Utente 444XXX

Buongiorno,
circa 20 giorni fa maneggiando maldestramente un utensile per macchina operatrice molto sottile (0,5 mm di diametro) me lo sono conficcato nel polpastrello del pollice della mano DX.
Una volta estratto mi sono reso conto che la punta dell'oggetto era rimasta all'interno.
Mi sono quindi recato al PS dove una radiografia ha evidenziato quanto segue:
"Proiettivamente all'apice della falange ungueale del I raggio si apprezza esile lamella radiopaca riferibile a corpo estraneo di circa 3 mm".

L'ortopedico che mi ha visitato ha diagnosticato "un corpo metallico ritenuto all'apice della falange ungueale del pollice destro" e mi ha consigliato di lasciarlo in loco, poiché l'estrazione farebbe più danni. Solo in caso di dolore persistente o flogosi si dovrebbe intervenire.

Ora il dolore c'è ancora anche se modesto e non pare si stia infettando.

Vi chiedo gentilmente se è la pratica che si segue normalmente o se è preferibile rimuovere l'oggetto comunque.

Grazie, cordiali saluti.

Luca

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Se l'oggetto non dovesse provocare infezioni o disturbi, non vedo motivi per doverlo rimuovere.
A 20 giorni è normale che faccia ancora male. Rivaluterei la cosa a distanza di tempo.

Distnti saluti