Utente 910XXX
buongiorno,
mio padre ha 74 anni ha eseguito un'angio-tac aorto-iliaca.il referto è il seguente:
l'esame è stato eseguito con tecnica spirale multistrato.con somministrazione di mdc.L'aorta addominale,subito caudalmente all'origine della a renale inferiore sinistra,mostra diametro di circa 29 mm,deposizione trombotica a semiluna sulla sua parete postero-laterale sinistra,ulcerata;a questo livello il profilo esterno della placca mostra una focale estroflessione;subito caudalmente l'aorta presenta dilatazione aneurismatica,con deposizione trombotica sul suo profilo sinistro,del diametro max di circa 4 cm e diametro del lume pervio di circa 3 cm che termina a ridosso del carrefour;diametro delle aa iliache di circa 12 mm.Pervi i principali rami della aorta addominale e gli assi iliaco-femoro-poplitei.Calcificazioni ateromasiche parietali si apprezzano specie a livello aorto-iliaco.Vorrei sapere cortesemente se voi consigliate l'intervento e se si quali sono i rischi correlati.
La ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Da quanto leggo la situazione è piuttosto impegnata, ma la operabilità ed i rischi connessi non possono prescindere dalla valutazione globale del paziente, con la sua storia clinica e la situazione generale.
Mi faccia sapere di più.
Dott. A.M.Martin
[#2] dopo  
Utente 910XXX

Iscritto dal 2008
buonasera,mi scusi cosa intende per situazione impegnata?mi scusi cosa vorrebbe sapere di più?Grazie a Dio mio padre non ha altri problemi.
La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Utente 910XXX

Iscritto dal 2008
Buona sera,cortesemente qualche dottore disponibile potrebbe dirmi qualcosa sull'eventuale intervento e rischi?Vorrei sapere se ritenete oppurtuno intervenire chirurgicamente o meno!Grazie ancora per il servizio che offrite
[#4] dopo  
Dr. Francesco Caccioppoli
24% attività
0% attualità
12% socialità
QUALIANO (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Non so se il mio parara sara' gradito all'Utente .ma io penso questo: Il paziente ha 74 anni ed e' l'unico che possa decidere come affrontare il suo problema. Egli deve
consultare uno Specialista che gli illustri in modo a lui
comprensibile i rischi e i benefici di una terapia chirurgica e le aspettative di vita con e senza intervento
e lo stesso (rischi,benefici etc.) con una terapia medica.
Saluti