Utente 444XXX

Salve,
da anni ormai ho un dolore al ginocchio sx, nella parte posteriore esterna, che si presenta a gamba totalmente distesa se contraggo con forza il quadricipite o a ginocchio flesso oltre i 90 gradi se forzo per flettere ulteriormente, sopratutto in accosciata. Non ho subito nessun trauma. Dolore anche se accavallo la gamba da seduto nel classico modo "da uomo" e inpossibilità assoluta a sedermi sui talloni alla "giapponese". Il dolore diventa molto più accentuato i giorni successivi a camminate inpegnative in montagna o durante la corsa, a volte si presenta anche ai lati del ginocchio presso le inserzioni tendinee e si presenta del liquido che poi si riassorbe da solo.
Il dolore si affievolisce durante lo sport dopo riscaldamento mirato, in tanti anni di sport non mi ha mai costretto ad uno stop o ha dato cenni di cedimento alcuno.
In tutti questi anni ho visto svariati medici e fatto numerose visite, risonanze e radiografie ma non è mai emerso niente di niente e nessuno è stato ingrado di fare una diagnosi.
Datemi una mano, grazie!

[#1] dopo  
Prof. Hassan Zmerly
32% attività
8% attualità
4% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Il dolore posteo-esterno del ginocchio in una persona di 30 anni, senza trauma, e con esami RX,RMN negativi, può avere origini endoarticolari non evidenziati all'esame strumentale: una plica sinoviale soprapatellare, una condropatia rotulea, raramente anche una lesione meniscale, ma anche cause periarticolari come tendinite e fasciti che possono essere diagnosticati con una ecografia.
Tuttavia nella diagnosi differenziale va valutata anche la patologia dell'anca e del rachide.
Qualora il dolore persista nonostante il trattamento conservativo, ed escluse le cause esterne al ginocchio, potrebbe essere indicata l'esecuzione di una artroscopia per la diagnosi e la cura del caso.