Utente 907XXX
Sono la madre di una ragazza di 15 anni. Da una radiografica in aprile, è risultato la rettiliniezzazione del rachide cervicale con apofisi trasversa voluminosa a sx e costa cervicale a dx. Dopo qualche mese trascorso senza apparenti sintomi, dopo una partita di tennis (qualche ora) ha manifestato annebbiamenti alla vista e mal di testa frontale. A distanza di tempo compiendo gli stessi movimenti si sono verificati gli stessi sintomi, e pesantezza al braccio dx. La risonanza dello stretto toracico superiore (sono state praticate sequenze coronali T1 e T2; sagittale T1 e T2 e assiale T1 sulla regione paravertebrale dx) ha evidenziato un'andamento ondulato dell'arteria succlavia, verosimilmente dovuto ad impronta del muscono scaleno anteriore e dell'estremo anteriore della costa cervicale (lettura referto).
E stato poi praticato un eco-color-doppler valutato positivo (non ho referto scritto). Il quadro elettromiografico e' risultato nei limiti della norma. poichè ancora non è stata fatta la diagnosi e inoltre a Nuoro, a mio parere, non esiste una casistica, chiedo a quale centro potrò rivolgermi e se sarà necessario l'intervento chirurgico. capisco che le informazioni date sono probabilmente scarse ma attendo con ansia una risposta.
[#1] dopo  
Dr. Ettore Sannino
24% attività
16% attualità
8% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
gentile signora, la sua richiesta potrebbe essere girata a cagliari, poichè la sindrome dello scaleno attico di cui soffre sua figlia potrebbe richiedere il trattamento chirurgico, ma è necessario conoscere il risultato dell'ecocolordoppler
cordialmente