Utente 444XXX

Buonasera. Sono un ragazzo di 27 anni. Sei mesi fa ho fatto un agoaspirato su un nodulo tiroideo di 1.2cm e l'esito del patologo è stato tir3a. Un paio di settimane fa ho ripetuto l'ago aspirato e l'esito è tir5. Quindi carcinoma. Nodulo invariato per dimensioni. La mia domanda che gentilmente vorrei porvi è la seguente..la differenza dell'esito è data da tessuti diversi prelevati nelle due occasioni, oppure c'è stata un'evoluzione del nodulo? In altre parole..il nodulo è sempre stato maligno o lo è diventato in questi mesi?
Vi ringrazio per la cortese risposta
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
La categoria TIR3 è una categoria indeterminata per la quale i criteri citologici non sono sufficienti da soli a stabilire se la lesione è benigna o maligna.
La categoria TIR3a ha un rischio di malignità minore rispetto alla categoria TIR3b per cui si consiglia la ripetizione dell'esame dopo 6 mesi.
Probabilmente nel primo esame l'aspirazione è avvenuta in un'area in cui le atipie citologiche non erano cosi evidenti ma comunque tali da essere sospette. Tale dubbio è stato risolto con il secondo agoaspirato con una diagnosi conclusiva.