Utente 350XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni e lo scorso dicembre ho avuto un episodio di mononucleosi ormai passato, però mi sono rimasti i linfonodi dietro al collo e sotto la mandibola leggermente ingrossati. Ne ho parlato col medico di base e mi ha rassicurata dicendo che può succedere che rimangano gonfi per molto tempo (e comunque rispetto a come erano inizialmente sono notevolmente più piccoli)..La domanda che però vorrei porre è: nonostante questi linfonodi posso fare un tatuaggio o rischio che mi si rigonfino o comunque mi vengano infezioni di vario genere?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se ha deciso di fare il tatuaggio lo faccia pure, nella speranza che siano rispettate tutte le regole di asepsi e antisepsi, che spesso dai tatuatori non sono rigidamente seguite come dovrebbero. E che il materiale sia rigidamente usa e getta.
Il rischio è la trasmissione di infezioni virali assai più gravi della Mononucleosi.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.