occhi  
 
Utente 445XXX
Egregi Dottori,
sono una ragazza di 40 anni e da un po' di tempo ho un problema che mi crea parecchia preoccupazione. Ho sempre avuto gli occhi infossati ma da qualche mese a questa parte la forma oculare è cambiata drasticamente, rendendo i miei occhi incavati come le persone anziane. Premetto che non ho fatto nessuna dieta e sono sempre stata magra di costituzione, non ho assunto farmaci, bevo acqua normalmente e non soffro di disidratazione.Sono una forte fumatrice (un pacchetto al giorno) da più di 20 anni. In rete non sono riuscita a trovare alcuna spiegazione a ciò che sembra chiamarsi se non erro endoftalmo, almeno credo sia questo il nome della patologia. Ho fatto una visita endocrinologica per la tiroide che risulta ai limiti superiori della norma e le analisi relative T3 T4 e TSH sono perfetti. Non so se può essere collegato ho un forte deficit di vitamina D tant'è vero che risulta indosabile, ma è già da un po' che è così e gli occhi erano normali. Soffro di astigmatismo miopico ma dall'ultima visita risulta che l'astigmatismo non l'ho più, mi è rimasta solo una lieve miopia, tra l'altro mai portato gli occhiali in quanto mi risultano insopportabili. Almeno mi sembra di ricordare che sia l'astigmatismo che se ne è andato e non la miopia ma non sono sicura. Vedo appannato da lontano. Non portando gli occhiali non ho mai badato molto a ricordare queste cose. Passo moltissime ore al pc, ma questo da anni e mai avuto problemi. Quindi non credo si possa ricollegare nemmeno a questo. A volte sento dolore nella cavità, un dolore leggero non forte. Noto che al mattino gli occhi appaiono più normali fino ad arrivare a sera che sono così incavati da mettermi paura e preoccupazione. Oltre a questo anche l'estetica ne risente parecchio fino quasi a provare vergogna nel mostrarmi, sembro malata quando sono molto incavati. Ho richiesto una vista oculistica ma ho l'appuntamento per giugno e mi resta pesante attendere tanto, ma purtroppo la struttura pubblica ha queste tempistiche. Vi chiedo perciò da cosa possa dipendere questo problema che mi crea un disagio estremo e se possibile anche qualche suggerimento che possa mettere in atto prima di arrivare alla vista di giugno. Se riuscissi a risolvere o a farmi prescrivere nel frattempo qualche esame dal mio medico di base ne sarei felice, lui purtroppo non ha saputo aiutarmi. Anche solo capire cosa ho sarebbe importante per me. Vi ringrazio immensamente per le risposte che vorrete darmi.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
MI SPIACE
NON RIESCO AD AIUTARLA
DOVREMMO AVERE QUALCHE INFORMAZIONE IN PIU’



MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.

I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione.

Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online.
[#2] dopo  
Utente 445XXX

Iscritto dal 2017
Egregio Dott. Marino, se gentilmente mi elencasse di quali informazioni aggiuntive necessita provvederò a scriverle, ci tengo molto ad avere alcuni pareri in modo da sentirmi più sicura ed orientata.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
visus naturale?
visus corretto?
refrattometria?
valutazione oculistica?
valutazione ortottica?

LEI SCRIVE
"Soffro di astigmatismo miopico ma dall'ultima visita risulta che l'astigmatismo non l'ho più, mi è rimasta solo una lieve miopia, tra l'altro mai portato gli occhiali in quanto mi risultano insopportabili. Almeno mi sembra di ricordare che sia l'astigmatismo che se ne è andato e non la miopia ma non sono sicura. Vedo appannato da lontano. Non portando gli occhiali non ho mai badato molto a ricordare queste cose.”

cioè? mi chiarisca

ancora lei aggiunge
"Passo moltissime ore al pc, ma questo da anni e mai avuto problemi. Quindi non credo si possa ricollegare nemmeno a questo. A volte sento dolore nella cavità, un dolore leggero non forte”

quali cavita’?
perche’ non puo’ essere una computer vision syndrome?

ancora lei annota
“Noto che al mattino gli occhi appaiono più normali fino ad arrivare a sera che sono così incavati da mettermi paura e preoccupazione. Oltre a questo anche l’estetica ne risente parecchio fino quasi a provare vergogna nel mostrarmi, sembro malata quando sono molto incavati. “

ha almeno una valutazione del suo medico curante?
esami del sangue?
beve?
fuma ?
e’ diabetica?

ultima Sua segnalazione
"Ho richiesto una vista oculistica ma ho l'appuntamento per giugno e mi resta pesante attendere tanto, ma purtroppo la struttura pubblica ha queste tempistiche. Vi chiedo perciò da cosa possa dipendere questo problema che mi crea un disagio estremo e se possibile anche qualche suggerimento che possa mettere in atto prima di arrivare alla vista di giugno. "


come Le dicevo
MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.

I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione.

Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online.
[#4] dopo  
Utente 445XXX

Iscritto dal 2017
Innanzitutto la ringrazio per la velocità nel rispondermi anche in un giorno di festa, rispondo subito a tutte le sue domande. Una valutazione oculistica purtroppo non la ho in quanto l’appuntamento è segnato per fine giugno ed è questo il motivo che mi ha spinta a rivolgermi a voi nell’attesa, in modo da poter capire qualcosa durante questo tempo che mi divide dalla visita di persona e poter darmi alcune risposte. Una valutazione ortottica idem al momento non la ho. L’unico foglio che possiedo di una visita del settembre 2005 è un foglio prestampato in cui c’è scritto sotto Cil dell’occhio destro -1,25 asse 180, sotto Cil dell’occhio sinistro – 1.25 asse 180 per quanto riguarda le lenti da acquistare. L’altra valutazione del 2015 la trova più sotto dove le spiego. Questo è tutto ciò che ho.
Anni fa mi fu diagnosticato l’astigmatismo miopico, all’epoca acquistai degli occhiali secondo i parametri dettati dall’oculista, ma questi occhiali vennero portati ben poco perché mi causavano dei disagi quali sensazione di stare dietro ad un muro (cosa che gli occhiali da sole non mi provocano), sensazione di sentire di meno dalle orecchie (so che sembra assurdo ma mi dava questa impressione anche se magari è solo una questione psicologica) colori troppo vividi che sembravano accecanti, realtà distorta da come la conoscevo con linee molto marcate degli oggetti, mancanza di concentrazione, percezione di non capire più bene la posizione nello spazio delle cose, mi sentivo molto a disagio e notavo che benchè da lontano vedessi poi abbastanza bene sentivo comunque che la visione non era ottimale e tendevo a stringere gli occhi ugualmente per mettere a fuoco. Inoltre quando li toglievo vedevo poi malissimo e quindi abbandonai l’idea e decisi di vedere il mondo come l’avevo sempre visto, in fondo non mi dava alcun fastidio non vedere da lontano dato che da vicino vedevo benissimo e non guido. Nel giugno 2015 feci una visita presso l’asl in quanto mi era uscita sulla sclera dell’occhio destro una bolla trasparente che poi nel tempo si risolse da sola ma ci vollero molti mesi. In quell’occasione mi venne di nuovo misurata la vista e la dottoressa mi disse che gli occhiali che avevo non andavano più bene perché il mio difetto era cambiato e l’astigmatismo non l’avevo più. A me sembra che disse l’astigmatismo ma essendo passato del tempo non ricordo più bene, quindi non ci giurerei che non disse la miopia. Fatto sta io da lontano vedo come sempre ma per me non costituisce un problema. Mi rilasciò un foglio prestampato in cui sotto O.D. e nella sezione L c’è scritto -1,50 e sotto O.S. nella sezione L c’è scritto -2.
Il dolore che ho citato nella cavità è un dolore situato sopra la palpebra superiore praticamente nel punto in cui vedo l’occhio “cadere dentro” lo percepisco all’interno, ma non è forte è lieve. Le mie palpebre superiori sono sempre state pressochè invisibili come negli ochi infossati, ora invece ho una palpebra completamente scoperta, alla cui sommità si vede l’incavatura profonda risultando così il sopracciglio quasi sporgente, cosa che non è, è l’occhio che cade dentro. Per quanto riguarda la computer vision syndrome non sapevo cosa fosse finora, ho ora cercato su google ma non vedo citare l’incavo degli occhi. Non escludo che possa essere questa la causa, unica cosa che mi sembra strana è che da sempre sto molte ore al pc anche di notte ma non mi era mai capitata una cosa simile.
Purtroppo non ho alcuna valutazione del mio medico curante in quanto dopo avergli esposto il problema e lui avendo risposto che effettivamente lo vedeva che stavo dicendo il vero ha dichiarato candidamente di non sapere da cosa potrebbe essere causato e mi ha prescritto una visita oculistica che ripeto ho a fine giugno. Gli esami del sangue li faccio spesso ma a parte una leucocitosi che oscilla in continuazione tra gli 11 e i 14 mcl, che l’ematologo trova non patologica, non emerge niente altro. Io sono completamente astemia, non ho il diabete, non assumo farmaci, unica cosa fumo parecchio (circa un pacchetto al giorno). Non chiedo di certo di sostituirvi all’oculista che mi vedrà in giugno, cerco solo nel frattempo una strada da percorrere ed eventualmente poter fare esami in vista della visita dal vivo. Cerco un’ipotesi di diagnosi e suggerimenti, capisco che non sarebbe deontologico e professionale per voi stabilire con certezza di cosa soffro. Diciamo che cerco un orientamento per capire qualcosa nell’attesa, dato che mi sento preoccupata.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
SIGNORA BUONGIORNO

1)CONTROLLI PER PIACERE LA DIURESI E
LA FUNZIONALITÀ RENALE IN GENERE


2)CERCHI DI RIDURRE PER PIACERE IL FUMO


3)E’ DIMAGRITA MOLTO RECENTEMENTE?


4)MI COPIA PER PIACERE TUTTI GLI ESAMI DI LABORATORIO QUELLI CHE HA GIA’ VALUTATO IL SUO EMATOLOGO

GRAZIE
[#6] dopo  
Utente 445XXX

Iscritto dal 2017
Salve Dottore, sono finalmente riuscita a ricopiare tutte le analisi.
Intanto per quanto riguarda la diuresi posso dire di non avere dolori nè bruciori, solo a volte noto che ho bisogno di sforzarmi di più, ma raramente. Le ultime analisi delle urine:
Esame urine 09/03/2017
Ph 5.5
Nitriti negativo
Proteine 10
Glucosio 0
Chetoni 0
Urobilinogeno 0.20
Bilirubina 0.0
Emoglobina 0.00
Densità 1.022
Esame del sedimento
Leucociti assenti
Eritrociti assenti
Cellule basse vie rare
Della funzionalità renale non saprei che rispondere perchè a memoria non ho mai fatto nessun esame a riguardo.
Di costituzione sono sempre stata magra e ho un'ossatura minuta quindi benchè pesi poco mi sento in forma, a volte il mio peso oscilla di un paio di kg in meno che poi nei mesi riprendo e poi magari li riperdo, basta un'influenza per causarmi la perdita di peso. Ultimamente sono dimagrita leggermente forse, ma intendo 1 kg, ma anche lì va a giorni. Queste oscillazioni sono abbastanza normali su di me, e negli anni mi succede di frequente, ma sugli occhi non c'è mai stato alcun cambiamento.
Per quanto riguarda gli esami del sangue eseguiti nel reparto di ematologia posso dire che sono stati eseguiti a marzo 2016 perchè come il peso così la leucocitosi oscilla e il medico di base voleva accertarsi bene.
Questa è la copia, spero di aver copiato bene in quanto le sigle sono molte difficili, sulle voci fuori range ho messo l'asterisco dove loro avevano messo il grassetto. Tenga presente che queste analisi furono eseguite prima che mi uscisse questo problema agli occhi.
Esame del 21/03/2016
Emocromo
Wbc Leucociti 10.29 x 10^3 /mmc *
Rbc eritrociti 4.71 x 10^6 / mmc
Hgb emoglobina 14.3 g/dl
Hct ematocrito 43.2 %
Mcv volume globul. Medio 92 fl
Mch contenuto medio hgb 30.4 pg
Mchc conc. Corp. Media hgb 33.1 g/dl
Piastrine 175 x 10^3 / mmc
Formula leucocitaria
Neutrofili % 57.40
Linfociti % 30.80
Monociti % 7.80
Eosinofili % 1.60
Basolfili % 0.70
Luc % 1.70
Neutrofili # 5.91 x 10^3 /mmc
Linfociti # 3.17 x 10^3 /mmc
Monociti # 0.80 x 10^3 /mmc
Eosinofili # 0.17 x 10^3 /mmc
Basofili # 0.07 x 10^3 /mmc
Luc # 0.18 x 10^3 /mmc

Ac. Anti-nucleo (ANA) assenti
Immunofluorescenza indiretta
Pattern - -
Titolo - -
Ac. Anti- DNA nativo 0.7 UI/ml
Clia
Ac. Anti-ENA 1.0 index
Clia

Studio fenotipico linfocitario
Campione biologico sangue periferico
Diagnosi di invio linfocitosi assoluta

CD3+% 79.0%
CD3+/mmc 2.504/mmc *
CD3+CD4+% 55.0%
CD3+CD4+/mmc 1.744/mmc *
CD3+CD8+% 22.0%
Cd3+CD8+/mmc 697/mmc
CD8+% 25.0%
CD8+/mmc 793/mmc
CD4+CD8+% 1.0%
CD4+CD8+/mmc 32/mmc
CD3-CD56+ e/o CD16+% 14.0%
CD3-CD56+ e/o CD16+/mmc 444/mmc *
CD3+CD56+ e/o CD16+% 12.0 % *
CD3+CD56+ e/o CD16+/mmc 380/mmc
CD19+% 6.0%
CD19+/mmc 190/mmc
Commento: Nessuna alterazione di rilievo del profilo fenotipico delle sottopopolazioni T CD4+ e CD8+, dei linfociti B CD19+, delle cellule NK CD3- CD16+; lieve espansione della quota NK-T CD3+CD56+, sia CD4+ che CD8+ (reattiva?).

Virus dell’epatite B (HBV)
Antigene di superficie HBV
(HbsAg) qualitativo siero negativo
Chemiluminescenza (CMIA)
0,18 index

Anti-HBc Ig Totali (HBV) siero negativo
Chemiliminescenza (CMIA) 0.10 index

Virus dell’epatite C (HCV)
Anti-HCV IgG siero negativo
Chemiluminescenza (CMIA) 0.07 index

Human Immunodeficiency Viruses
Anti HIV 1-2 IgG +
HIV 1 p24Ag siero negative
Chemiluminescenza (CMIA) 0.05 index

Di analisi del sangue ne ho tante altre molto recenti (mese scorso) ma sono analisi prescritte dal medico di base e non viste dall'ematologo. Preciso anche che domani ho una visita ematologica sempre a causa di questa leucocitosi e non so se mi daranno un appuntamento per fare loro l'analisi. Comunque anche le altre analisi effettuate il mese scorso sono a sua disposizione se fossero utili.
Non so se possa essere utile una informazione aggiuntiva. Sono una persona allergica con pregresso grave shock anafilattico da farmaci, quindi è facile che mi sensibilizzi ad altri fattori. Non credo che gli occhi possano avere a che fare con l'allergia in quanto non mi prudono, non si arrossano e non lacrimano, non mi provocano mal di testa, ma ho voluto precisarlo. Per il fumo so bene che dovrei diminuire, è un tasto dolente questo dottore, ho anche letto che questa incavatura degli occhi può essere causata da tumore apicale del polmone, sono molto preoccupata e spero che lei trovi le mie paure infondate.
La ringrazio molto per la scrupolosità e la pazienza che ha avuto sinora ad ascoltarmi.