Utente 898XXX
salve sono una ragazza di 28 anni, il mio problema inizia a maggio di quest'anno, una mattina mi alzo e ho la cosidetta fame d'aria. il medico di famiglia mi prescrive l'antibiotico e dei fluidificanti per sciogliere il muco che da sempre sento alla gola. dopo 10 giorni miglioro ma ho sempre la sensazione che non respiri bene,allora vado all'otorino che dopo avermi fatto una laringofibroscopia dove non riscontra nulla mi consiglia di sentire un'allergolo. Passo cosi tutta l'estate con questa sensazione di non respirare bene a cui si unisce un senso di affaticamento, mi basta fare le scale per avere il fiatone. l'estate diventa un incubo perchè con il caldo i disturbi sono amplificati. Dalle prove allergiche non risulta nulla, nel frattempo l'allergolo mi fa iniziare ad usare l'aereosol (breva, clenil e acqua di sermione) e il bentalan che verrà in seguito sostituito con il levoxmacin 500. Secondo l'allergolo il mio problema è l'ansia, in quanto dopo avermi fatto fare anche una radiografia al torace in cui risulta che ho un po di bronchite mal curata che si trascina negli anni, conclude affermando che il mio problema è solo di tipo ansiogeno. Cosi non molto convinta ma speranzosa che il mio sia solo un problema d'ansia vado dalla psicologa che conoscendomi in quanto mia grande amica, dopo poche sedute mi conferma che a parte un po di stress (ma chi non ne ha!) la situazione è sotto controllo. Cosi mi rivolgo ad un pneumologo che dopo la spirometria che ha un risultato nella norma mi da una cura per l'asma: uno spray (Sinestic) e delle pillole (Lukasm) a cui dopo poco unirà l'antibiotico sempre per il solito problema del muco alla gola. con la cura va bene, a parte dei giorni in cui la sensazione di respirare male e l'affaticamento sono più pesanti. ma appena interrompo la cura bastano 5-6 giorni per ritornare sempre allo stesso punto. ah dimenticavo secondo questo ultimo dottore i mie polmoni sono sani e non ho la bronchite! inoltre prima di tutto questo per due anni di fila ho avuto il raffreddore che continuo ad avere a periodi, e sempre con il muco che scende dal naso alla gola, muco di colore bianco. l'unica nota positiva è che ho smesso definitivamente di fumare. ho fumato per 12 anni. adesso mi chiedo ho l'asma? quale esame devo fare per averne la certezza? si può guarire o melo porterò dietro a vita?anticipatamente vi ringrazio per le vostre possibili risposte.
[#1] dopo  
Dr. Gennaro Caratozzolo
20% attività
4% attualità
4% socialità
BISCEGLIE (BT)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la diagnosi di certezza di asma parte da una corretta anamnesi e da prove allergologiche (nel caso ci sia sospetto della vicinanza a qualche sostanza o fattore responsabile), ma credo che nel suo caso più che di allergia occorrerebbe innanzitutto valutare se c'è o meno uno stato di "atopia". L'atopia è una predisposizione genetica a sviluppare reazioni localizzate in seguito a contatto, ingestione, inoculazione o inalazione di allergeni. Le consiglio di eseguire un test di stimolazione bronchiale con metacolina (non si preoccupi, viene eseguito solo in ambiente ospedaliero ed è tutto tenuto sotto controllo) onde poter confermare o escludere uno stato atopico e/o successivamente allergico (come senz'altro le avrà detto il collega pneumologo una spirometria normale non esclude uno stato asmatico. il soggetto asmatico, al di fuori dei periodi di crisi respiratorie, ha una spirometria perfettamente nella norma) e successivamente, nel caso tale test risultasse positivo, rifarei i test allergici, magari ampliando la lista delle sostanze o delle "situazioni" sospette (ad esempio, il caldo accentua i rischi per chi soffre d'asma). Mi faccia sapere. Le auguro una buona notte.
[#2] dopo  
Utente 898XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio tantissimo per avermi risposto. la possibilità di uno stato atopico mi apre una strada su cui poter indagare e risolvere il mio problema..che potrebbe sembrare una banalità ma ha peggiorato al qualità della mi vita e di parecchio:ci sono giorni in cui anche parlare mi affatica. farò l'esame che mi consiglia e le farò sapere il risultato. la ringrazio ancora. buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Gennaro Caratozzolo
20% attività
4% attualità
4% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Si figuri, signorina. Ciò che lei adesso deve ricercare è un eventuale stato di iperreattività bronchiale aspecifica, che nel caso fosse presente sarebbe una possibile anticamera sia per uno stato atopico che allergico. Mi faccia pure sapere...per me i pazienti telematici sono importanti alla stessa stregua dei pazienti che giornalmente visito. Buona notte a Lei.