ecg  
 
Utente 168XXX
Buongiorno, giorni fa ho eseguito un ecg da routine (ipertesa, ex fumatrice) , il referto riporta : ritmo sinusale, onde q inferiori.
Il mio medico curante mi ha consigliato un ecocardiogramma di cui le riporto il referto:
Radice aortica nei limiti, arco nella norma.
Modesta fibrosi valvolare più marcata a livello delle cuspidi aortiche
Sezioni destre nei limiti
Atrio sin. nei limiti
Ventricolo sinistro nella norma per diametri (Dtd 45mm) e spessori (SIV d circa 9 mm)
Non evidenti alterazioni della cinetica segmentaria, funzione sistolica globale normale (FE 55-60%)
Al Doppler lieve insuff. mitralica-lieve insuff tricuspidalica con PAPs derivata aumentata (circa 40mmHg)
Non versamento pericardico.
Se come dice il mio medico non c'è nulla di preoccupante, la mia domanda è che altro significato hanno le onde q riscontrate e refertate in un ecg.
Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lei ha una pressione polmonare lievemente aumentata come conseguenza del fumo.
In tal senso potrebbe giovarle un calcio antagonista come la Nifedipina a rilascio programmato anche a basse dosi (20mg).
E' comunque importante che non fumi più e che faccia una lastra del torace in 2 P.
Non vi è altro da segnalare all'ecocardiogramma color doppler. Almeno dal referto perchè io non l'ho eseguito. E' comunque coerente con la sua età.
Le onde Q che descrive probabilmente sono un artefatto dovuto al posizionamento degli elettrodi o ad un seno importante: in genere in questo caso compaiono e scompaiono con gli atti del respiro.
Io non so se il suo cardiologo abbia provveduto a valutare questa possibilità: anche l'ECG non l'ho fatto io e mi devo attenere al referto.
Che le prego di riportare integralmente, così come l'ha stilato e firmato il Cardiologo, semplicemente ricopiandolo.
Nell'atesa le porgo cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la solerte risposta.
L'anno scorso ho eseguito una tac ai polmoni il cui esito è stato :BCO
Il referto dell'ecg:
Onde q inferiori, confronto con ecg precedente (2015) invariato. Referto del ecg del 2015: ritmo sinusale normale. e, aggiungo io non si capisce come mai visto che i due ecg sono identici in uno sono refertate le onde q e nell'altro no. Ecco il perchè della mia domanda
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Verosimilmente per il motivo che le ho detto.
La hanno fatta inspirare profondamente durante l'EGC per vedere se le onde Q scomparivano?
Probabilmente nel 2015 il Collega le ha fatto fare questa manovra e ha rilevato delle onde Q non patologiche, dunque non le ha refertate.
Anche la BPCO, specie se ha un torace a botte, può influire sulla comparsa di onde Q non di necrosi.
Questo è quanto posso dirle senza visionare l'ECG.
Se ha dubbi si deve riferire al cardiologo che le ha fatto il referto e chiedere. Ora sa anche cosa.
Mi faccia sapere se ne avrà piacere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
dottore la ringrazio infinitamente, ha risposto esaurientemente a quanto volevo sapere . Grazie ancora ed eventualmente la terrò informata sul mio da farsi, le auguro un buon fine settimana.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Ricambio!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
buongiorno dottore

due settimane fa ho fatto una visita cardiologica , ho eseguito ecg, eco, tsa tutto nella norma ; Aorta addominale con pareti calcificate e disseminata di piccole placche.
Colesterolemia LDL 168 mg/dl . pressione arteriosa 160/90 .
Sono ipertesa e sono in terapia con losartan da 50 mg e cardicor da 2,5 mg. Il cardiologo visti i valori pressori piuttosto alti ( anche misurata a casa la mia pressione non è mai scesa al di sotto di 145/85) mi ha sostituito il Losartan e il Cardicor con il Plaunazide 20/12,5 mg (1 compressa al mattino). Sono quasi 20 giorni che prendo il plaunazide e la mia pressione (misurata a casa) si è notevolmente abbassata; la mattina i valori sono più o meno accettbili (110-120/65-75) ma durante il giorno questi valori scendono, soprattutto la sistolica 98-104. In questo periodo do la colpa anche al caldo, ma sto valutando l'idea di dimezzare la posologia. Lei cosa ne pensa?
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
penso che possa valutare con il suo medico di assumere solo il Plaunac 20 senza diuretico, dato che di questi tempi il caldo fa sudare e il diuretico può abbassare la pressione eccessivamente.
Il dimezzamento della dose è una opzione che non condivido.
Ovviamente sarà necessario un assiduo controllo della P.A. per la valutazione in risposta alla variazione della terapia.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.