Utente 638XXX
Gentilissimi dottori, ahime mi vergogno quasi a dirlo, sono un ragazzo di 18 anni appena compiuti e dalle scuole medie soffro fortemente la presenza di due BORSE ADIPOSE eccessive sotto gli occhi. Col tempo le ho provate di tutte.. e tutt'ora oggi bevo al giorno 2 Litri di acqua ( mi hanno detto ke aiutano i reni ), dormo 8-9 ore ( vado a letto presto ) , di tanto in tanto faccio qualche impacco di camomilla e uso uno dei numerosissimi inutili, ma anche confortanti Gel contorno occhi. Non bevo, non fumo, faccio sport e ( premettendo che sono di carattere ereditario ) noto che addirittura le mie superano di gran lunga quelle di mia madre.. CI MANCA SOLO CHE MI METTA IL FONDOTINTA! MA NON VOGLIO ESAGERARE NELL'UMILIAZIONE. Ho il morale sotto zero, questo è un problema che mi ha PORTATO IN UNA SERIA DEPRESSIONE, spesso evito di uscire e la mattina quando non c'è il sole ( quindi non posso mettere gli occhiali ) NON VADO NEMMENO A SCUOLA X LA VERGOGNA..il problema è che ho solo 18 anni.. ma dimostro gli occhi di una persona stanca di 60.. spesso vengo nominato da altre persone col nome di : ALCOLIZZATO, DROGATO, ecc.. Io non ce la faccio piu'.. davvero rischio di rovinarmi il resto della mia adolescenza e piano piano la mia depressione profonda sta convincendo anche I MIEI GENITORI, ora chiedo un vostro parere su quelle che sono Le MODALITA' , I RISCHI , E LE PRECAUZIONI DA PRENDERE X FARE UN INTERVENTO DI BLEFAROPLASTICA PALPEBRA INFERIORE.

inoltre anche il periodo dell'operazione .. ho letto che spesso le cicatrici sono visibile e spariscono nel giro di qualke settimana.. quindi mi conviene farlo in estate?

Confido nella vostra pazienza, ringrazio infinitamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Per valutare correttamente i pro e i contro di questo intervento, e soprattutto che tipo di risultato ci si puo' attendere, e' assolutamente prioritario vedere di persona di che si tratta. Al solo scopo informativo le consiglio di dare uno sguardo al link
http://www.vitocontreas.it/interventi/Palpebre.html
L'intervento e' descritto nei dettagli (a cura di un collega di cui conosco personalmete la professionalita'). Dopodiche' si rivolga con fiducia ad un Chirurgo Plastico della sua citta'.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile giovane,
è vero che il problema delle borse palpebrali può essere già evidente in età giovanile ma da qui a pensare di sottoporsi a blefaroplastica all'età di 18 anni ce ne vuole.... Sia ben chiaro , immagino che il problema estetico ci sia, ma probabilmente lei sta dando molta attenzione ad esso. Prescindendo però da queste considerazioni che esulano dal mio campo specifico le consiglierei metodiche dermatologiche o cosmetiche, riservandosi la correzione chirurgica in una fase successiva.
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
http://www.claudiobernardi.it
[#3] dopo  


dal 2009
Gentilissimi dottori, innanzi tutto Vi ringrazio per l'attenzione. Rispondendo al Dr. Spina dico che Ho intenzione di rivolgermi al di fuori della mia regione e quindi in questo ambito chiedere Come fare a trovare un Buon Chirurgo Esperto, ahime proprio oggi hanno fatto un servizio su Rai2 di interventi chirurgici sbagliati che mi ha fatto un po di paura, inoltre da cosa variano i costi 2500-5000 Premetto che devo fare solo palpebra inferiore.

Dr.Bernardi io la ringrazio per la Sua onesta sincerità, ma mi creda, provi a mettersi nei miei panni.. mi sto davvero distruggendo la vita, evito i posti con molta luce perche questa mi provoca un'ombra scura che mi fa raddoppiare il problema. Non vivo piu', poi nell'intervento di prima non ho specificato un'altra cosa. Io sono un ragazzo che tutt'ora si frequenta con ragazze e spesso mi è capitato di sentire loro frasi di questo tipo: " è Un Bel ragazzo, peccato per gli occhi che lo fanno un mostro, sprecano quanto di bello c'è in lui" e questa considerazione sentita con le mie orecchie in un bagno del mio istituto. mi ha fatto sprofondare in una crisi che peggiora giorno dopo giorno. La Mia decisione credo sia Inamovibile ma MI PUO' SPIEGARE PERCHE' TANTA TITUBANZA? CI SONO MAGGIORI RISCHI A QUESTA ETA'?
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Puo' cercare un Chirurgo Plastico, se crede, anche sul sito stesso di Medicitalia.it, nella sua citta' o dove preferisce.
Rifletta pero' a fondo sulle preziose parole del dott. Bernardi riguardo l'opportunita' di operare alla sua giovane eta'... valuti bene tutto quello che il Collega le ha detto, e poi naturalmente faccia la sua libera scelta!
Cordiali saluti
[#5] dopo  


dal 2009
La ringrazio dr. spina per la tempestiva risposta, lei mi ha detto di pensarci bene e su questo siamo d'accordo ma ancora non mi sono stati detti quali sono i rischi di intevenire a questa età? Che differenza c'è tra un intervento ora e uno a 23 anni? Quali complicanze possono verificarsi a seguito della giovane età?

Non dovrebbe essere lo stesso criterio di ragazze ke addirittura si operano dai 16 anni in su per problemi tipo naso , ecc.. ?
[#6] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Un intervento al naso a volte si rende necessario per migliorare la respirazione in caso di problemi anatomici, e gia' che uno c'e' a volte e' possibile correggere anche il fattore estetico...
Se parliamo di estetica pura invece nessuno ha mai detto che fanno bene ad operarsi le ragazze a 16 anni! Dipende da molti fattori, ogni persona e' diversa da un altra.
Io le consiglio, ancora una volta, di parlarne di persona con un Chirurgo Plastico della sua citta', che possa valutare soprattutto che tipo di risultato ci si puo' attendere sia dalla chirurgia che dalle cure cosmetiche, e tenendo naturalmente conto della sua giovane eta'.
Cordiali saluti
[#7] dopo  


dal 2009
Dottore lei ha tutte le ragioni di questo mondo.. e come le ho detto me ne vergogno anch'io.. ma sto davvero entrando in un periodo di depressione.. e questi giorni da "Giovane" chi me li restituira piu'? e continuo a chiudermi in me stesso come sta avvenendo adesso..spero mi capisca.

Se poi il problema dovesse presentarsi a 30 anni non mi importerebbe piu di tanto perchè comunque si invecchia ma il fatto è che ho l'aspetto di una persona stanca e debilitata a 18 anni pur facendo una vita normale.
[#8] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Perche' non prova a parlarne anche con i suoi genitori? Lo so che e' maggiorenne e che puo' fare cio' che vuole, ma un consiglio di una persona adulta che le vuole bene non e' mai da buttare.
E comunque io non ho espresso, ne' voglio esprimere, nessun parere riguardo l'opportunita' di intervenire chirurgicamente oppure no. Ho solo detto che le valutazioni vanno fatte "di persona" con un Chirurgo Plastico. Stia tranquillo che un bravo Collega sara' pronto a valutare anche gli aspetti situazionali che spingono il paziente a cercare di migliorare l'aspetto fisico, cioe' in pratica le sue motivazioni. Tutto va sul piatto della bilancia, e poi lei decidera' in serenita'.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
mi permetto di esprimere un parere oltre quelli degli esimi colleghi che mi hanno preceduto, per farle presente che, purtroppo, non esiste nessuna certezza circa i risultati da raggiungere.
Mi spiego. Per ogni patologia di interesse chirurgico esiste un intervento programmato e standardizzato nel mondo. Il chirurgo conosce la malattia, sa cosa fare per correggerla ma, tra le intenzioni del chirurgo, le aspettative del paziente ed i risultati finali esistono una infinità di evenienze a volte imprevedibili. Per tale motivo, prima di ogni intervento chirurgico viene fatto firmare al paziente un vero e proprio atto terroristico chiamato "consenso informato" in cui vengono elencate tutte le possibili complicanze perioperatorie che potrebbero verificarsi. Queste variano dal sanguinamento, alla infezione, dalla cicatrice per seconda intenzione alla deiscenza della sutura, dalla retrazione deturpante alla necessità di ulteriori interventi correttivi. Se esistesse la possibilità di avere risultati certi in maniera assoluta non ci sarebbe necessità di far firmare questo fglio. Come dice giustamente uno dei colleghi piu "saggi" del sito, il dr. Piscitelli, non esistono interventi chirurgici semplici, ma esistono interventi chirurgici. Alla sua età correre il rischio, fosse pure 1/1000000 di possibilità di non veder migliorato o addirittura PEGGIORATO il suo stato non vale la pena.
Se il dr. Bernardi, uno degli esperti più attivi del sito, le ha consigliato soluzioni alternative (Prescindendo però da queste considerazioni che esulano dal mio campo specifico le consiglierei metodiche dermatologiche o cosmetiche) ci sarà un motivo: dalla chirurgia non si torna indietro.
A 18 anni la vita va vissuta come si è, e a niente e a nessuno deve permettersi di metterla in dubbio. Cerchi invece dentro di se la forza per reagire a questa situazione, lasci perdere chi non la apprezza (peggio per loro), smetta di guardarsi allo specchio e cominci a guardarsi ... e basta. Forse in questo momento le servirebbe anche qualcuno che la aiuti a ritrovare se stesso, analizzando profondamente il problema insieme a lei, per portarla poi, magari ridendo, a volersi bene come il Marchese del Grillo che di se diceva "perchè io so' io e tutti voi nun sete un c...." (non me ne voglia per la sincerità)

Un caro saluto