Utente 442XXX
Gentile dottore,
approfitto della sua cortesia e competenza. Nel 1999 ho effettuato il vaccino per l'epatite B. La vaccinazione però fu incompleta (la prima dose fu sicuramente fatta, la seconda forse, la terza sicuramente non fu effettuata). Per valutare la situazione nel 2009 il mio medico mi fece fare le analisi di screening, dalle quali AC anti Hbsag risultarono positivi. Dunque il vaccino, nonostante tutto, fece il suo effetto di immunizzazione.
Adesso (dunque a 18 anni dal vaccino stesso) ho effettuato, a 47 giorni da un evento potenzialmente a rischio (rapporto vaginale insertivo protetto con sfilamento preservativo in fase di uscita), gli stessi test. Anche in questo caso mentre Hbsag è negativi, l'Ac anti Hbsag è positivo, solo che la sua titolazione anticorporale risulta piuttosto bassa: 16,74 (il limite di immunizzazione è 10).
Dunque le domande che le faccio sono le seguenti:
1. Questi risultati a 47 giorni dall'evento a rischio possono farmi stare definitivamente tranquillo (come anche il mio medico curante sostiene) e voltare pagina nella mia vita? Oppure è preferibile fare altri accertamenti (mi pare che il periodo finestra che lei indichi con i test più recenti sia di circa due mesi)?
2. Può essere conveniente fare un richiamo per il futuro (tenendo presente che i miei eventi a rischio sono - letteralmente - più unici che rari?
La ringrazio davvero molto

Ps. Ovviamente ho fatto contestualmente test Hiv quarta generazione e test per sifilide, tutti negativi.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
la invito alla tranquillità perchè lei è ampiamente protetto dalla Epatite B.
Solo che non credo che la sua immunità derivi dal vaccino ma da qualche forma da virus selvaggio che, come spesso accade, è decorsa e guarita senza dare segno di sè.
Per stabilirlo avrebbe dovuro effettuare anche la ricerca delle IgG anti HBc, che non sono presenti nel caso di immunità da vaccino e risultano positive in caso di immunutà da virus selvaggio.
Quello che è importante è che lei non può prendere l'Epatite B e quindi neppure l'Epatite Delta.
Saluti.
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Caro dottore,
la ringrazio infinitamente, perché mi rassicura e mi permette di concentrarmi sulle malattie interiori e non sulle malattie immaginarie.
Per precisione, ho colpevolmente omesso, nel mio precedente quesito, di specificare di aver fatto anche gli anti-hbc igg e che anche essi sono risultati negativi. Dunque a quanto pare quel vaccino da me superficialmente trascurato mi sta ancora proteggendo, malgrado me stesso potremmo dire.
Ma l'essenziale mi pare di aver capito dalle sue parole è che, al di là della sua provenienza, ci sia ancora l'immunità. Dunque non faccio più nulla e mi occupo di cose più reali, è corretto? La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Bravo,
si occupi di cose concrete e chiuda questo capitolo.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Dunque chiudo finalmente e definitivamente questo capitolo. Prendo felicemente atto dei suoi consigli e comincio ad applicarli. Non prima di averla ringraziata davvero un'ultima volta.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Caro dott. Caldarola,
per estremo scrupolo e per conferma ho ritestato i miei anticorpi anti Hbs a due settimane dal precedente risultato (che era 16,74). Adesso sono scesi a 13,65... Immagino e spero che questo calo degli anticorpi non significhi clinicamente nulla e io possa ritenermi comunque protetto. Lei che ne dice?
Contestualmente ho ridestato anche gli Hbsag che è negativo (0,4 con indice di positività che parte da 1 e risultato dubbio che parte da 0,9). Considerando che sono passati ormai 62 giorni dall'eventuale episodio a rischio credo che - anche aldilà degli anticorpi - questo risultato sia ormai attendibile e forse definitivo, giusto? (il metodo usato è ECLIA).
Insomma, mi conferma di pensare ad altro e di seppellire definitivamente la questione?
grazie di nuovo.
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
proceda pure alla inumazione.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Caro dottore,
La disturbo perché leggendo le sue sempre preziose risposte volevo alcuni chiarimenti complessivi.
Dunque, a seguito di un potenziale rapporto a rischio (vaginale insertivo protetto con sfilamento del preservativo nella fase di uscita dal rapporto stesso), ho eseguito i seguenti test:
- per hiv test di quarta generazione al 42 giorno. Mi pare di aver capito che deve essere considerato definitivo.
- per epatite b come già sa l'ultimo test risale al 62 giorno: HBsAg negativo e hbsab positivi di poco ma quanto basta. Qui mi pare di aver capito che non solo ho la protezione ma che anche il periodo finestra, di 60 giorni, dovrebbe essere superato.
- univo dubbio: ho effettuato per la sifilide VDRL e Tpha al 48 giorno. Negativi entrambi. Lei ritiene che, anche in assenza di sintomi di alcun genere, possano considerarsi definitivi o mi consiglia di rifarli?
la ringrazio di nuovo.
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
ritengo che non abbia nulla di cui preoccuparsi.
Si passi un sereno w.e. e.... attenzione alle prossime tentazioni!
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Bene dottore... allora procedo a una cerimonia di inumazione complessiva. Quanto alle prossime tentazioni, ho deciso che l'ultima tentazione che mi concederò sarà la monogamia... del resto lo cantava già Lucio dalla: l'impresa eccezionale è di essere normali.
Grazie davvero per la sua competenza e la sua squisita umanità.
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Cari saluti e buon W.E.
Dott. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Caro dottore,
giuro che stavolta non la disturbo per placare un'ansia che sarebbe ormai patologica ma a semplice titolo di curiosità medica.
Ho rifatto il test hbsag e hbsab a 70 giorni. Mentre il secondo si è stabilizzato rispetto a una settimana fa (13,89 adesso mentre una settimana fa 13,65), il primo è ora 0,5 (il riferimento del laboratorio è: da 0,9 a 1 dubbio, da 1 in su positivo). So bene che non devo guardare questi numeri che non hanno alcun valore... però è strano che in tre settimane e in tre test differenti l'hbsag fosse all'inizio 0,33, poi 0,4 e adesso 0,5.
Immagino che ci sia un motivo scientifico: crossreazioni? semplici variazioni del test che confermano il suo corretto funzionamento?
In ogni caso e aldilà di questa curiosità puramente medica, come è ovvio, con hbsag negativo a 47, 56, 62 e 70 giorni dal rischio e hbsab sempre positivo, credo che se dovessi continuare a preoccuparmi sarei ormai un caso psicologico, e vorrei evitarlo.
grazie ancora di tutto!
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
se lei facesse due tests con lo spesso apparecchio sullo stesso siero in due provette diverse nello stesso giorno e con lo stesso rack stia pure tranquillo che non troverebbe mai risultati identici.
Si rassegni: lei è immune da HBV.
Veda di non diventare un caso psichiatrico, perchè quello sarebbe un serio problema.
Cari saluti e buona domenica,
Dott. Caldarola.