mano  
 
Utente 426XXX
Buonasera Dottori,
Vorrei sottoporvi una domanda per comprendere bene eventuali rischi.
In inverno spesso si provocano sulle mani spaccature come le ferite che si provocano con la carta (sottili e sanguinanti per qualche minuto )o ragadi(un po' più profonde ma non sanguinanti ) o graffi non profondi. Mi è sembrato di capire che nel caso di queste tipologie di ferite in caso di stretta di mano con persona sierosconosciuta con eventuali lesioni sanguinanti non ci sia rischio in quanto quantità di sangue troppo esigua e ferite troppo piccole sopratutto se non sanguinanti. È corretto? Quindi è giusto ritenere che l'unico caso di rischio sarebbe quello che ha modalità simili al "patto di sangue"? Grazie in anticipo per la disponibilità
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara SIgnora ben ritrovata!
Scusi mi spiega che cosa è un patto di sangue?
Non sono affiliato a nessuna associazione che lo richieda.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Mi scusi se ho usato questo termine forse improprio ma l'avevo letto su altri forum e penso che, trattandosi di strette di mano, si intenda delle ferite aperte e sanguinanti sul palmo della mano provocato con l'uso di taglienti... quindi mi chiedevo se questo fosse l'unico caso rischioso o se presenza di lesioni minori come graffi, taglienti da freddo o da carta, ragadi sulle mani ancora fresche ma non abbondantemente sanguinanti possano essere considerati , in caso di contatto, con persone con altrettante lesioni, idonei alla trasmissione o meno.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora,
ma lei da quanti account scrive?
La fissazione è sempre la stessa, andiamo avanti da mesi.
Mani screpolate e paura di prendere malattie infettive a causa delle screpolature.
Non corre rischio infettivologico. Ci vuole il patto di sangue!
Ma lei è ossessionata e la sua ossessione non la posso curare io: le ho già detto che si deve rivolgere ad uno psichiatra per essere curata con i farmaci giusti.
Alla prossima ripetitiva richiesta di consulto la sposto direttamente nella sezione di Psichiatria dove di sindromi ossessive - compulsive ne capiscono molto più di me.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Ho semplicemente posto una domanda in quanto non avevo trovato alcun consulto similare a questo e diverso da qualcunque altro da me precedentemente richiesto in quanto da ignorante non ho le competenze per rispondermi da sola..inoltre credo di averlo fatto sempre nel massimo rispetto della vostra professionalità ed educazione. mi dispiace molto se i miei ripetuti quesiti l'hanno infastidita..non succederà più.
Grazie in ogni caso per la riposta.
Buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora,
non ci siamo spiegati.
Lei ha l'ossessione delle mani screpolate e di contrarre a causa di questo malattie infettive.
Su questo tema, forse lo ha rimosso, ha postato decine di consulti ripetitivi.
Come medico e nel suo interesse io le devo far notare che lei non sta bene: che è affetta da una sindrome ossessiva - compulsiva che le deteriora la qualità di vita in maniera drammatica.
Tutto ciò può essere risolto da uno Psichiatra con adatti farmaci che la farebbero vivere molto meglio.
Non le sto dicendo che lei sia sgradita su questo sito o sia pazza.
Ho il dovere deontologico di metterla in allerta perchè oggi sono le mani poi le sue ossessioni potrebbero aumentare e lei finirebbe per non uscire più di casa.
Ovviamente faccia come vuole.
Ma non scarti, come ha sempre fatto, il consiglio a priori.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Penso che mi stia confondendo con qualcun'altra comunque non c'è problema. La ringrazio in ogni caso.