Utente 343XXX
Buonasera, sono affetto da una miopia abbastanza importante (-9 circa). Consultando mi con il mio oculista un merito alla possibilità di un intervento correttivo ho ricevuto una risposta abbastanza secca e frettolosa : secondo il medico il mio occhio non sarebbe operabile a causa dello scarso spessore della cornea. Non ho però fatto alcun esame specialistico per valutare questo spessore né il medico mi ha parlato di ulteriori possibilità per chi ha questo problema. È possibile una diagnosi così netta sulla base di una semplice visita? Ed è poi vero che non ci sono alternative per chi ha la cornea troppo sottile? Grazie in anticipo per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
se ha una pachimetria buona, ovvero uno spessore sufficiente, è sicuramente candidabile, abbiamo trattato miopie anche superiori alla sua compresi gli astigmatismi.
faccia un consulto presso un centro specializzato per la diagnosi e la terapia laser della miopia.
[#2] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta. Il mio dubbio riguardava anche il fatto che il mio medico abbia escluso la possibilità di operarmi a causa della pachidermia insufficiente senza però farmi fare alcun esame. Mi consiglia di sentire un altro parere?
[#3] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Una ulteriore domanda è: nel caso in cui avessi davvero uno spessore insufficiente della a esisterebbero comunque delle soluzioni, come altri tipi di intervento? Grazie mille
[#4] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prk o femtolasik. Perfette per lei.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Citroni
28% attività
12% attualità
16% socialità
DARFO BOARIO TERME (BS)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Pachimetria ( misurazione dello spessore corneale ) topografia corneale onde evidenziare la curvatura corneale e la non presenza di cheratocono, pupillometria ( misurazione del diametro pupillare in condizioni di normale illuminazione ) onde evitare di vedere degli aloni attorno alle sorgenti luminose dopo l'intervento e, per sicurezza un OCT onde vedere la assoluta normalità della retina: fatti questi accertamenti io personalmente cosiglio la PRK che modifica la curvatura corneale senza alterarne la struttura ( cioè il taglio che si effettua nella cornea per poi modificarne lo stroma con la LASIK o la FEMTOLASIK )