Utente 905XXX
salve dottori, io soffro di attacchi di panico da gennaio e ogni volta i sintomi sembrano quelli di un attacco cardiaco con dolori al petto. grazie ad una cura farmacologica ed un aiuto della mia psicologa adesso sto meglio, ma a volte questi episodi succedono ancora ed io ho sempre paura di stare per morire da un momento
all'altro.
come faccio a distinguere i dolori da infarto da quelli banali da panico? non voglio andare ogni volta al pronto soccorso...a lungo andare mi prenderebbero in giro...
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, gli attacchi di panico a volte sono davvero devastanti sul fisico e sulla psiche, ma la invito a riflettere che data la sua giovane eta´ a parte una tachicardia (accelerazione del battito) nel corso della crisi, le possibilta´di un infarto per la sua giovane eta´ sono prossime allo zero! Su non si angosci, abbia forza e volonta´ che alla sua eta´ di certo non le mancheranno.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 905XXX

Iscritto dal 2008
grazie mille per la celere risposta dottore!
io inoltre non fumo e faccio tanto sport, alle visite sportive l'ECG è sempre stato buono.
non devo preoccuparmi?
perchè ho sentito dire che a volte gli attacchi cardiaci possono succedere anche a giovani di 20 anni...come i giocatori di calcio...e questo mi spaventa molto...
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Lei ha ragione che in linea teorica, anche soggetti particolarmente allenati possono presentare delle patologie cardiache talmente gravi da risultare fatali, purtroppo trattasi di decessi previsti spesso solo dalle statitistiche e quasi sempre non prevedibili. Fortunatamente sono rarissimi casi, non penso che lei voglia...rientrare in tali casistiche! Perciò stia tranquillo e non si "fissi" in patologie che non ha! Saluti