Utente 281XXX
Gentili Dottori in chirurgia generale,

Vorrei sottoporre alla Vs. attenzione il seguente quadro clinico:

Circa due mesi fa ho effettuato un'iniezione intramuscolo al gluteo DX di Voltareen e Lyseen, sennonché subito dopo aver fatto l'iniezione è scesa una goccia di sangue seguito da un forte senso di bruciore. E da lì è iniziato il calvaroio: si è formato subito un ematoma organizzato, che ho pensato a un ascesso, ma così non si è rivelato, a detta dei medici di pronto soccorso.
Nei giorni successivi ho effettuato una visita da un chirurgo d'urgenza che mi ha rassicurato sul fatto che non è niente di grave e che si riassorbirà da solo, e di applicare Reparil, oppure Ematonil Plus, ma la situazione intanto non è cambiata fino a oggi.
Dopo due mesi - ossia qualche giorno fa - nuova visita dal chirurgo che mi dice che non c'è assolutamente nulla da drenare ma che, se proprio dovesse continuare a fare male, allora non c'è altra soluzione che l'intervento.
Gli ho anche portato un'ecografia recente che recita:
"L'esame ecografico eseguito in regione glutea destra ha evidenziato una sfumata iperecogenicità del tessuto adiposo sottocutaneo con evidenza di due focus iperecogeni di 14x9 in sede superficiale e di 19X12X12 mm in sede più profonda, come per reazione ecchimotica; ale reperto è da riferire ad esiti traumatici post-iniezione". Anche secondo il radiologo, non c'è niente da drenare, riferendo che si tratta di tessuto fibrotico, e che la raccolta è solo di 0,4 mm, e che intervenire e incidere 3 cm per drenare 0,4 mm è azzardatissimo e folle. Più o meno la stessa ha detto anche il chirurgo che, toccando ancora, dice che è "sclerosi", non una raccolta.
Ma rimane il problema è che il dolore c'è, e rimane. Davvero non lo so più cosa fare, anche perché il dolore viene accentuato quando sono seduto. Cosa mi consigliate? Devo tenermi questo dolore a vita? Non c'è soluzione diversa dall'intervento?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornire a distanza una valutazione che risulti più attendibile di quelle di chi l'ha osservata dal vivo.
La condotta di attesa sembrerebbe corretta.
L'applicazione di calore (borsa calda) potrebbe sortire effetto positivo.
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta Dott. Piscitelli.

Il chirurgo, invece, ha detto che il calore invece lo favorisce l'ematoma.
Ma Lei è d'accordo sul fatto che una raccolta di soli 0,4 mm sia inutile drenare?