Utente 447XXX
Buongiorno dottori, seguo sempre il vostro sito perché lo trovo estremamente interessante e adesso ho deciso di iscrivermi per richiedere un parere abbastanza urgente.
Sono in gravidanza e sono molto preoccupata per la toxoplasmosi. Mi è capitato diverse volte di bere una bibita o un gingerino al bar che avesse una fetta di limone o arancia, senza mangiarla ma comunque lasciandola a contatto con la mia bibita. È pericoloso? C è molto rischio che io abbia contratto la toxoplasmosi?
Sono veramente preoccupata, spero di essere esageratamente apprensiva io perché non riuscirei mai a perdonarmi una cosa del genere.
Spero mi rispondiate, ovviamente nella più sincerità.
Cordiali saluti
Chiara
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
che lei non sia immune alla Toxo non significa che deve fare la gravidanza in stanza asettica.
Altrimenti lei arriva al parto nevrotizzata.
Deve osservare le precauzioni che sono raccomandate ma con serenità.
Ha bevuto al bar l'aperitivo con una fettina di arancia o di limone: intanto si presume che i predetti frutti fossero stati lavati e poi il rischio che ha corso è prossimo allo zero.
Del resto lei corre un rischio prossimo allo zero anche se mangia insalata lavata da lei con Amuchina.
L'assoluta assenza di rischio non gliela può dare nessuno.
Penso che più sincero di così....
Perciò si tranquillizzi e faccia gli esami con la cadenza stabilita.
La prossima volta tolga la fettina di limone o di arancia e la dia a chi, in sua compagnia, potrebbe desiderare di mangiarla.
O la rimetta nel bicchiere alla fine.
Tutto qui.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2017
Grazie Dott. Caldarola per la sua risposta così veloce e anche tranquillizzante. In effetti questa toxoplasmosi mi sta facendo venire paure forse sproporzionate, se non l ho presa in tutti questi anni senza accortezze forse non è che sia proprio tutto contaminato da toxoplasmi!
La mia paura in quel caso era la contaminazione indiretta, e la non certezza che al bar lavino la frutta..
Lei dice che si può vivere serenamente anche con qualche svista o devo stare sempre attentissima a tutto e tutti? Perché se continuo a fare ogni cosa pensando sempre a quali problemi potrebbero esserci e a cosa dovrei stare attenta se scelgo o faccio una cosa diventa davvero un incubo, non so se mi spiego!
Se posso chiederle un'altra cosa: ogni tipo di frutta o verdura ha la stessa probabilità di rischio di essere contaminata o si puo' fare una distinzione ad esempio tra le verdure dell'orto, che crescono a contatto con il terreno e quindi magari con i gatti, e la frutta degli alberi magari pure acquistata al supermercato (presumo ci sia un controllo in piu', o un pre lavaggio da eliminare il grosso dello sporco)?
Grazie
Chiara
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
ma lasci stare queste sottigliezze.
Lei lavi accuratamente tutto, non mangi salumi "crudi, si lavi le mani dopo aver toccato la carne, la mangi sempre ben cotta, osservi le regole di igiene che tutti dovremmo osservare.
Ma senza che diventi un'ossessione perchè diversamente la Toxo non la prenderà ma al parto arriverà con "l'esaurimento nervoso".
E beva il gingerino con la fettina di arancia....Cosa vuole che sia!
Se una gravida dovesse stare a pensare alla Listeria, alla Rosolia se non l'abbia avuta, alla Toxo e a tutte le potenziali malattie infettive che incidono sull'embriogenesi, non vivrebbe più.
Dicevano i Latini : "Est modus in rebus"; ci vuole moderazione nelle cose anche nella profilassi della Toxoplasmosi nel suo caso.
Si tranquillizzi.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2017
Grazie di cuore, davvero.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ma di che!
Stia tranquilla!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2017
Mi scusi Dottore, le chiedo un' ultima cosa sulla toxo sempre per ridimensionare il tutto:
Io mangio tranquillamente gli affettati cotti come prosciutto cotto o mortadella. Sono davvero tranquilli o devo stare attenta agli affettati tagliati nella stessa macchina precedentemente?
Chiedo perché oggi è stato affettato del roast beef un po' al sangue prima del mio affettato, che ho mangiato comunque abbastanza in serenità poiché subito dopo il roast beef era stata affettata della mortadella che penso abbia ripulito un po' la macchina.
Volevo appunto sapere se posso mangiarli o se devo comunque fare attenzione a cosa venga affettato prima visto che le affettatrici non vengono pulite fino a fine giornata.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Mangi pure.
Buon appetito.
Dott. Caldarola.