Utente 377XXX
Buongiorno,
Non sono immune alla toxoplasmosi e sono al terzo mese di gravidanza. Seguo scrupolosamente tutte le indicazioni date dal mio ginecologo su come prevenire il contagio. Tra tutte le precauzioni , Ho eliminato tutti i salumi ad eccezione de prosciutto cotto .
Ho letto però su diversi siti che sarebbe meglio evitare anche quello per via dell affettatrice, che potrebbe essere stata contamintata al contatto con ad esempio il crudo e di conseguenza passarlo anche al cotto.
Volevo sapere se è una possibilità davvero concreta e se quindi è meglio evitare di mangiare anche il cotto.
Grazie per L attenzione
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
16% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Il rischio di contrarre un infezione da toxoplasma, se si consumano alimenti controllati, è raro in quanto le carni della grande produzione industriale provengono da suini che nascono e crescono negli edifici di allevamento dove non hanno alcuna possibilità di venire a contattato con il parassita Toxoplasma che alberga nelle feci dei gatti o di altri animali a sangue caldo e che si trasmette con la contaminazione di queste del terreno attraverso le verdure o attraverso carni poco cotte di animali che vivono in allevamenti all'aperto, in stalle e in porcili.
Inoltre nei prosciutti crudi a lunga stagionatura il parassita, molto labile, non trova le condizioni per sopravvivere