Utente 447XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 22 anni,
Vi scrivo brevemente ciò che mi preoccupa ultimamente. Il mio peso standard è sempre stato 55/56 kg per 1.69 cm di altezza, e a quel livello di peso non sono mai stata magrissima.
L'anno scorso verso marzo, ho interrotto la pillola anticoncezionale per dei problemi legati ad ansia e gonfiore. Da quel momento fino ad oggi ho avuto una graduale perdita di peso
Luglio/agosto: 53/54 kg
Settembre: 52 kg
Ottobre fino ad oggi : 52/51.5 kg ( costante fino ad oggi).
Non ho avuto particolarti cambi di dieta. Essendo una studentessa fuori sede, è ovvio che i pasti che cucino sono più leggeri. Guardandomi non sono di un magro preoccupante, ma sono certamente magra e preoccupata ho effettuato delle analisi del sangue (esame emotocromocitometrico, formula leucocitaria, glucosio, colesterolo, trogliceridi, proteine, calcio, sodio, potassio, GGT, GOT, GTP, ferritina, ferro, proteinemia frazionata) e risulta tutto nella norma tranne livelli di ferro leggermenti alti (151) e GGT basse ( 6).
Che altri esami posso fare?
So che rispetto alla mia altezza, risulto sottopeso. Dall'esterno si nota una normale magrezza ed è per questi che il medico da cui sono andata ( medico generico) non si è preoccuoato più di tanto.
Ma io sono preoccupata che questo calo di peso posso continuare, e non capisco a cos'è dovuto.
Come si fanno ad escludere fattori come cancro o altre condizioni che possono comportare una perdita di peso?
Grazie mille per il vostro tempo e dedizione
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
la cosa più indicata è ovviamente che si sottoponga al controllo del Suo Medico appena possibile, per quanto il dimagrimento riferito sembrerebbe di entità contenuta (circa due kg in dieci mesi) e allo stato stabilizzato.
La stessa sospesnsione della pillola può comportare un diverso assetto metabolico.
Volendo completare gli accertamenti potrebbe integrare gli esami già fatti con quelli degli indici tiroidei.