Utente 448XXX

Buongiorno Dottore,

Ho trovato questo portale tramite il motore di ricerca google e ho deciso di scrivervi per un problema che mi riguarda di persona.
Circa una quindicina di anni fa colpii con discreta forza la testa a terra, dopo accertamenti negativi neurologici, non ho in effetti avuto alcun altro problema, noto solo che in regione dove colpii e mi furono applicati dei punti che vi è la presenza di una asimmetria dura da sembrare l'osso. Si presenta nella regione della fronte, proprio dove vi è una delle due bozze frontali, così che una, quella che non ha preso il colpo, appare più sporgente, mentre la bozza frontale dx, colpita, appare più appiattita e come se avesse due gobbettine.

Parlandone con il medico di famiglia mi ha prescritto RX del cranio, vorrei sapere per curiosità personale: volevo chiedere se, dallo studio RX si può capire l'eziologia di un eventuale iperostosi o callo osseo o altra defromazione? Cioè capire se la genesi sia dovuta al trauma o invece genetica innata? Lo chiedo perché noto che questo colpo lo presi proprio sulla fronte dove già di natura vi sono le due protuberanze chiamate bozze frontali e mi piacerebbe capire per curiosità se nasca appunto da trauma o magari è un puro caso e si tratta invece di asimmetria ossea genetica, con studio radiografico è possibile capire ciò o no?
In altre parole l'esame può dare idea della genesi dell'ispessimento osseo (se post traumatica o genetica?) oppure può solo far capire che "si c'è ispessimento osseo" ma non "dice" il perché.

Grazie Dottore.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. V Scipione
24% attività
16% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Caro amico in casi come il Suo pensare che l'assimetria delle bozze frontali sia di natura traumatica e' improbabile,al contrario quadri come il Suo(frequenti)sono congeniti e l'RX cranio e' in grado di evidenziarli ovvero descriverli ma non puo' stabilirne la natura.

La saluto
[#2] dopo  
448138

dal 2017
Mille grazie gentile Dottore.

Dovendo svolgere una RM per un altro problema di cefalea su indicazione neurologica volevo chiederle una informazione per capire se è fattibile o meno.

So che RX e TC sono più specifiche per l'esame delle ossa, però mi chiedo se proprio per immagini di ossa non vada bene l'RM o meno, perché pensavo: dato che io devo fare già l'RM per prescrizione neurologica, è possibile prender "due piccioni con una fava" e magari con le sequenze acquisite dire al neuroradiologo se è possibile in post-acquisizione elaborare i dati per un imaging anche osseo della teca cranica per diagnsticare una iperostosi (portandola poi a neurochirurgo in un secondo momento) e non dover fare poi anche RX?
Secondo Lei è un'idea che ha un razionale a livello medico, è cioè possibile diagnosticare iperostosi con RM o serve per forza RX?

Buon WE Dottore :)
[#3] dopo  
Dr. V Scipione
24% attività
16% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Esatto nel Suo caso con l'RM puo' prendere due piccioni con una fava,ottima intuizione
Arrivederci
[#4] dopo  
448138

dal 2017
Benissimo, perché online trovavo sempre che l'RM dà una immagine non definita dell'osso (mentre è ottima per tessuti molli), non era una notizia corretta quindi?

Lo chiedo per cultura personale, che in ambito medico non fa mai male dato che dilaga ignoranza :)

Buon lavoro e arrivederci a Lei :).