Utente 446XXX
Buongiorno Dottori,
ho 35 anni e da 7 anni uso solo finasteride 1 mg contro la caduta di capelli. Mi sono sempre trovato benissimo con questo farmaco, non ho mai avuto effetti collaterali ed ho mantenuto tutti i capelli (o quasi) di quando ero più giovane.
Quest’autunno ho natato che in zona frontale i capelli erano divenuti più fini, ma non avvertivo caduta.
A dicembre 2016 mi sono quindi recato dal dermatologo il quale mi ha riferito che ciò era un dovuto al naturale all’invecchiamento dei capelli.
Mi ha quindi prescritto una galenico così composto : Idrocortisone butirrato 0,08 % - Minoxidil 2% - alcol a 80° in 100 ml da applicare 3 volte a settimana per 3 mesi (oltre a continuare con la finasteride)
Mi ha prescritto anche le analisi del sangue dove, tra i vari risultati, è emersa una carenza di zinco e vitamina D, colmata da integratori.
Dopo il primo mese di trattamento ho iniziato ad avere caduta dei capelli, mai avuta prima d’ora. La caduta non era eccessiva, circa una 20 ina di capelli al giorno - o forse anche più- (alcuni cadevano anche dopo avermi lavato i capelli mentre applicavo la lozione) e con una specie di pallina bianca alla fine dei capelli.
A marzo 2017 mi sono recato a visita di controllo dal dermatologo il quale mi ha effettuato il tricogramma a luce polarizzata. Mi ha detto che la situazione non andava male e che la caduta poteva essere dovuta dal minoxidil in quanto farmaco ad effetto vasodilatatrice, aggiungendo che in primavera potrebbe verificarsi anche la caduta “stagionale”.
Preciso che non ho altri problematiche tipo seborrea o irritazione del cuoio capelluto.
Il dottore mi ha comunque cambiato cura prescrivendomi una galenico così composto: Idrocortisone butirrato 0,03 % - Estrone base 0,05 % - Progesterone 0,5 % - alcol a 80° in 100 ml da applicare 3 volte a settimana per 6 mesi.
La caduta, anche se diminuita d’ intensità, tutt’oggi continua a persistere.
Vorrei sapere se la cura prescrittami è corretta e se questa caduta è normale e quanto potrebbe durare.
Nel caso in cui non lo fosse, quale potrebbe essere la causa della caduta?
Grazie in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, ovviamente essendo seguito un ambito dermatologico possiamo aggiungere poco a questa discussione, ma dal mio punto di vista solitamente non prescrivo degli ormoni femminili per giunta topici per trattare una calvizie. Questa è una delle mie ferme convinzioni pur nel pieno rispetto dei miei colleghi che per scienze coscienza scelgono di ottemperare ad altre terapie.
Ovviamente aggiungo come dato utile che ad oggi è possibile ricorrere in associazione i farmaci importanti contro la calvizie che lei già sta attuando, anche una terapia di tipo rigenerativo del follicolo, che può essere effettuata mediante micro infiltrazioni. La mia esperienza personale ormai quasi ventennale in ambito tricologico mi porta dire che questa è una delle frontiere più interessanti il con i risultati più gratificanti che possiamo ad oggi ottenere nella lotta contro la calvizie. Carissimi saluti.
Dott.Laino