Utente 723XXX

Salve,
nel mese di luglio ho riportato la sublussazione della spalla destra, di cui allego referto RM

"Conservato rapporto articolare acromion-claveare con normale morfologia e segnale dei canali articolari.
Normale ampiezza spazio sottocoracoacromiale.
Non evidenti alterazioni della morfologia e del segnale dei tendini della cuffia dei rotatori.
Depressione ella superficie postreolaterale della testa omerale da frattura di Hill Sachs
Edema posttraumatico del profilo antero mediale della testa omerale.
Lesione capsulolegamentosa in sede artero inferiore, irregolare anche il profilo osseo.
Assente versamento intrarticolare.
Regolare morfologia e segnale del decorso intrarticolare del capo lungo del bicipite brachiale."

Ho curato il tutto come da prescrizione con 30 gg di tutore + percorso riabiliativo stabilito da ortopedico e fisioterapista.

Ora, essendosi trattato del secondo episodio di lussazione, dieci anni dopo il primo, entrambi i medici di cui sopra mi hanno vietato di riprendere l'attività sportiva, cioè il pugilato, in quanto a loro dire l'articolazione sarebbe ormai "lasca" e rischierei frequenti recidive anche solo tirando di diretto o di gancio. COncordate con il consiglio? E' davvero messa così male la mia spalla?
Non esiste una qualche terapia, anche chirurgica, che possa farmi riguadagnare un minimo di "sicurezza"?

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Egr. signore, certamente ci sono i rimedi .
Se, come dicono gli ortopedici consultati, la sua spalla è " lassa " ovvero non è stabile, è necessario un intervento chirurgico, per risolvere tale patologia .
Questo è il 2° episodio dopo 10 anni e ciò è significativo.
Ma se poi la Rm è dirimente in maniera chiara ed inequivocabile
è bene che lei si operi .
Infatti, anche per lievi - modesti movimenti la spalla protrebbe lussarsi ancora determinandosi la " lussazione abituale " ed aggravando ancora di più uno stato patologico.

Cordiali saluti.
alessandrocaruso26@gmail.com
[#2] dopo  
Utente 723XXX

Iscritto dal 2008
GEntilissimo dottore,

innanzitutto grazie per la risposta. Lei cosa deduce dal referto RM?
[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non è MAI la sola Rm che fa diagnosi, sopratutto in quei settori facili da valutare clinicamente e semeiologicamente nell'apparato locomotore: come la spalla, nel caso di specie. !!!
Ma è l'esame clinico e funzionale e quanto riferisce lei , ovvero la storia anamnestica.
Poi la rm serve a confutare l'esame clinico, ad avvalorare una diagnosi clinica prima di stabilire il trattamento migliore terapeutico.

Cordialmente
alessandrocaruso26@gmail.com