Utente 345XXX
Buongiorno,
da alcune settimane sento mignolo e anulare di entrambe le mani intorpiditi, sento una sorta di formicolio e le dita mi sembrano come irrigidite. Mi sono recata dal mio medico di base il quale ha sospettato una presunta compressione dei nervi ulnari, mi sono sottoposta a rx rachide cervicale (dai quali non risulta nulla di anomalo) e fra qualche giorno ho in programma un'elettromiografia. Col medico abbiamo provato a capire il motivo che ha portato alla compressione del nervo e, escludendo le attività lavorative, siamo giunti ad alcune conclusioni: il fastidio, infatti, si acuisce ogni volta che torno dalla passeggiata col cane. Probabilmente tenendo il guinzaglio con il gomito piegato ed essendo il cane un soggetto abbastanza pesante e col vizio di tirare, il mio nervo si infiamma e non riesco a tenerlo a riposo, dato che le passeggiate sono quotidiane.
a questo punto chiedo se è possibile fare qualche esercizio prima o dopo la passeggiata col cane per tentare di rilassare un po' il nervo o comunque affievolire il fastidio (sottolineo che questo problema non mi ha mai creato nessun tipo di dolore, solamente formicolii e intorpidimento), anche perchè se i nervi fossero da operare sarebbe un problema dal punto di vista lavorativo.
Inoltre, nel tempo libero faccio la modella di shibari e mi chiedevo se ci sono pose che dovrei evitare, visto che spesso le corde premono sulle braccia e magari vanno a disturbare ulteriormente il nervo.
Ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

deve evitare la flessione del gomito e di poggiarlo su superfici rigide.

Inoltre, potrebbe utilizzare un integratore neurotrofico per 30-40 giorni per vedere se le parestesie migliorano.

Di norma, non c'è dolore in questo tipo di compressione nervosa.

Buona notte.