Utente 397XXX
Buongiorno gentilissimi dottori. Vi espongo il mio problema che mi sta facendo dannare ! Faccio una prima premessa. Non ho avuto la rosolia durante l' infanzia e non sono stata vaccinAta, ahimè ! SecondA premessa : ad aprile del 2016 ho eseguito il test per il citomegalovirus e la mononucleosi. Risultai aver avuto la mononucleosi sette anni fa e invece, per quanto riguarda il citomegalovirus, avevo sia igg sia igm negative. Terza premessa: a gennaio 2017 eseguo esami per ANA ed ENA e risulto positiva agli ANA 1:320 con pattern dense fine speckled. ENA negativi. Quarta premessa : per via degli autoanticorpi alti ,dalla scoperta della gravidanza assumo deltacortene 7.5 mg ,aspirinetta, acido folico e progesterone tutte le sere. .Ora sono alla 15 esima settimana di gravidanza... Ho già fatto la translucenza ed il bitest tre settimane fa. Tutto ok.. ma ora sono nel panico più totale. Ho eseguito le analisi di routine sia nel mese di febbraio quando ero a 6 settimane e sia una settimana fa. A febbraio feci le analisi presso un ospedale pubblico qui a bari . Risultò per la rosolia igg negative ed igm 19.50 ( fino a 20 negativo / da 20 a 25 dubbio / oltre 25 positivo ). Medico di base e ginecologa non diedero peso alla cosa. Adesso ho eseguito nuovamente le analisi per la rosolia e risultano igg negative ed igm m'hanno detto siano debolmente positive ( il referto completo lo avrò martedì in quanto il medico sta facendo approfondimenti ). Ho riferito la questione alla mia ginecologa ed ad un immunologo con cui sono in contatto e loro suppongono siano gli ANA o altri anticorpi che ho in circolo a tenermi le igm alte.. Mentre le igg da febbraio ad oggi sono sempre negative. Voi credete che ci possa essere una connessione tra ANA positivi e igm rosolia positive ? Da premettere che non frequento bambini,asili ed evito i posti troppi affollati. Mi viene il dubbio di averla contratta quando non sapevo di essere incinta magari sui mezzi pubblici, ma non ho avuto esantema ,macchie o rash cutaneo. Veniamo alla seconda domanda : le igg per il virus citomegalico sono 12.4 (fino a 12 negative / da 12 a 14 dubbio / da 14 in poi positivo ) nel referto mi hanno scritto igg positivo ed igm negativo ( ho un valore igm 7.8 con un range massimo di 18 ) . Quindi vi chiedo : le igg non altissime indicano infezione risalente a molto tempo fa ( ma comunque non più di un anno dato che ad aprile 2016 erano negative ) o infezione recente? Non vorrei aver contratto il virus in gravidanza. La ginecologa suppone che anche x il citomegalovirus valga il discorso interferenza o ana circolanti. Ma mi chiedo, a questo punto non avrebbero dovuto essere alterati anche gli esami per la toxoplasmosi? Spero in una vostra risposta perché sono disperata.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'ipotesi di una "cross reaction" cioè di una interferenza da agenti non virali, in genere riguarda le IgM e non le IgG.
Quindi è importante conoscere il valore delle IgM anti rubeoliche che se si mantengono a basso titolo o con un titolo decrescente depongono per un falso positivo: diversamente va presa in considerazione la possibilità di una infezione reale con la ricerca dell'Acido Nucleico del virus Rubeolico.
Per quanto riguarda il CMV per le IgM potrebbe valere il discorso della cross reaction.
Per le IgG tale ipotesi è meno plausibile: ma basta fare l'Avidity delle IgG per capire se sono di recente produzione o risalgono ad una infezione remota.
Ne parli con il ginecologo che la segue.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore. In realtà per quanto riguarda le igm della rosolia fatte a febbraio ,secondo la ginecologa il valore ,non arrivando a 20 è comunque negativo ,mentre il mio medico di base afferma che se il limite per considerare il valore dubbio è 20 ed io ho 19.50 Va considerato come un debolmente positivo. E quindi lui afferma che ,avendo io fatto l'esame la settimana scorsa da un laboratorio diverso da quello di febbraio, può essere che il laboratorio di febbraio consideri normale un valore borderline, mentre quello della scorsa settimana lo consideri già come lievemente positivo.. Io le vorrei porre una domanda. Ipotizziamo che io abbia contratto la rosolia prima di febbraio, le igg Ad oggi non dovrebbero essere quantomeno positive ? Se dovessi riscontrare delle igm più alte rispetto a febbraio non sarebbe un po' strano dato che da ignorante in materia credo che col tempo avvenga una sieroconversione con aumento delle igg e diminuzione delle igm.? Come si potrebbero spiegare igm aumentate rispetto a febbraio in cui erano borderline e igg sempre negative ? Le dico che il medico del laboratorio delle ul time analisi mi ha detto che loro faranno una ricerca sul siero per capire se realmente l'infezione sia in corso. Di che ricerca parlano ? L' avidity test posso effettuarlo anche se le igg della rosolia sono negative ?Secondo lei dovrei preoccuparmi più per il risultato della rosolia o per quello del citomegalovirus? La ringrazio tantissimo per le sue preziose risposte.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Si deve preoccupare per entrambi.
Per quanto riguarda la Rosolia le IgM possono persistere anche per un anno dopo l'infezione: il suo ragionamento è giusto da un punto di vista teorico ma io preferisco aspettare il risultato delle IgM.
E' inutile fare bizantinismi sul cut off del laboratorio.
Penso che il laboratorio abbia voluto comunicarle che è in grado di ricercare il DNA virale rubeolico con un test PCR.
Potrebbe essere una opzione da non scartare perchè se negativo il test eliminerebbe ogni dubbio.
In quanto al CMV lei ha 12.4 di IgG: il test è positivo mentre è negativo per IgM.
Anche su un valore così basso, che deve essere controllato nel tempo per verifificare se aumenti, è possibile eseguire l'Avidità: se questa è molto alta si tratta di vecchia infezione e si chiude il caso.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Ok dottoressa la ringrazio. Quindi deduco che per la rosolia dato che le igg non sono presenti non sia possibile effettuare l' avidity test. Comunque aspetterò con angoscia martedì. Speriamo bene..La tengo informata .
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Va bene.
Ma in foto sembro molto donna?
:-))
Saluti
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Ahahah mi ha strappato una risata dottore. Colpa del t9 :) :)
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
:-)
Lo sapevo....
Cari saluti,
Dott. caldarola.
[#8] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
A lei :)
[#9] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Dottore perdoni la domanda, ma il fatto che io stia assumendo deltacortene 7.5 mg al giorno dalla data della scoperta della gravidanza (14/2/2017) potrebbe aver influenzato le varie igg ed igm ? Le prime analisi le ho fatte il 20/2/2017 e le altre il 21/4/2017. Le ricordo che la cura con il cortisone la sto facendo per via di ANA positivi 1:320 che ho scoperto il 21 gennaio 2017 per tutelare il feto.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
non capisco da che cosa voglia tutelare il feto con la positività dei soli ANA con pattern fine speckled in assenza di ENA e di sintomatologia clinica.
Un reumatologo se ha dei dubbi prescrive un pannello immunitario completo e sulla base di quello decide se mettere in terapia il cortisone oppure no.
Comunque tralasciando questa osservazione, personale, la dose di 7,5 mg ( calcolata in base a cosa: non saprei) non influisce sulla risposta immunitaria, credo anzi che non influisca su alcunchè.
Quindi stia tranquilla e metta in conto di rifare gli esami di cui abbiamo parlato.
Cari saluti e buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Le spiego dottore in realtà agli esami ANA ci sono arrivata passo passo. Il problema iniziò a dicembre 2015 con la scoperta di molti linfonodi che comunque si sono mantenuti nel tempo di massimo 14 mm e tutti reattivi. Ho fatto varie ecografie ed anche ecografie totali ecc senza mai venirne a capo . Inizialmente propendevo per un problema emantologico fino a che un ematologo mi ha fatto ricercare gli ANA e poi gli ENA ( negativi ) e l' anti ds dna ( negativo ). A quel punto mi sono rivolta ad un immunologo che mi ha detto semplicemente di ricontrollare i valori ogni sei mesi. Dopo ciò mi sono rivolta ad una reumatologa quando ero già conscia della gravidanza e lei propende per una connettivite o per una patologia cronica intestinale e infatti dopo il parto mi sottoporro' a colonscopia. Ma nel frattempo ritiene di evitare accertamenti in quanto la gravidanza falsa i risutati.nefrattempo da settembre a febbraio ho avuto sempre febbricola ,ma nessun dolore muscolare o altro.questo ha spinto l'ematologo a farmi cercare gli ana. La dose 7.5 mg di deltacortene me l'ha prescritta l' immunologo come dose per proteggere il feto da eventuali attacchi degli autoanticorpi. Credo sia una dose minima comunque. Ora non so sulla base di cosa. Mi sono fidata.. E mi hanno detto di continuare questa cura in aggiunta all' aspirinetta per un altro po' di tempo.
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
io non entro nel merito degli specialisti che l'hanno in carico.
Le posso dire soltanto che un risultato come il suo è frequente, per esperienza diretta, in molte persone peraltro sanissime a cui non prescrivo nessuna cura.
Anche perchè postulare l'esistenza di una patologia autoimmunitaria sulla base dei soli ANA positivi è a mio avviso avventato.
Nè tantomeno il dosaggio che prende lei, molto basso, di cortisone, può sopprimere una eventuale produzione di autoanticorpi, se davvero lei abbia una connettivite o una patologia autoimmune.
In quanto alla aspirina, se si teme la formazione di microtrombi nel circolo placentare, si instaura una terapia con eparina a basso peso molecolare, molto più efficace e priva di rischi per l'embrione e per il feto: certamente c'è la scocciatura della punturina quotidiana, ma le assicuro che una mia congiunta affetta da Trombocitemia essenziale, in cura dal prof Franco Mandelli che prendeva la Crdioaspirin finchè non ha concepito, è stata invitata a passare all'Eparina Frazionata e l'ha fatta per tutta la durata della gravidanza e dell'allattamento.
Con ciò non voglio provocare turbamenti in lei che già ha i dubbi virologici che conosciamo: io le dico la mia opinione.
Ma lei deve seguire chi ovviamente la conosce meglio di me e soprattutto non virtualmente.
La saluto caramente,
Dott. Caldarola.
[#13] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Sì Grazie dottore. La cardioaspirin mi è stata prescritta dalla ginecologa e l ' immunologo ,invece , mi aveva consigliato l' eparina Sin da subito. Ma la ginecologa non era d'accordo in quanto avendo io avuto un po' di problemi con la camera gestazionale all' inizio ,secondo lei l' eparina mi avrebbe causato sanguinamento ecc. Io dovrei vederla in settimana per una visita ed ovviamente farò presente la questione che tra l' altro già mi frullava in testa da un po'. So di gente che ha cominciato con cardioaspirin e poi è passata ad eparina dal quarto mese. Comunque ho bisogno ovviamente di far presente la questione alla ginecologa. Comunque non so davvero come ringraziarla.anche di domenica lei è qui a darmi risposte. Davvero un medico esemplare!
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Mi ringrazi restando tranquilla!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Certamente :)
[#16] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Dottore perdoni. Un' ultima domanda : durante le analisi fatte la scorsa settimana mi è stato ritrovato il batterio klebsiella nelle urine. La ginecologa ha ritenuto che gli antibiotici presenti nell' antibiogramma io non possa prenderli in gravidanza e quindi mi ha prescritto semplicemente lo zimox 1 grammo due compresse al giorno per sei giorni. Le chiedo ,se durante questa settimana dovessi sottopormi ad un nuovo prelievo di sangue, questo antibiotico potrebbe interferire con i risultati di igg ed igm?
[#17] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Assolutamente no.
Ma farà il solletico alla Klebsiella.
Invece una cefalosporina per bocca sarebbe stata plausibile in gravidanza e teoricamente più efficace.
Comunque se la carica batterica non è alta non si preoccupi più di tanto: una batteriuria asintomatica è frequente nelle donne gravide.
Lo dia pure ala Ginecologa e se lo scriva lei: 800 883300 è il numero del centro Antiveleni e farmaci in gravidanza e allattamento dell'Ospedale di Bergamo Giovanni XXIII. H 24. Rispondono Colleghi competenti, gentili e disponibili. Se la sua ginecologa ha dubbi anzicchè dare terapie scritte con la manina tremolante può chiedere consiglio a quel numero: con i colleghi sono molto disponibili.
Si tranquillizzi intanto.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#18] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore per le informazioni. Ancora una volta disponibilissimo.
[#19] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Comunque la carica batterica è 500.000 c.f.u/ml..
[#20] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Una carica batterica così si può anche tollerare.
Beva molto in modo da effettuare un continuo "lavaggio" delle vie escretrici.
Serena notte,
Dott. Caldarola.
[#21] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Sì dottore. Sarà fatto. La ringrazio infinitamente. Una buona notte anche a lei.
[#22] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Dottore Buongiorno. Allora rosolia anticorpi igm :27.8 ( sopra 25 è positivo ) ... morale della favola non mi hanno fatto alcun apporfomdimento dicendomi semplicemente di monitorare.mi hanno instillato il dubbio riguardo il cortisone. Facendomi capire che anche a quel dosaggio potrebbe influenzare igg ed igm. Per quanto riguarda il citomegalovirus m'hanno scritto relativamente alle igg : zona cut-off ,sono possibili piccoli movimento anticorpali ) . Dottore Come posso muovermi per capire se realmente ho in circolo questi viRus?
[#23] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
gli esami più probativi in queste situazioni sono la ricerca del CMV DNA con tecnica PCR e la ricerca del DNA del Rubeovirus su sangue materno con metodo di amplificazione genica e con metodica quantitativa.
Penso che in Clinica delle Malattie infettive presso il Policlinico Universitario dovrebbero eseguirle.
O presso l'Istituto di Igiene.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#24] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore questa sera sono stata da un altro ginecologo molto molto competente che mi ha indicato di fare una visita da un infettivologo al policlinico di Bari per venire a capo della situazione. Le farò senz'altro sapere.
[#25] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Va bene.
A presto.
Dott. Caldarola.
[#26] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
DottorE perdoni la domanda. Avrei una curiosità riguardo anIsi del 2009 che feci quando mi diagnosticarono la mononucleosi. È possibile avere una mononucleosi infettiva in corso avendo solo igg ed igm positive, ma paul bunnel negativo ?
[#27] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
In particolare vca igg ed igm positive, ma ebna igg e Paul bunnel negativi.eppure mi fu fatta diagnosi di mononucleosi infettiva. Glielo chiedo perché col medico curante stiamo valutando possibilità di interazioni dell' ebv sulle mie analisi.
[#28] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
parliamo del 2009.
Credo che la mononucleosi, seppure l'abbia avuta, non abbia attinenza con il suo problema.
La reazione di Paul Bunnel è obsoleta da decenni.
Se volesse riportare tutti i dati, con degli eventuali indici di riderimento, le potrei essere molto più preciso.
A presto.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#29] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Ok dottore domani lo faccio senz'altro. Anche se credo anche io che sia roba vecchia ormai che non influenzi più.. La ringrazio
[#30] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buona domenica.
Dott. Caldarola.
[#31] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore. Ho ritirato le analisi per rosolia e citomegalovirus che avevo ripetuto. Come prevedibile le igm della rosolia sono aumentate, da 27.80 a 35.80.. Le igg restano negative... Mentre per quanto riguarda il citomegalovirus le igg sono salite a 16 e le igm restano sempre negative... La cosa è alquanto strana. Se avessi il virus davvero in circolo da febbraio, le igg si sarebbero dovute manifestare.. E non mi spiego neanche la questione delle igg del citomegalovirus . Venerdì ho una visita dall' infettivologo prenotata e chiederò di fare l'rna virale del siero. Oggi sono entrata nel 5 mese e non credo che possa continuare solo a monitorare i valori che comunque salgono sempre. A questo punto se questo altro esame dovesse essere negativo ,potrei stare tranquilla o rischio comunque l' amniocentesi?
[#32] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se lei non avesse RNA virale in circolo a mio avviso potrebbe stare tranquilla.
La ricerca dell'RNA virale del Rubeovirus si può fare anche su liquido amniotico (quindi con amiocentesi) e persino su sangue fetale prelevato dal funicolo.
Ma a questo punto deve rivolgersi ad un centro di Ginecologia ed Ostetricia di alta specializzazione.
Mi faccia pure sapere, se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#33] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera dottore . Stamattina ho fatto il prelievo da cui ricaveranno l' RNA. Mercoledì avremo i risultati. Speriamo bene. La aggiorno come sempre. Il suo aiuto è prezioso !
[#34] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Grazie delle belle parole!
Sono una soddisfazione per ogni Medico.
Aspetto buone nuove...
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#35] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Le merita tutte dottore. Lei gratuitamente e senza tornaconto offre un aiuto prezioso. Poi è sempre presente e disponibile. Pronto sempre a rispondere e chiarire dubbi. E soprattutto competente e preparatissimo. Cinque stelle nella valutazione non bastano ! La aggiornero' sicuramente. Buona serata dottore !
[#36] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore torno a disturbarla. Mi hanno appena chiamato dal laboratorio di virologia comunicandomi che vogliono le analisi di quando ho contratto la mononucleosi otto anni fa. Tutto questo perché hanno riscontrato igg positive, igm negative, ebna ancora negativo ed avidity bassa. Vorrei capire dottore come mai questa situazione e se una probabile riattivazione da ebv in gravidanza possa in primis influenzare i risultati di cmv e rosolia e in secondo luogo danneggiare il feto .
[#37] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
non vi sono pericoli per una riattivazione di una Mononucleosi in gravidanza.
Dunque non passa in pole position.
Lei deve verificare se ha replicazione di DNA rubeovirale nel sangue: il resto sono chiacchiere.
Se la replicazione dovesse risultare positiva dovrà procedere all'amniocentesi per verificare se anche il feto sia stato infettato dal Virus rubeolico.
E' dal 29 aprile che meniamo il can per l'aia: questo non giova a lei e non giova, nella malaugurata ipotesi al feto.
Per cui lasci stare avidity e riattivazione di mononucleosi: prima di parlare di cross reaction occorre escludere che lei non abbia replicante il virus rubeolico.
Poi tutto il restante viene dopo.
Ne parli con chi la segue.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#38] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Sì dottore mercoledì ritiro i risultati del test per verificare se c'è la replicazione del virus della rosolia nel sangue.. Siamo vicini alla verità. Intanto come sempre la ringrazio tanto..
[#39] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla cara
Un saluto affettuoso.
Dott. Caldarola.
[#40] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Anche a lei..
[#41] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore. Ho ritirato le analisi. La situazione è questa : cmv igg 13.5 (dubbie ),mentre il 5/5 erano 16 e quindi positive e il 21/4 erano 12.4 e quindi dubbie nuovamente ed igm negative e pressoché stabili ( sempre su un valore di 6 ,)... rosolia igg negative ed igm dubbie ,mentre il 5/5 erano 36.5 e quindi positive ,il 21/5 erano 27.80 e quindi lievemente positive e il 20/2 erano al limite tra negativo e dubbio... Ho eseguito rna pcr per rosolia ed è risultato negativo sia nelle urine sia nel plasma... Posso davvero stare tranquilla? O c'è la possibilità che io mi sia infettata prima di febbraio ed ora il virus non sia più rilevabile mentre le igm si ? Il dottore che mi ha visto gli esami ha avuto il dubbio sull'uso del cortisone ( le ricordo che ho iniziato con una dose di 7.5 ed ora ho scalato a 5..In quanto lui ritiene che potrebbe influenzare gli anticorpi e le varie risposte immunitarie. Lei che ne pensa ?
[#42] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
non ci possono essere IgM se non c'è un virus che ne stimoli la secrezione replicandosi.
Cortisone o meno.
A questo punto la palla passa al Ginecologo che dovrà decidere per una amniocentesi o per il prelievo di sangue dal funicolo.
Può rivolgersi al Policlinico Universitario della sua Città, in clinica Ostetrica /Ginecologica, per avere un'assistenza qualificata e chiudere definitivamente questo dilemma che non giova a nessuno e di cui capisce che io non posso farmi carico per via telematica.
Mi faccia sapere.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#43] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Ok dottore la ringrazio per l'aiuto offertomi fino ad ora.. Le pongo solo un'ultima domanda : sulla base di un dna pcr negativo lei consiglierebbe comunque un'amniocentesi o posso stare serena? La ringrazio infinitamente. purtroppo ci si sente come una pallina che viene fatta rimbalzare da una parte all'altra senza risposte... Questa è la sensazione quando ci si rivolge alla sanità.. fossero tutti cosi esaustivi i medici..
[#44] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara Signora: parafrasando una vecchia pubblicità: NO VIRUS NO INFEZIONE.
Specie in presenza di IgM che salgono, scendono, risalgono, riscendono.....
Lasci stare il cortisone: avrebbe favorito la replicazione virale se ci fosse stata.
Questo il suo medico non lo considera?
E' chiaro che ora l'Infettivologo debba cedere il passo al Ginecologo: del resto una amniocentesi non è la fine del mondo.
E chiuderebbe molte bocche che hanno parlato e parlano a vanvera.
Scusi la schiettezza.
Un abbraccio,
Dott. Caldarola.
[#45] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Un grande GRAZIE!
[#46] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Dottore Buonasera rieccomi. Approfitto della sua COMPETENZA per porle un' altra domanda. Io nel frattempo ho cambiato ginecologo in quanto la precedente era troppo superficiale. Le spiego quanto segue. Come saprà io a causa di ANA positivi 1:320 dense fine speckled, sto assumendo da inizio gravidanza deltacortene 7.5 mg. Dosaggio deciso dall'immunologo ,accettato dalla reumatologa e dalla ginecologa di allora... avendo cambiato ginecologo, il mio nuovo ginecologo non concorda con l' utilizzo di cortisone in gravidanza senza una diagnosi precisa di patologia autoimmune e quindi me lo ha scalato dapprima a 5 mg e poi a 2.5 mg dicendomi comunque di rimettermi all' immunologo per conferma di questo procedimento. Ho chiamato il mio immunologo che mi ha rimproverata per aver scalato il cortisone e mi ha detto di ricominciare con 7.5 mg da subito fino a fine gravidanza. Ora io ho due dubbi : 1) il cortisone è pericoloso per il feto ? Ormai sono a 20 settimane.. E 2)la vecchia ginecologa diceva di continuare col cortisone e che poi lo avrei scalato, il nuovo ginecologo vuole eliminare il cortisone e l immunologo vuole che continui col dosaggio di 7.5 fino al parto. Io chi devo seguire ? QualE è il corretto approccio ?