Utente 395XXX

Gentili dottori,
Ho subito una colicistectomia in laparoscopia il 21 marzo scorso in quanto, pur essendo asintomatica, la mia colecisti presentava due calcoli e due polipi, uno dei quali ( di 8.4 mm) era cresciuto dall’ultimo controllo.
Il mio problema del post-operatorio è un forte dolore alla schiena che si insinua durante la notte dal fianco destro verso la colonna vertebrale, impedendomi di dormire. Il dolore sparisce quando mi alzo e non lo sento per tutto il giorno, per tornare puntuale ogni notte. Due notti fa, cercando sollievo, mi sono girata sul fianco sinistro e quando mi sono rimessa in posizione supina ho avvertito un fortissimo dolore sull’addome ( proprio dove si trovava la colecisti), l’addome era duro e contratto e quando mi sono alzata ho cominciato a sudare freddo e ho quasi perso i sensi. Avevo la pressione sanguigna bassissima, 59-94.
Ieri sera avevo appuntamento col chirurgo che mi ha operato per togliere i punti e gli ho riferito quanto mi era successo , lui mi ha visitato, mi ha trovato in buone condizioni, ha detto che l’addome non presenta problemi, ma ha riscontrato un probabile ematoma sottocutaneo sotto la ferita del drenaggio, dove infatti la pelle appare violacea. Mi ha anche detto che durante l'intervento ha trovato delle aderenze nel mio addome (preciso che non mi sono sottoposta ad altri interventi prima di questo). Non mi ha però dato spiegazioni sul dolore notturno.
Vorrei anche chiedervi se sia il caso di effettuare un viaggio di lavoro in autobus in Francia, il prossimo martedì, a 15 giorni dall’ intervento.
Grazie infinite per i vostri preziosi consigli.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Fino a quando il sintomo e' scomparso eviterei di viaggiare e se persiste riconsulterei il chururgo. Prego.