laser  
 
Utente 443XXX
Buonasera dottori, vi scrivo per chiedervi dei dubbi circa l'epilazione con laser ad Alessandrite.
Ho deciso di ricorrere al laser nella zona del collo per risolvere (almeno in parte) una follicolite che mi impediva di radermi regolarmente, così ho deciso fosse meglio rimuovere definitivamente i peli esclusivamente nella parte del collo, in modo tale da evitare di passare il rasoio almeno nella zona trattata.
Mi è stato consigliato di fare 3 trattamenti a distanza di una settimana circa, e poi una serie di trattamenti a distanza di mesi.
Ho iniziato il trattamento la scorsa settimana, e il Dottore ha rimosso solo una piccola porzione, ovvero quella al di sotto del pomo d'Adamo.
Non avendo, però, trattato in maniera completa la "zona problematica", oggi, alla seconda seduta, ho chiesto di salire un po' più in alto con il laser.
Appena tornato a casa ho notato però che il Dottore è salito anche un po' troppo in alto, trattando una zona veramente molto ampia e rimuovendo quei peli che volevo mantenere sul volto.
Mi chiedevo se il danno fosse irreparabile. Posso sperare, dopo una sola seduta (visto che la zona in questione non era mai stata ancora trattata) che i peli ricrescano, ovviamente non andando più a trattare la zona una seconda volta?
Inoltre, alla prima seduta, mi è stato detto di non passare il rasoio sulle zone trattate. E' perché i peli in questo modo possono crescere più velocemente? Eventualmente passare fra qualche giorno la zona con il rasoio potrebbe aiutare a farli ricrescere?
Vi ringrazio in anticipo per le risposte!
[#1] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
Dottore, Le chiedo scusa, ma purtroppo il sistema non mi permette di visualizzare la Sua risposta.
[#2] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente

c'è stato un errore di catalogazione del consulto, rimanga pure in attesa di una nuova risposta da altro professionista

Grazie
Cordiali saluti
staff@medicitalia.it