Utente 902XXX
Buonasera Dottore, ho effettuato gastroscopia per disturbi da reflusso e dolori da ernia iatale, mi è stato riscontrata la seguente diagnosi:
Esofago ben transitabile con mucosa regolare.A livello dell'esofago cevicale, a circa 20 cm. dall' AD, presenza di due isolotti di mucosa rosa salmone sui quali si effettuano biopsie.Linea z risalita di 1,5 cm. per ernia iatale da scivolamento non complicata.
Cardias continente. Stomaco plastico,ben distensibile con pliche normoconformante.La mucosa presenta diffusamente lieve eritema e, in sede antrale,strie di iperemia confluenti verso il piloro come da gastrite acuta.
Piloro Beante. Bulbo duodenale regolare. DII nella norma.
Conclusioni: gastrite acuta diffusa di grado lieve.sospetta eterotopia della mucosa esofagea cervicale.
Il referto della biopsia ha dato esito:campione costituito da frustolo di mucosa gastrica e frustolo di mucosa esofagea rivestita da epitelio pavimentoso composto cui sottende corredo ghiandolare tipo cardio pilorico, con lieve flogosi cronica (etorotopia gastrica).
Cos è frustolo di mucosa rivestito da epitelio pavimentoso composto, con lieve flogosi cronica? inoltre cosa si intende per corredo ghiandolare di tipo cardio pilorico? devo preoccuparmi ?
Le sarei veramente grato se potesse darmi qualche delucidazione sul referto della biopsia.
Ringraziandola, porgo distinti saluti.
Luigi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Spicola
24% attività
4% attualità
8% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
L'epitelo pavimentoso composto rappresenta il normale rivestimento della superficie interna dell'esofago. Sotto questo tessuto, nella parte alta dell'esofago, non dovrebbero essere presenti strutture ghiandolari che invece sono sempre presenti nell'ultimo tratto, vicino allo stomaco; questa condizione è chiamata "eterotopia", cioè presenza di un tessuto in una sede impropria.La flogosi presente non è altro che una lieve infiammazione.
Tuttavia ciò non comporta alcun problema serio per cui non deve assolutamente preoccuparsi.
Al momento lei dovrebbe trattare, se necessario, solo il reflusso gastro-esofageo dovuto all'ernia iatale.
Spero di essere stato sufficientemete chiaro.
Mi contatti pure in qualsiasi momento.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Carissimo utente risponderò per punti alle sue domande:

1)Cos è frustolo di mucosa rivestito da epitelio pavimentoso composto (SI TRATTA DELLA PARTE PIU' SUPERFICIALE DELL'ESOFAGO, DOVE PASSA IL CIBO), con lieve flogosi cronica? (PRESENZA DI MODESTA INFIAMMAZIONE CHE E' PRESENTE DA TEMPO)

2)inoltre cosa si intende per corredo ghiandolare di tipo cardio pilorico (IN QUEL TRATTO DI ESOFAGO IL NORMALE RIVESTIMENTO DI EPITELIO PAVIMENTOSO E' SOSTITUITO DA EPITELIO DI TIPO GHIANDOLARE DELO STOMACO IN CORRISPONDENZA DEL PASSAGGIO ESOFAGO/STOMACO: E' QUELLO CHE ACCADE QUANDO E' PRESENTE UNA ERNIA JATALE)?

3)devo preoccuparmi?: E' DA CURARE L'INFIAMMAZIONE E FARE CONTROLLI CADENZATI NEL TEMPO ,COME LE AVRA'SICURAMENTE DETTO IL GASTROENTEROLOGO. NESSUNA PREOCCUPAZIONE. E' IMPORTANTE SAPERE SE E'PRESENTE L'HELICOBACYTER PYLORI, CHE DEVE ESSERE ASSOLUTAMENTE ERADICATO, ALTRIMENTI CONTINUERà AD AVERE DISTURBI GASTRO-ESOFAGEI.

4)ETEROTOPIA: SIGNIFICA DISLOCAMENTE DIVERSO.

Un cordiale saluto,
Prof. Maurizio Spinelli
[#3] dopo  
Utente 902XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno è grazie per le risposte,nella seconda domanda Prof. Spinelli, il corredo ghiandolare è dovuto o si presume all' ernia iatale? mi scusi ma quel ? non mi è chiaro.
Riguardo l'helicobacyter pylori ho effettuato test diretto con campione feci, ma il risultato è negativo.
Riguardo i controlli, se il disturbo dovesse risolversi, dovrò fare altre gastoscopie? se si, con quale cadenza.
Vorrei far presente che era da circa un anno e mezzo che non soffrivo più di questo disturbo, esattamente da quando avevo ripreso attività fisica.
Cordiali Saluti

Luigi Bove
[#4] dopo  
110

Cancellato nel 2011
Gent.mo Sig. Bove, si tranquillizzi: il punto di domanda è un refuso.
Controlli annuali dell'ernia per valutare l'andamento anche in caso di sintomi silenti. Il suo gastroenterologo le darà o una terapia idonea o una dieta alimentare altrettanto idonea al suo caso.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr.ssa Antonella Simonato
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
gentile Sig. Bove ,
quanto risposto dai colleghi è già esaustivo , però le consiglio di ripetere l' esame per l' Helicobcyter Pylori con il breath test: Il test contiene una sostanza chimica chiamata urea, che è legato ad un atomo di carbonio. I batteri abbattono l'urea, rilasciando il carbonio, che è infine espirata nel respiro. Il respiro viene quindi analizzato per verificare le emissioni di anidride carbonica. Poi farà eventualmente la cura antibiotica e poi il test è di norma effettuato nuovamente almeno quattro settimane dopo il completamento del trattamento antibiotico.
Eventualmente ci sarebbe anche disponibile una terapia alternativa omeopatica se la carica batterica non è molto alta.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 902XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno La ringrazio, provvedo subito a fare il breath test, inoltre nell'eventualità sia positivo, quale sarebbe la terapia omeopatica, considerando che sono affascinato da questa Medicina, ho già provato rimedi omeopatici con ottimi risultati (ledum palustre x zanzare, nux vomica per gastrite).
Grazie
[#7] dopo  
Dr.ssa Antonella Simonato
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Faccia prima il suo test e poi si vedrà , potrebbe anche essere negativo.
Auguri.
Dr.ssa Simonato A.