Utente 448XXX

Buongiorno dottore,
le scrivo per un parere a riguardo su un dolore all'osso sacro-coccige, non di origine traumatica, che ho da circa un mese. Premetto che sono in attesa dell'esito di due radiografie prescritta da un ortopedico (anca e sacro-iliaco). Si tratta di un dolore non insopportabile, ma che diventa piuttosto fastidioso quando sono seduta per molto tempo in una posizione che preme sul sacro. Non ho dolore quando cammino, non ho dolore di notte o da sdraiata, nesuna delle mie attivitá quotidiane é compromessa, ma stare seduta diventa complicato. Lavoro al computer molte ore al giorno, da sempre. Pochi mesi fa avevo fatto una radiografia all'anca dx per un dolore che avevo che poi si é molto ridotto con il tempo, praticamente spontanemente. L'esito della radio all'anca era che ho un lieve processo artrosico del femore. Ho una colonna affetta da lordo-cifosi, che temo sia stata ulterirmente compromessa dalla gravidanza (2011) e dall'aver portato per molto tempo mio figlio in braccio, cosa che ho smesso di fare lo scorso agosto, quando é emerso questo dolore all'anca. Cosa le sembra plausibile con questi sintomi? La situazione di anca e sacro possono essere collegate?
La ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
è probabile che si tratti di coccigodinia ovvero il dolore è evocato dalla compressione sulle vertebre del coccige nella posizione seduta.
Non credo ci sia una relazione con il disturbo riferito all'anca.

Le allego il seguente link per maggiori informazioni

http://www.medicitalia.it/minforma/neurochirurgia/683-trattamento-chirurgico-coccigodinia.html

Cordialmente