Utente 345XXX
Buongiorno,
Quest'estate a seguito di tampone cervicale e vaginale sono risultata positiva a clamidia e gardnerella. Dopo appropriata cura antibiotica sono guarita ma dopo aver rifatto i tamponi di controllo sono risultata positiva al pepto-streptococco. Ho fatto anche questa volta la cura antibiotica e non avevo più sintomi. A settembre ho iniziato ad avere dei bruciori e dolori al basso ventre (soprattutto a sinistra). Vado a fare la visita e la mia ginecologa dice che non ho nulla e i dolori sono dovuti dal colon. Tuttavia le faccio presente che sono gli stessi dolori di questa estate, e mi riordina il tampone. Così risultò positiva al mycoplasma. Premetto che da circa 2 mesi ho un nuovo compagno con cui ho avuto dei rapporti non protetti. Ora mi sorge un dubbio: è possibile che ogni volta io abbia una nuova infezione? Può essere dovuto dalla flora batterica assente? Questa ultima infezione può essere legata al nuovo compagno? Sinceramente non so più cosa fare anche perché non faccio che prendere antibiotici da questa estate.
Grazie in anticipo per le vostre risposte
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
che vuole che le dica: lei ha fatto già due infezione da patogeni genito urinari, adesso e non ho motivo di credere il contrario, ha in atto una Mycoplasmosi.
Se prima non c'era è evidente che qualcuno l'ha infettata.
Probabilmente il suo nuovo compagno, che è portatore asintomatico o paucisintomatico.
Gli faccia fare un Tampone uretrale e se è positivo mi pare che la questione sia più che chiara.
Intanto tratti per bene l'infezione e induca il suo compagno a curarsi anche lui: diversamente sarà un continuo rimpallo tra la sua infezione guarita e il nuovo contagio da parte del suo partner (effetto ping - pong).
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dott. Caldarola,
La ringrazio della sua risposta. Purtroppo ho ancora dei dubbi, perché il pepto-streptococco l'ho avuto questa estate successivamente alla cura della clamidia e gardnerella, ed è venuto fuori solo dopo aVer rifatto i tamponi (e in quel periodo non avevo nessun compagno e nemmeno rapporti), mentre il mycoplasma l ho scoperto da circa un mese rifacendo i tamponi. Inoltre il mio compagno dice di aver avuto solo dei rapporti non protetti con la sua ex e unica donna con cui non ha usato il preservativo, e sostiene che non derivi da lui. A questo punto le chiedo anche se le infezioni possono restare nel corpo per un periodo di latenza e poi venire fuori.
Grazie ancora per le sue risposte
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora cara,
lasci stare il Pepto - streptococco.
E' acqua passata.
Lei ora ha una infezione da Mycoplasma che si cura con gli stessi farmaci con cui si cura la Chlamydia.
Dunque non è ammissibile che dopo una terapia ben condotta per la Chamydia lei sia rimasta portatrice del Mycoplasma.
La sua vita sessuale non la conosco: ma se lei mi dice che è infetta da 1 mese ed ha un nuovo compagno da due mesi mi pare che 2+2 faccia 4!
A meno che nel frattempo non abbia avuto qualche rapporto sporadico con altro partner occasionale.
Poi mi scusi: lei pretende che un partner, accusato di averla contagiata, ammetta?
Su signora, non è più un adolescente....
Intanto curatevi la Clamidia che può provocare seri danni al suo apparato genitale e a quello del suo compagno.
Buona domenica.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, la ringrazio di cuore e mi scuso per tutte le domande, ma purtroppo essendo ignorante in materia e avendo avuto Aime solo rapporti non protetti con qualche parter fino ad ora, mi trovo davvero a non sapere come gestire quello che mi è accaduto. Sicuramente certi eventi mi resteranno di lezione per il futuro.
Grazie ancora e buuna domenica