Utente 446XXX
Gentile Dottori

vi disturbo per un consiglio (anche alla luce dei recenti commenti su giornali e TV) su come "gestire" un' infezione da HPV.
Poco piu' di tre anni fa ho avuto un intervento per asportazione e folgorazione di neoformazioni uretrali (credo si dica condilomi in termine non tecnico) nel meato uretrale causati dal virus HPV.
A 3 anni di distanza dal piccolo intervento dovrei effettuare alcuni controlli o test? Chiedo perche' ho letto che ci sono ceppi del virus piu' aggressive che potrebbero anche causare cancro al pene, gola a distanza di tempo ecc...
Grazie
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Una genitoscopia-peniscopia magari con reazione acetoacetica sarebbe forse consigliabile per escludere qualunque formazione condilomatosa.
Controlli periodici possono essere quindi previsti , tantopiu ' nel suo caso.
Cordialita '
[#2] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
Grazie Dott. Giselli.
Chi e' deputato ai controlli urologo o dermatologo?
C'e' una possibilita' di capire quali ceppi del virus mi hanno infettato?

Grazie e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Di regola nell'uomo non si fa, a differenza che per le donne,e si procede alla distruzione.
Ma certamente può essere ricercato il tipo di HPVcon tecniche specifiche.
Solitamente il dermatologo ma è patologia di confine.
Cordialità