Utente 341XXX
Buonasera,
scrivo per conto di mia sorella di 32 anni, che qualche mese fa ha effettuato per la prima volta una ceretta all'inguine con alcune conseguenze fastidiose. Oltre a un eccessivo sanguinamento della zona immediatamente dopo l'epilazione, nei mesi successivi ha notato un piccolo rigonfiamento su un grande labbro. Mi dice che era come una piccola pallina dura, che non le faceva male nè altro, e che dopo qualche tempo è andata via. Adesso ha da qualche settimana una bolla, che inizialmente aveva scambiato per un piccolo brufolo o per un pelo che stava ricrescendo male sotto. Questa bolla non è situata dove c'era il rigonfiamento fino a qualche mese fa, ma diciamo vicino a dove solitamente batte l'elastico delle mutande. Questa bollicina perde del liquido trasparente misto a volte a un po' di sangue, non in grandi quantità ma costantemente, e non accenna a guarire, malgrado mia sorella la disinfetti ogni giorno. A volte si chiude ma poi dopo qualche giorno si riapre di nuovo. Mi scuso per la descrizione approssimativa, ma sono le uniche informazioni che ho al momento. Le ho detto di recarsi da un medico ma ancora non è molto preoccupata dalla situazione.
Vi ringrazio anticipatamente per le risposte, saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima,
Purtroppo la moda di depilare la zona pubblica può comportare questi rischi. Per tale ragione consiglio sempre di ricorrere al dermatologo e all'utilizzo della luce pulsata dermatologica al fine di ridurre drasticamente i peli in quella zona fino alla loro eliminazione in modo più soft e sicuro. Ovviamente il processo infiammatorio infettivo non può essere diagnosticata in questa sede, sebbene siano molteplici le condizioni che possono comportare, ivi compresi una infiammazione infezione di alcune ghiandole presenti nella Zona vulvare (comprese le ghiandole di Bartolino). Si riferisca al dermatologo di sua fiducia.
Carissimi saluti
Dott.Laino
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Intanto la ringrazio per la risposta.
Riguardo il problema che ho esposto, mia sorella ha preso appuntamento con il suo dermatologo che però è oberato di lavoro e prima di tre settimane non la vedrà. Mi chiedeva se nel frattempo può fare qualcosa per cercare di limitare i danni, come disinfettare o mettere qualche prodotto apposito. E' consapevole del fatto che è impossibile fare una diagnosi qui, ma soltanto per evitare che le cose peggiorino.
Grazie mille!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non si può null'altro da qui, come comprenderà.
saluti ancora.
Dr Laino