Utente 145XXX
Salve ho 34 anni e peso 82 kg mi rivolgo a voi per porgervi il mio problema sono dal 1992 che soffro di exstrasistole sono arrivate cosi all'improvviso in tutti questi anni ho fatto vari esami come elettrocardiogramma, ecocardiografia , prova da sforzo, basale, angio, eco della tiroide e esami della tiroide (sangue) sempre fortunatamente negativi. Ora sono circa 90 giorni che le ho di continuo un fastidio esagerato , sento un colpo ben definito pesante, allora per tentare di calmare un po la situazione la sera sto prendendo una pillola di Mirilas(a base di valeriana) e effettivamente le exstrasistole sono diminuite di numero ma sopratutto di densita (cioe le avverto comunque pero il colpo e meno forte) ora volevo chiedrevi: 1 come posso eliminare questa situazione premetto che sono spesso in uno stato di tenzione percui credo che abbia la sua incidenza. ? Ah dimenticavo in passato mi e sempre capitata una exstrasistole prolugata (forse meglio che dico tachicardia parossistica sopraventricolare) cioe una vera e propria crisi che puo durarmi da pochi secondi a minuti o ora e sempre nel cambio stagione, o prima di un raffreddore (di media 1 o due volte l'anno), non assumo aspirina perche non appena la prendo iniziano le exstrasistoli. Aggiungo un particolare.. comunque gioco a calcetto 1 volta a settimana bene durante la partita di calcio non ne sento se non rarissimamente e il giorno seguente sto una meraviglia deve essere raro se ne avverto una come si spiega ?
grazie per la cortese attenzione vi prego di rispondermi

Luigi S.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se da 16 anni soffre di extrasistoli, non può pensare certo che in un consulto on-line con un medico che non l'ha visitata può risolvere il suo problema! Alcune risposte le ha già date lei, quando è sotto tensione le sue extrasistoli aumentano, mentre quando gioca (quindi trova distrazione e il suo stato emotivo non è particolarmente elevato) dimininuiscono.
Purtroppo l'attività cardiaca risente molto dello stato emotivo, pertanto al di là degli esami che ha già praticato (con risultati a suo dire negativi) non vi sono particolari rimedi alla sua extrasistolia che evidentemente è del tutto benigna.
Saluti