Utente 751XXX
A mia suocera, 70 anni è stato riscontrato un aneurisma del SIA;
al fine di verificare se vi è shunt (spero sia corretto) le è stato consigliato di sottoporsi ad un'ecocontrastografia:
è un esame rischioso? come viene effettuato?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'esame consigliato è pressocchè privo di rischi. Esso consiste nell'introduzione attraverso una vena del braccio di una soluzione sonificata (ossia visibile all'ecocardiogramma), che permette, in caso vi sia comunicazione (shunt) tra i due lati del setto interatriale (SIA), la visione del passaggio di microbolle al monitor dell'ecocardiografo. Trattasi pertanto di un esame semi-invasivo, che non richiede alcun tipo di anestesia, ben tollerato dalla quasi totalità dei pazienti.
Cordialmente