Utente 442XXX
Buonasera, vi scrivo per chiedervi delle informazioni riguardo il referto dell'angioplastica coronarica di mio padre eseguita 10 giorni fa.
Gli è stata consigliata una coronarografia dopo una aritmia maligna diagnosticata tramite holter 24 ore.
Il referto della coronarografia è questo :
Coronaria sinistra
Tronco comune: si triforca, di buon calibro, ateromasico, esente da lesioni.
IVA: di buon calibro, ateroma sica esente da lesioni emodinamicamente significative.
Ramo intermedio: di medio calibro, ateromasico esente da lesioni stenosenanti.
CX: di buon calibro, diffusamente ateroma sica, presenta multiple stenosi critiche al tratto psossimale, medio distale.

Coronaria destra: dominante ateromasica di buon calibro esente da lesioni emodinamicamente significative.
Conclusioni: stenosi multiple critiche di cv prossimale, media e distale.
Indirizzo terapeutico: PTCA su Cx.

Questo è invece il referto dell'angioplastica coronarica:
N° lesioni trattate:
3 (durante la predilatazione della lesione prossimale si osserva dissezione del vaso a valle della lesione, trattata mediante PTCA+2 DES)
Lesioni trattate : Lesione trattata con successo.
Inserzione di 4 DES su CX prossimale, media e distale.
Efficacia : efficace
CX PROX stenosi 75% - post 0%

Quello che mi preoccupa è la parola "dissezione" , anche se è stata trattata con stent, quali complicazioni può avere? è grave?
Purtroppo durante il ricovero i medici non hanno parlato minimamente di dissezione, sono venuto a conoscenza dopo leggendo il referto.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Significa a che durante la procedura di angioplastica si é creato un mscollamento tra la parete intima e la media dell arteria.
In questo caso con lo stento la dissezione é stata trattata.
É una evenienza relativamente frequente e non dipendente dalla abilità dell' operatore

Arrivederci