Utente 441XXX
Buongiorno
da circa due anni ormai evito di assumere lattosio perché ho sempre sospettato un'intolleranza (dati i sintomi evidenti dopo alcuni pasti- diarrea, dolori e gonfiori addominali ). Ho effettuato un test in farmacia per le intolleranze ( non scientifico)per capire se il problema fosse dovuto evidentemente al lattosio, in cui però non compariva alcuna intolleranza al lattosio, tranne che una minima al caffè e al the.


Dopo il Breath Test al lattosio ho invece ricevuto il risultato di "segni di malassorbimento di lattosio" con i seguenti valori:



TEMPI - H2 ESPIR.
0 - 5
30 - 8
60. - 10
90. - 11
120. - 26
150. - 10
180. - 36
210. - 46
240. - 53

SUBSTRATO: Latte 300 ml
METODICA: valori di h2 rilevati per ogni 30 minuti per 240 minuti



In attesa di una visita specialistica mi piacerebbe avere qualche informazione: qual è il grado dell'intolleranza? I valori finali più alti rispetto a quelli iniziali indicano "problemi" nella parte finale della digestione? Esiste una terapia per inserire nuovamente il lattosio nella mia dieta o la soluzione è continuare a non assumerlo ?




Grazie in anticipo per la disponibilità

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
salve,
si tratta di un grado di intolleranza lieve - moderato ma non grave.
Ognuno di noi ha una soglia di tolleranza al lattosio per cui lei potrebbe provare a inserire questo disaccaride nella dieta molto gradualmente fino a che non le compaiano i classici sintomi clinici.
Oppure, se vuole, abolire latte e latticini e consumare solo alimenti in cui il lattosio non c'è o è stato trasformato dai batteri (per esempio formaggi a pasta dura o extradura).
Cordialità,
Dott. Caldarola.