Utente 907XXX
Gentile Dottore,
ho 34 anni e mi è stata riscontrata una azoospermia (ho effettuato due
esami del liquido seminale). Dalla mappa cromosomica è poi risultata una
traslocazione robertsoniana fra i cromosomi 13 e 14 ed ho un valore di
FSH pari a 15,7. Io e mia moglie vogliamo fortemente avere dei figli, cosa mi
consiglia? Fumo da molti anni ed ho un lavoro piuttosto stressante che mi
induce a condurre una vita non proprio regolata in termini di
alimentazione ed orari; sono fattori che possono influire
sull'azoospermia? Sono infatti cosciente che l'alterazione cromosomica
non dipende da questi elementi, ma non so fino a che punto questa è legata
all'azoospermia. Sono venuto a conoscenza infatti che ci sono soggetti
che hanno la mia stessa caratteristica, non associata però ad assenza di
spermatozoi nel liquido seminale, che hanno concepito figli in maniera
naturale.
La ringrazio in anticipo per i consigli che vorrà fornirmi.

Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
la traslocazione non c' entra nulla.
I suo esami (FSH e 2 spermiogrammi) indicano che lei è affetto da azoospermia non ostruttiva, vale a dire che i suoi testicoli non riescono a produrre un numero sufficiente di spermatozoi per poterli trovare nell' eiaculato.
Scusi la brutalità, ma ho visto troppe coppie girare invano. La sua condizione non può essere migliorata ne con terapia medica ne con terapia chirurgica.
Vi consiglio di recarvi presso un centro di fecondazione assistita per valutare con un collega andrologo l' opportunità di una (Micro)-tese (acronimo di: [Micro]-testicular sperm extraction), cioè esplorare chirurgicamente il testicolo ed asportarne porzioni per cercare all' interno dei pezzi operatori spermatozoi.
Mi auguro ancora una volta di non essere stato troppo brutale: faccia sapere

[#2] dopo  
Utente 907XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sollecita ed onesta risposta Dott. Cavallini, l'ho apprezzata molto.
Le chiedo una cosa: nella sua esperienza ha mai visto scendere un valore di FSH, ovvero i testicoli ricominciare a produrre spermatozoi? Mi rendo conto che lei è un medico e qui io sto parlando di terapie altrnative, basate, per esempio, sull'omeopatia, agopuntura, etc.
Non mi fraintenda, non ho paura di un qualsiasi intervento chirurgico, ma ho il timore che intraprendere una certa strada, lunga e tortuosa, possa gravare sulla psiche di mia moglie, che non è preparata a questo e che è già abbastanza in crisi così.
Ho sempre pensato che nella vita volere è potere, ed io desidero un figlio più di ogni altra cosa al mondo......ma per averlo non voglio rischiare di perdere tutto il resto. Mi rendo conto che mi sono addentrato in una sfera non proprio di sua competenza, ma avevo voglia di scrivere..... :-) Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,il problema non é far scendere l'FSH,bensì sperare che in alcuni tubuli seminiferi sia presente la spermatogenesi,anche se non sempre completa.Le terapie alternative sono assolutamente inutili,così come la agopuntura e tutta la medicina non convenzionale.Nella nostra attività professionale,così come ha sottolineato il Dr. Cavallini,si cerca anche di ridurre al minimo i rischi legati alle strategie inefficaci in partenza. Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
un tentativo di abbassare l' FSH è in fase di pubblicazione su una grossa rivista statunitense di cui sono refere. Pertanto le posso fornire notizie di prima mano. L' abbassamento dell' FSH ed il suo ripristino a livelli fisiologici ha indotto nella popolazione trattata un aumento della spermatogenesi. Tale tentativo ha funzionato soltanto nei paziienti nel cui eiaculato si trovavano ancora spermatozoi. Negli azoospermici i risultati sono stati nulli. Tutti i tentativi di aumentare il reperimento di spermatzoi con terapia medica prima di estrazione chirurgica sono finiti in niente.
Per terapie alternative non so, niente di tutto ciò è comparso su riviste di un qualche peso scientifico.