Utente 900XXX
Mia madre, età 63 anni, ha effettuato un ecodoppler di controllo in cui viene riportato quanto segue: "VENTRICOLO SINISTRO DI NORMALI DIMENSIONI CAVITARIE, CON FUNZIONE SISTOLICA GLOBALE CONSERVATA. SCLEROSI DELLE CUSPIDI AORTICHE CONDIZIONANTE RICURGITO VALVOLARE DI GRADO MEDIO E MOPDESTO GRADIENTE ANTEROGRADO. ATRIO SINISTRO E SEZIONI DESTRE DI NORMALI DIMENSIONI. PRESSIONI POLMONARI NON VALUTABILI".

Vi chiedo cortesemente di indicarmi cosa ciò vuol dire,ovvero se è a rischio di infarto od altro ed eventualmente cosa si può fare per far migliorare la situazione.

Grazie e saluti

Rita C.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Sig.ra Rita, per una adeguata risposta al suo quesito dovrebbe indicare le motivazioni all'esame, il tipo di terapia praticato da sua madre e le eventuali patologie correlate al quadro clinico e se rispetto agli esami precedenti sono state riscontrate nuove alterazioni.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 900XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sua risposta.
E' stato un'esame di controllo a cui si sottopone annualmente in quanto le hanno riscontrato negli anni passati gli hanno riscontrato una lieve stenosiaortica giudicata di grado lieve oltre che un soffio espulsivo 2-3/6.
Il precedento ecodoppler riportava quanto segue

"Ventricolo sx dilatato con lieve ipertrofia simmetrica e funzione sistolica ispettivamente conservata. Fibrosclerosi aortica condizionanate minima ostruzione ed insufficienza aortica lieve-moderata.
Alterato rilasciamento Vsx"

Specifico che è un soggetto fumatore e non le è stato prescritta alcun ti po di terapia.
Solo riposo e,dato che soffre di dispnea, all'occorrenza l'assunzione delle gocce EN.

Resto in attesa di un'ulteriore gentile risposta

Grazie anticipatamente.

Saluti

RC
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sua risposta evidenzia una chiara incongruenza tra i due referti riportati. In quanto se è vero che sua madre non pratica alcuna terapia, è del tutto impossibile che da una dilatazione ed ipertrofia cardiaca, sia ritornato nella norma! E' evidente che o sua madre effettua una terapia farmacologica, che lei non conosce o lei ha effettuato una inversione dei referti riportati. In tutti i casi ritengo data per certo la valvulopatia, che sia necessario l'inizio di una terapia farmacologica cardiologica.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 900XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore
ho chiesto conferma direttamente a mia madre se ha assunto farmaci in merito e ha confermato che non le è mai stata prescritta alcuna cura farmacologica.

Ho ricontrollato i referti che le ho riportato e il primo che ho esposto è riferito all'esame fatto nel novembre 2008, il secondo riportato è stato fatto nel 2007.

Saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Sig.ra Rita, fermo restando che confermo le mie perplessità sui referti ecocardiografici, la corretta valutazione dell'esame strumentale è imprescindibile dalla visita cardiologica con ECG, pertanto la invito comunque a consultare un cardiologo di vostra fiducia con visione degli esami strumentali riportati.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 900XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Martino buonasera.
Sono qui a sottoporle degli esami che, quest'oggi mia mamma ha effettuato.
Sono stati consigliati qualche mese fa dal cardiologo e necessari per la visita che dovrà effettuare presso lo stesso fra qualche settimana.
Vorrei un suo parere ed una interpretazione in merito.
La ringrazio anticipatamente.

ESAME ECOCARDIOGRAFICO - Diagnosi d'invio: valvulopatia aortica
Referto: dimensioni e spessori parietali del ventricolo sinistro nella norma.Cinesi distrettuale (cosa s'intende con tale termine?)e funzione contrattile globale nella noma.(FE>60%). Pattern mitralico, da alterato rilasciamento ventricolare sinistro. Normale per dimensioni e cinesi il ventricolo destro. Nella norma le dimensioni atriali. Normali dimensioni del bulbo aortico, iniziale alterazione della giunzione sino-tubolare;non valutabile il diametro dell'aortta ascendente prossimale. Alterazioni degeneratve delle cuspidi aortiche condizionanti una moderata insufficienza valvolare ed aumentate velocità di flusso transvalvolare, in assenza di gradienti emodinamicamente significativi(grad medio=14mmHg grand picco=30mmHg).Normali per morfologia e dinamica di flussi restanti apparati valvolare.


ECODOPPLER TRONCHI SOVRAORTICI. Motivo dell'esame: SIAo, dislipidemia

Spessore miointimale: nei limiti carotidi comuni(Tmed=0,57;Tmax=0,8mm)

Bidimensionale destra
Carotide comune: assenza di lesioni stenosantiBiforcazione/bulbo/carotide interna: placca FC concentrica, stenosi 45%,margine irregolare
Carotide esterna: assenza di lesioni stenosanti
Succlavia: assenza di lesioni stenosanti

Bidimensionale sinistra
Carotide comune: placca FC coincentrica, stenosi 40%, margine regolare
Biforcazione/bulbo:assenza di lesioni stenosanti
Carotide interna:placca FC coincentrica, stenosi 35%, margine regolare
Carotide estrena:assenza di lesioni stenosanti
Succlavia: assenza di lesioni stenosanti

COLORDOPPLER
Flussi non indicativi della presenza di stenosi emodinamicamente significative a carico di distretti esplorati
Succlavie:nei limiti
Vertebrali: destra non valutabile; sinistra ortograda, flusso regolare

CONCLUSIONI
Note di malattia ateromasica in presenza di stenosi attualmente prive di significato emodinmico ad entrambi gli assi crotidei.
Il carico ayeromasico èdi grado moderato. Spessore mediointimale nei limiti. Ectasia del tronco anonimo.
Flusso vertebrale destro non valutabile.


Distinti Saluti

Rita Ciceri
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Sig. Rita,
l'ecocardiogramma ha evidenziato una buona performance cardiaca con degenerazione senile della valvola aortica, cui si accompagna una insufficienza valvolare, meritevole di controlli ecocardiografici almeno una volta l'anno. Per il resto esami nella norma per l'età.
Saluti