vuole approfondire
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2111255/
[#2] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio molto per la veloce risposta e per la chiarezza! Le Sue parole mi sono state davvero utili.
Buon lavoro e buona giornata
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Francesco Luzzana
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Grazie!
[#4] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno Dottore,
Mi scusi ma avrei un'altra d'amanda da farLe.
È normale che a distanza di più di un mese abbia ancora dei dolori fittorei dove avevo il drenaggio? Alcune volte sono anche continui e cambiano in base alla posizione. In base a come mi muovo sento anche degli "scricchiolii" interni. Inoltre ora ho preso anche il raffreddore, questo potrebbe complicare la cosa?
La ringrazio molto,
Mi scusi per le tante domande
[#5] dopo  
Dr. Francesco Luzzana
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
si, i dolori dipendono dal trauma del drenaggio toracico posizionato a suo tempo. Questo infatti è stato inserito vicino al nervo intercostale e probabilmente ha irritato la zona, vedrà che piano piano andrà a posto.
Il raffreddore non l'aiuta. Un colpo di tosse, con l'improvviso aumento di pressione, magari in ambiente depressurizzato non è il massimo. Speriamo che prima del viaggio le sia passato, e se le viene uno sternuto tenti di farlo il più dolcemente possibile...
Buon viaggio!