Utente 441XXX
Gentili dottori buonasera,sono uno studente al 3 anno di università,mi sono imbattuto in un termine che non vi suonerà nuovo,ossia ''smart drugs''.
volevo chiedervi un parere obiettivo cercando di estromettere la vostra etica per quanto vi sia possibile.
il web è pieno di informazioni che talvolta possono essere precise talvolta no.
per questo vi chiedo di dare voi una risposta ad utenti come me, che desiderano chiedere ad un professionista ma sono stanchi di ricevere risposte da libretto illistrativo della serie << è per il trattamento dell'alzheimer>> e sono costretti ad affidarsi ad utenti di forum o alle opinioni degli studenti americani che le hanno sperimentate praticamente tutte.
La mia domanda è:
Questo farmaco preso con una determinata posologia può incrementare le nostre facoltà amnemoniche? può consentirci di studiare meglio?può spingerci un po più in la di quanto già non cerchiamo di fare per stare al passo con questo mondo che sembra non avere tempo per aspettare?
vi chiedo del Piracetam in quanto mi sembra il più sicuro da assumere visto che ha alle spalle tanti anni di sperimentazione.
vi prego di rispondere nel modo più imparziale possibile.
e in caso di opinioni favorevoli quale dovrebbe essere la posologia più adatta per vedere I primi risultati entro qualche mese.
Grazie per la sapienza che mettete a nostra disposizione in questo forum.
buona sera e buon lavoro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
mi dispiace deludere qualche sua aspettativa in merito al piracetam, ma sicuramente non incrementa le facoltà mentali in un soggetto sano (senza decadimento cognitivo); ai suoi tempi io stesso da studente universitario di medicina lo utilizzai nell'illusione di un maggior apprendimento ma senza risultati (sicuramente non superiori ad un placebo); al momento una sostanza che può fungere da "buon carburante" per il cervello può essere la fosfatidilserina ma senza che venga considerata come un a sostanza che aumenti le funzioni cognitive oltre quelle reali
[#2] dopo  
Utente 441XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore la ringrazio per la sua risposta...aspettavo una ''bacchettata'' alla mia domanda invece sono stato lieto di aver trovato uno specialista a rispondere con onestà e assenza di moralismi.
Spero di trovarla disponibile in futuro.
Grazie ancora e Buon lavoro.
[#3] dopo  
Utente 441XXX

Iscritto dal 2017
Dottore quasi dimenticavo qualora decidessi di usarla mi potrebbe gentilmente dire la posologia con la quale dovrei assumere la fosfatidilserina e eventualmente le precauzioni per un suo utilizzo responsabile?
peso 60 kg ho 26 anni e sono alto circa 1.74cm
Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
non essendo ammesse le prescrizione on line posso solo dirle che in commercio ci sono vari prodotti "integratori" che contegono dosaggi adeguati